Foggia
Nota stampa

Borraccino interroga “Chiarezza su gestione musei e biblioteche”

Di:

Bari. Il consigliere regionale Cosimo Borraccino, Presidente II Commissione (Affari Generali e Personale) della Regione Puglia, ha presentato un’interrogazione urgente sulla gestione delle utenze degli edifici adibiti a musei e biblioteche provinciali.

“Ho presentato al presidente del Consiglio regionale Loizzo, in data odierna, un’interrogazione urgente che ha per oggetto le difficoltà economiche cui versano le Province nella gestione delle utenze degli edifici adibiti a musei e biblioteche. Divenute di competenza regionale con la Legge Del Rio n. 56/2014, infatti biblioteche e musei necessitano di risorse per la loro sopravvivenza. Occorre attivarsi per continuare a garantire l’ordinaria gestione di tutte quelle sedi culturali della nostra bella regione, che sono tantissime, e che si trovano nelle medesime condizioni. Per esempio, edifici storici come il Palazzo Dogana (XV sec.), sede della Provincia di Foggia, che ospita mostre ed esposizioni temporanee oltre ad ospitare permanentemente la Galleria di arte moderna e contemporanea cittadina, hanno seri problemi economici per la normale attività di gestione. Necessitano infatti di risorse per ottemperare alle utenze (luce, acqua, gas), alla pulizia dei locali, alla manutenzione ordinaria, oltre alle “spese generali”.

Siamo inoltre di fronte ad un reale rischio di perdita di posti di lavoro. Nello specifico della Provincia di Foggia assistiamo all’ennesimo mancato rinnovo del contratto di lavoro agli operatori della Cooperativa “Diomede” che gestisce i lavori. Questo problema purtroppo è diffusissimo nella nostra regione, perché tantissimi sono gli edifici adibiti ad attività museali, di archivio storico, e culturali in generale, che costituiscono un non indifferente patrimonio che deve continuare ad essere fruibile”.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati