Manfredonia
Nota di un cittadino a Stato Quotidiano

Manfredonia, lettori “Musiche e fine spettacoli giostre: dormire? Impossibile”

"Io, come tanti altri, che abitiamo in prossimità della zona d'interesse, chiedo solamente che vengano rispettate le regole fondamentali"

Di:

Manfredonia. ”Buonasera gent.ma Redazione di Stato Quotidiano,
vi scrivo, con l’auspicio che pubblichiate questa mia segnalazione, in modo da poter giungere più chiaramente e velocemente a quanti, con specifiche competenze, dovrebbero occuparsi della situazione in atto in questi giorni di festa patronale. Sorvolando sui disagi che puntualmente e annualmente si creano (soste selvagge: doppia e tripla fila, spazi riservati ai disabili, marciapiedi, passi carrabili ecc; sporcizia e liquami diffusi: orina, feci, putridume nei pressi delle zone più frequentate e non solo; schiamazzi e gazzarre immotivate di gruppi di incivili anche alle 05.00 del mattino) mi chiedo, e credo come me anche tanti altri:

ma l’ordinanza del COMUNE di MANFREDONIA rivolta ai titolari delle attrazioni dello spettacolo viaggianti nell’ambito delle festività in onore di “Maria SS. di Siponto, perché quest’anno non viene fatta rispettare?!
Nella fattispecie lo scorso anno imponeva quanto segue:
– dopo le ore 24,00 i suoni emessi dagli amplificatori e altri impianti rumorosi devono essere contenuti nei limiti di accettabilità indicati nelle ordinanze sindacali nn. 17 e 26 del 13 giugno e 11 luglio 2011;
– gli spettacoli devono inderogabilmente cessare alle ore 04,00 ad eccezione del giorno 2 settembre alle ore 02,00;
– di convenzionarsi con l’Azienda Speciale Ecologica di Manfredonia per l’installazione di cassonetti per l’immondizia e la relativa raccolta, nonché per la quotidiana pulizia e la disinfestazione della zona;
– non usare bracieri per arrostire salsicce, würstel e altri prodotti simili.

Questa mattina alle ore 05.00 le attrazioni erano ancora attive e la musica assordante. Io, come tanti altri, che abitiamo in prossimità della zona d’interesse, chiedo solamente che vengano rispettate le regole fondamentali, anche perché non è affatto scontato ed implicito che durante questa rituale festivo tutti siano in ferie dal lavoro, costretti dunque a recarsi poi a fare il proprio dovere avendo passato notti insonni. Attendo ora una risposta appropriata dagli organismi competenti. Sperando sempre in una più diffusa capacità di applicare il buonsenso da parte della cittadinanza intera (e non solo sipontina)…”

(Leonardo, Manfrednia 02.09.2016)



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • Bagnante

    Durante le feste !!! Io abito in zona croce per tutti e tre i mesi estivi non riesco più a dormire per colpa di Sti ragazzino che giocano al pallone e gridano fino all.una di notte !!! E se li rimproveri ti insultano pure .
    Purtroppo è una città maleducata e i genitori di Sti ragazzino sono ancora più maleducati.
    E il nostro sindaco con tutta l.amministrazione che fa ?????
    NIENTE DI CHE.
    Percio se chi gestisce e incompetente la cittadinanza ne risente..
    Percio accontentati di tre gg di festa c.è chi sta peggio di te.
    Questo è il sud purtroppo.


  • antonio

    se non denunci la cosa alle autorità competenti non dormirai mai nei giorni della festa!


  • agguerrito

    Come tutte le ordinanze comunali, non ci sta nessuno che le faccia rispettare.
    Vengono fatte solo x “pararsi il culo” e basta.


  • ilproletario

    Volete sapere l’ultima originale impresa dei nostri BALDI GIOVANI???
    Stamattina due ragazzi, forse quindicenni, giravano per le strade intorno alla Sacra Famiglia in due sul motorino, senza casco naturalmente, e quello di dietro aveva sotto il braccio una cassetta di quelle usate dai venditori di frutta, ed era piena di grosse e belle pere che, con l’altra mano, lanciava allegramente e giovialmente verso i passanti, soprattutto se con capelli bianchi, colpendo indifferentemente donne, uomini e macchine parcheggiate, sempre senza fermarsi, solo rincorsi da grida e bestemmie! Viva Manfredonia!!!!


  • GIUSEPPE

    In primis sono i genitori che non gli importa dei figli quindi nulla mai cambiera’ in questa citta’.(Anzi se uno li rimprovera si trova tutta la famiglia addosso)


  • Rcciott

    finalmente uno che ha detto i fatti come sono. bravo leonardo. ora vediamo chi risponde di tutta la giunta, vigili e compagnia bella.


  • VERITA

    SONO GIORNI DI FERIE E DI DIVERTIMENTO..MA IL TROPPO NON DEVE ESSERE UN ALIBI…A GIORNI SI tornerà ALLA normalità E TUTTO rientrerà nella norma….


  • M

    Perché durante il resto dell’anno che succede? I locali che in centro sparano musica fino alle 4 del mattino (e non solo.il sabato)? Abbiamo fatto di tutto: parlato con titolari, chiamato polizia e carabinieri…. non succede mai nulla! L’unico che dovrebbe fare qualcosa (cioè l’annona) x regolare le cose se ne infischia altamente… come al solito gli amministratori dormono… beati loro che ci riescono!


  • VERITA

    PENSO CHE PER QUALCUNO SIA IL MOMENTO DI ANDARE A VIVERE IN MONTAGNA..ISOLANDOSI ..SILENZIO ASSOLUTO….


  • Antonino

    D” accordissimo con Leonardo.

    Un problema simile lo abbiamo avuto nella zona di Monticchio tutti i mercoledi’ quando si svolgeva il mercato settimanale.
    I problemi iniziavano dal giorno prima, come parcheggiare le proprie auto fuori dalla zona mercato.
    Bagni inesistenti, con buste di urine e qualcos’altro lasciati sulla strada.
    Ogni mattina la sveglia era alle 4 circa, con ferri fatti cadere sulla strada e strilli di cafoni di mercenari, famiglie che conosciamo tutti, che ti costringeva ad alzarsi.
    La preghiera del mercoledi era quella di non aver bisogno di mezzi di soccorso, perché bisognava aspettare alle 15.00 per l” impossibilità di entrare con veicoli per la presenza di autocarri e banconi vendita.
    Infine, non credo proprio che dei regolamenti o leggi possano cambiare, o educare certi capro.. stagionati, di cui Manfredonia e’ piena.
    Resta il fatto che ci sono voluti 30 anni per spostare il mercato settimanale, pertanto per trovare un’altra zona per le giostre ne restano 20 anni.


  • OSSERVATORE

    Ma cosa state vaneggiando?! Finalmente un cittadino che espone educatamente la propria opinione su una questione tra l’altro di dominio pubblico in paese e qui si parla di divertimento, isolamento, feste, di esagerazione…
    Ma fate così tanta fatica a capire che l’articolo pubblicato si riferiva alla mancata applicazione di un’ordinanza che lo scorso anno c’era e quest’anno improvvisamente è scomparsa? Si parla di far rispettare le regole minime del vivere civile. Ma evidentemente non è per voi.
    Non ci vuole tanto, burloni festaioli baloccosi!
    Mi sa che i fumi delle bancarelle e i rumori delle giostre vi hanno stordito per bene.


  • Pasquino

    Per la musica a palla, purtroppo, le forze dell’ordine non possono fare niente. L’unico ente, che ha i mezzi e l’autorità per accertare i decibel sonori, e’ l’ARPA, ma quando interverrà? Io dico mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati