Foggia
"Amministrare una città di provincia oggi risulta essere davvero difficile"

Foggia, dove dovrebbe esserci un monumento ora campeggia degrado

"Sterpaglie e vettovaglie di vario genere"

Di:

Foggia, 1 luglio 2016. Amministrare una città di provincia oggi risulta essere davvero difficile, se è del sud ancora più difficile. Il perchè va ricercato negli scarsi aiuti del Governo centrale che ha stretto da tempo i rubinetti e lascia ai Municipi la gestione finanziaria che riguarda la cosa pubblica in seno alla normale amministrazione. Ecco quindi gli aumenti delle tasse che riguardano i servizi essenziali ,aumenti che però non sempre vanno di pari passo con i miglioramenti dei servizi stessi. Bisogna riconoscere gli sforzi posti in essere da questa amministrazione e non ci riferiamo solo all’aspetto ludico e culturale che sicuramente serve tantissimo ed è fondamentale per una città capoluogo di provincia che vuol essere moderna ed al passo con i tempi anche se da qualcuno molto frettolosamente e superficialmente è stato etichettato questo attivismo con la famosa frase latina ormai abusata di “Panem et Circenses”.

In una città negli anni bistrattata e mal governata ed un territorio dimenticato dalle Istituzioni ci vuol davvero la bacchetta magica per “sanare” e rendere “normale” una situazione sino a ieri drammatica oltre che anomala. Detto ciò non ci è sfuggito il degrado di certe zone che dovrebbero essere il biglietto da visita di una città. Un esempio su tutti la Piazza della Stazione Ferroviaria che da poco è stata ampliata con un centro “Terminal” per mezzi pubblici e Pullman di linea. Oggi pomeriggio la zona, che molto probabilmente sarà adibita alla edificazione di un monumento a ricordo dei Martiri Civili delle Incursioni aeree alleate del 1943 che costarono la vita a decine di migliaia di nostri concittadini, si presentava così.

Sterpaglie e vettovaglie di vario genere. Si intervenga a rimuovere il tutto; se così non fosse qualche buontempone potrebbe pensare ad una zona destinata al ” Monumento del degrado e dell’incuria” .

(A cura di Salvatore Valerio, Foggia 02.07.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati