AttualitàManfredonia
Il 2 luglio 1897 a Guglielmo Marconi gli venne riconosciuto a Londra il brevetto numero 12039

“Marconi ricordato nella ricorrenza del suo brevetto”

Può essere interessante che, a scopo didattico, le scuole tecniche industriali propongano nel programma di studio un laboratorio per costruire radio rudimentali


Di:

Manfredonia GUGLIELMO Marconi – l’autore delle trasmissioni a distanza senza fili che nel giro di qualche anno ha ricevuto il Nobel per la Fisica per le sue rivoluzionarie invenzioni – si fa ricordare oggi, giorno del riconoscimento di un suo brevetto. Era infatti il 2 luglio 1897 quando a Guglielmo Marconi gli venne riconosciuto a Londra il brevetto n°12039.

Apprendiamo da un Articolo di Lodovico Gualandi: “Non ci sembra poco poter affermare che le caratteristiche tecniche di questo brevetto rappresentano tuttora la parte fondamentale e inscindibile di qualsiasi impianto ricetrasmittente. In altre parole, se oggi non venissero ancora rigorosamente rispettati gli accorgimenti tecnici additati da Marconi nel brevetto 7777, non si potrebbero neppure garantire i vantaggi offerti dalla moderna radiotelefonia cellulare.”

Nell’epoca delle trasmissione senza fili, a cui il Nobel italiano diede fondamentali contributi, il mondo di internet e dei social deve tanto; oggi siamo ancora più connessi con PC e telefonini che non con l’amata e datata “radio”. Marconi si può considerare a pieno titolo il papà delle telecomunicazioni e della radio appunto.

In una pubblicazione di diverso tempo fa, in un’altra fonte c’era chi proponeva un fontana significativa che ricordasse l’opera dell grande scienziato e politico italiano per info cliccare qui.

Può essere interessante che, a scopo didattico, le scuole tecniche industriali propongano nel programma di studio un laboratorio per costruire radio rudimentali eppure efficienti ripercorrendo gli esperimenti di Marconi. L’aspetto sperimentale porterebbe i ragazzi a comprendere meglio gli argomenti di taluni testi; è inoltre risaputo che “sapere aiuta e che facendo si impara”.

(A cura di Benedetto Monaco – benedetto.monaco@gmail.com)

“Marconi ricordato nella ricorrenza del suo brevetto” ultima modifica: 2015-07-02T18:33:04+00:00 da Benedetto Monaco



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi