Manfredonia
Lettera di un cittadino a Stato Quotidiano

Lettore: “Pensione reversibilità, disservizi all’INPS di Manfredonia”

"Augurandomi che qualcuno voglia interessarsi al mio caso e che il direttore dell'INPS di Manfredonia voglia al più presto ricevermi per darmi dei chiarimenti in merito porgo Cordiali saluti"

Di:

Manfredonia. ”Caro Direttore, Le chiedo se gentilmente può pubblicare il seguente articolo:

qualche mese fa ho presentato la domanda di reversibilità per la morte di mio marito.
Premetto che sono titolare di pensione n. 30041803 di € 501,89 lordi.
Mi viene riconosciuta come pensione di reversibilità un importo lordo di € 428,43 (60% di € 714,04) a cui vengono applicate ritenute IRPEF pari ad € 296,42 come da comunicazione INPS inviatami.

Io, invece, facendo i “conti della serva” mi ritrovo con:
totali pensioni lorde = € (501,89+428,43) = € 930,32
ritenute IRPEF (23% di € 930,32) = € 213,97
quindi con ritenute inferiori di circa € 82,00.

Visto che non mi hanno inviato una descrizione dettagliata del calcolo delle ritenute, cosa alquanto strana in uno stato moderno ed avanzato, mi reco all’INPS di Manfredonia per ben due volte per avere chiarimenti in merito senza ricevere alcuna spiegazione adeguata, anzi a detta dell’impiegato bisogna andare all’agenzia delle entrate poichè sono loro che si occupano di IRPEF.
Quindi morale della favola: l’INPS mi calcola la pensione di reversibilità e mi applica le ritenute; poi io, con più di 70 anni, dovrei andare all’agenzia delle entrate a farmi deridere come è successo visto che non è nella loro competenza.

Augurandomi che qualcuno voglia interessarsi al mio caso e che il direttore dell’INPS di Manfredonia voglia al più presto ricevermi per darmi dei chiarimenti in merito porgo
Cordiali saluti”. (Cittadino, Manfredonia 02.08.2016)

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • diritti e doveri....

    Signora, richieda il pin online, tramite qualche famigliare collegato ad internet,oppure si rivolga ad un patronato, sicuramente le daranno tutte le spiagazioni che le occorrono.In bocca al lupo.


  • L'ufficio segreto del gas

    C’è anche il numero verde dell’Inps che risponde.


  • ciro

    poi fanno bene che licenziano i fannulloni ,stanno tutti i raccomandati capre,capre capre aiutate la signora e basta.io avanzo ancora soldi dallinps sono passati dieci anni……………


  • Teo Morlino

    Basta andare da un patronato e risolvono qualsiasi problema e per giunta anche GRATIS. E’ strano che la signora non sappia queste cose o che nessuno gliel’ha mai detto. Anche la guardia giurata all’ingresso dell’INPS sa queste cose. Signora vada da un patronato e non perda tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati