Cronaca

Porto abusivo armi e violenza a P.U.: fermato pregiudicato 28enne barese


Di:

(fonte image: radiobombo)

Controlli Polizia Bari (fonte image: radiobombo)

Bari – SOTTOPOSTO a fermo di indiziato di delitto il pregiudicato barese Antonio Busco, di anni 28. L’operazione è stata ultimata ieri, 1 settembre, dal personale della sezione crimine diffuso della Squadra Mobile di Bari. L’uomo è ritenuto responsabile di detenzione e porto illegale di arma da sparo clandestina con relativa munizionamento, ricettazione della medesima arma e violenza, resistenza a pubblico ufficiale aggravata dall’uso delle armi.

Nello specifico, la sera del 31 agosto, l’uomo veniva notato da un equipaggio della Mobile di Bari, a bordo di un motociclo nel quartiere Japigia. All’uomo veniva imposto il fermo, ma lo stesso avrebbe accellerato l’andatura del mezzo, dirigendosi velocemente verso il centro cittadino.

L’inseguimento si protraeva per parecchi chilometri fino a quando, vistosi tallonato, estraeva una pistola puntandola all’indirizzo degli operanti. Gli agenti, per salvaguardare l’incolumità personale e di altre persone presenti in zona decelleravano, per riprendere subito dopo l’inseguimento fino a via delle Medaglie d’Oro, dove il fermato perdeva il controllo del mezzo cadendo in terra. Durante la fuga, l’uomo avrebbe abbandonato l’arma e sarebbe stato raggiunto da un individuo a bordo di una Vespa Piaggio.

Porto abusivo armi e violenza a P.U.: fermato pregiudicato 28enne barese ultima modifica: 2010-09-02T13:38:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi