Eventi

F.A.I. di Foggia per Lucera e la Capitanata

Di:

palatella_dippolitoFAI _Lucera_28-9-2010

FAI Lucera 28-9-2010 (St)

Foggia – “LUI l’ha unita, Tu puoi salvarla”. Questo lo spot adottato dal F.A.I. nazionale (Fondo Ambiente Italiano) per il 5° Censimento Nazionale de “I luoghi del cuore”. Quei luoghi che noi amiamo e che pulsano insieme al nostro cuore. Immagini di antichità dimenticate, lasciate solitarie e nel dimenticatoio dell’irresistibile e conturbante evolversi della modernità.

Ebbene, il F.A.I., nelle sue interminabili e sostanziali promozioni, da anni è protagonista per la salvaguardia della storia e del suo mantenimento che è cultura. Oggi presso il Teatro “Garibaldi” di Lucera (FG), si è svolta la giornata per la consegna dei tabulati con le firme raccolte a favore del censimento per la “Fortezza Svevo Angioina”, il famoso Castello di Federico II di Svevia di Lucera. Nell’occasione è stata indetta una conferenza cui hanno partecipato chi ha raccolto “sul campo” le firme.

Associazioni, Istituzioni amministrative e scolastiche, Pro Loco, U.N.E.S.C.O., comitati spontanei di cittadini e cybernauti di facebook, hanno costituito il pubblico in teatro, interagendo con gli invitati all’evento. La conferenza è stata animata dal Capo Delegazione F.A.I. di Foggia, la Dott.ssa Marialuisa D’Ippolito, dal Vice Capo Delegazione F.A.I. di Foggia, il Dott. Nico Palatella, dall’ Assessore della Pubblica Istruzione e Cultura del Comune di Lucera, Germano Benincaso e da uno dei due responsabili del comitato spontaneo sorto su facebook di “Luc Eri”, il sig. Luca Russo.

«Buonasera Lucera. Ben trovati». Questo il saluto iniziale dell’Assessore Benincaso e di tutta l’Amministrazione Comunale. «L’iniziativa è servita, alla di la della cifra, per far conoscere il F.A.I.» commenta l’Assessore «una realtà che associazioni e tutti coloro che hanno collaborato e contribuito volontariamente all’iniziativa, hanno supportato lavorando trasversalmente e interagendo con scuole, istituzioni, con il Comune». L’Assessore ha proseguito congratulandosi con tutti per i risultati ottenuti, augurando che l’attenzione sia sempre al massimo e nel bene comune della storia e cultura del territorio. «I dati ci rincuorano perché ci fanno ben capire che non ci sono solo i distruttori ma i costruttori di cultura» ha terminato Benincaso, ringraziando a cuore aperto i dirigenti delle scuole del centro federiciano per il paziente lavoro svolto nelle aule, al fianco dei loro alunni sensibilizzandoli sul tema culturale e di valore cittadino.

Un messaggio forte e rassicurante avvallato dalla lettura di un’e-mail inviata dall’Europarlamentare l’On. Barbara Matera che, in sostanza, risalta il lavoro svolto dai volontari che hanno collaborato con il F.A.I. e conferma il suo contributo, presso Bruxelles, di sensibilizzazione e valorizzazione per i beni storici culturali italiani. Nell’occasione, l’europarlamentare afferma il suo assiduo contributo informativo per far sì che la Fortezza Sveva-Angioina raggiunga l’obiettivo preposto e ringrazia apertamente tutta la cittadinanza lucerina e chiunque ha collaborato per il “suo castello federiciano”.

Un messaggio che la Dott. Marialuisa D’Ippolito, Capo Delegazione F.A.I. di Foggia, non poteva non commentare, elogiando l’amore che l’On. Matera ha sempre profuso per la sua terra, ma soprattutto elogiando il lavoro di quei volontari che si sono adoperati attivamente, giorno dopo giorno, firma dopo firma, portando numeri da sommare a quelli già raccolti. Nel suo intervento, la D’Ippolito elogia “gli spontanei”, coloro che senza alcun invito hanno aderito all’iniziativa. «Questo è il primo gradino di un percorso autonomo per costruire una delegazione» è l’esortazione che la D’Ippolito comunica agli amici di Lucera. Inoltre, il Capo Delegazione F.A.I. di Foggia ricorda che la provincia dauna è stata una delle più produttive, perciò “attenzionata” da quella nazionale e ciò non passerà inosservato per future iniziative. Uno “sprone” chiaro invitando tutti a riflettere, che è solo il punto di partenza e non d’arrivo di una campagna di sensibilizzazione fatta col cuore. «Marialuisa è stata sempre presente sul territorio, conoscendolo e scoprendo realtà finora nell’ombra. Grazie a lei sia Lucera, sia tutti i siti censiti dal F.A.I., hanno avuto e avranno la possibilità di ottenere un futuro migliore, così riuscendo a dare un senso compiuto al F.A.I. stesso». Con queste lodevoli parole, Nico Palatella ha voluto elogiare l’instancabile lavoro messo in campo da una persona che ha investito tempo nel futuro. Ha proseguito evidenziando che i dati a lui pervenuti da poche ore, attestano la provincia di Foggia intorno a circa 30 mila segnalazioni, suddivise in più preferenze. Con ciò, Palatella ricorda che la Capitanata si sta svegliando, investendo tempo e risorse intorno a queste iniziative. Palatella termina invitando tutti a crederci perché è convinto che questa sia la “Chiave di Volta” per il futuro, investendo in un territorio ricco di patrimoni storici da valorizzare e far conoscere a tutta l’Italia.

E’ la volta del responsabile del comitato spontaneo sorto su facebook di “Luc eri: l’antica bellezza si ridesti per salvare il castello di Lucera”, il sig. Luca Russo, che annuncia con entusiasmo le 3.500 firme raccolte, elogiando il lavoro dei suoi collaboratori e del suo corresponsabile, il sig. Alessandro De Troia. Il gruppo, sorto sul social network, è la sintesi attiva di un gruppo di giovani sensibili alla tutela del grande patrimonio d’Italia che “gelosamente” conservano da un millennio, la “FORTEZZA SVEVO ANGIOINA”. Un patrimonio che il gruppo vorrebbe far conoscere ai loro e i nostri figli, preservandolo innanzitutto dall’incuria dei vandali. Mura sporche e disegnate, vetri e lampade rotte, telecamere divelte, sono solo alcuni delle segnalazioni che da mesi interessano le autorità competenti al controllo e ripristino dell’area circostante il Castello. Iniziative di supporto a quella del F.A.I. ma che non devono passare inosservate per garantire il mantenimento di un bene storico e culturale. Russo invita l’Assessore Benincaso affinché s’impegni a ripristinare tempestivamente il servizio di videosorveglianza per preservare almeno ciò che rimane di sano.

La serata prosegue con la lettura delle segnalazioni acquisite mediante firme, rilevando che non sono definitivi i dati consegnati. All’appello mancano diverse schede di alcune scuole attestando le segnalazioni a più di 11 mila. «Un bel risultato considerando che la sezione di Foggia è nata da 5 anni, raggiungendo consensi pari a quelle che da trent’anni operano nel Nord Italia». Con quest’affermazione, Nico Palatella ha evidenziato il ruolo della sezione del capoluogo dauno, esortando tutti a lavorare non solo per siti mirati, bensì per tutto il patrimonio storico e culturale che la nostra terra conserva e che ha il dovere di farsi ammirare nel pieno della loro bellezza. «Un piccolo miracolo; un’eccezione diventata realtà» l’affermazione che Palatella attribuisce ai 5 anni di F.A.I. foggiano.

In sala non sono mancate domande “pungenti”, come sul metodo di controllo e tempi di scrutinio, ben risposte dai due delegati presenti, affermando che il controllo sarà certosino e con sistemi incrociati fra firme e dettagli soggettivi; mentre per i tempi si pensa che un “megascrutinio” richiederà almeno circa5 mesi, ottenendo i risultati orientativamente verso marzo 2011.

Qualche altro presente in teatro ha evidenziato come il dato di Torino, per lo stadio “Philadelphia” (che ricordo è al primo posto assoluto nella graduatoria delle preferenze con votazione sul web), sarebbe frutto del “traino calcistico” e dell’incidenza demografica. Dati che potrebbero invitare a votare il singolo cittadino in nome solo di una passione e non del valore storico.

La serata si è terminata con il saluto delle personalità presenti e con l’invito dell’Assessore Benincaso a promuovere spesso più iniziative di valore culturale. «Oggi si è celebrato un successo, a differenza delle solite notizie di cronaca che attanagliano le giornate di noi cittadini» così Benincaso ha saluto ospiti e intervenuti. Infine, la Dott.ssa D’Ippolito, “fuori tempo massimo” ha voluto avvisare i presenti che il F.A.I. il 4 ottobre inizierà una campagna di sensibilizzazione per la libera raccolta fondi “Difendi l’Italia del tuo Cuore”, che ha l’obiettivo di raccogliere 400 mila euro attraverso l’invio di SMS e segnalazioni tramite telefonia fissa; uomo immagine dell’evento sarà Claudio Baglioni, oltre che ad altre partnership di rilevanza internazionale e sensibili al patrimonio artistico-storico-culturale italiano.

F.A.I. di Foggia per Lucera e la Capitanata ultima modifica: 2010-10-02T00:33:53+00:00 da Nico Baratta



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi