Manfredonia

Dicembrino: “Solidarietà a Cera? Poco credibile colui che la chiede”

Di:

Il rappresentante dell'UdC G.Dicembrino (St)

Il rappresentante dell'UdC, pres. Ase, G.Dicembrino (St)

Manfredonia – “ATTUALMENTE rappresento l’unica sezione dell’UdC presente a Manfredonia. La mia solidarietà a Cera ? Ribadisco quanto detto in precedenza: non conosco e mai ho conosciuto questa persona. Non conoscendolo – continua – mi sembra improbabile poter destinare il mio sostegno e/o la mia fiducia verso qualcosa di non coerente e commessa nei confronti di qualcuno non presente nel reale”. Attacco e menefreghismo: questa la strategia (o chiamala se vuoi “ponderata riflessione comunicativa”) scelta dal rappresentante dell’UdC di Manfredonia (nonché presidente dell’Ase) Giuseppe ‘Peppino’ Dicembrino. Un Dicembrino che a Stato, così come aveva fatto giorni fa ( Nomina Cera. Dicembrino: “non lo conosco”) ha ribadito la sua “totale divergenza” (a livello di pianificazione e strategie personali nel partito) dal (maldigerito, eufemismo) neo coordinatore provinciale dei Centristi Angelo Cera da San Marco in Lamis.

MANFREDONIA, OMBELICO TERRITORIALE DI UNA DISCORDIA (PERICOLOSA) – Si ricorda che, mentre voci e fonti terze continuano a parlare di un lavoro di “ricucita’ in seno agli stessi Centristi (“Nostra intenzione – hanno detto da Foggia – ricreare un clima sereno all’interno del partito affinchè possa continuare a svolgere quel ruolo di componente democratica e cristiana nel mondo della politica locale”. Seguiti dagli auspici: “Siamo sicuri che l’onorevole Angelo Cera saprà, da esperto uomo politico, partecipare ad un progetto serio e costruttivo per un partito che si avvia verso una evoluzione importante”, ndR) era toccato proprio alla sezione di Manfredonia (commissariata) esordire in Capitanata quale punto di partenza del nuovo corso Udc inaugurato dal coordinatore Cera. “A Manfredonia l’Udc è Giuseppe Dicembrino e Franco Di Giuseppe ”, aveva detto l’ex sindaco Dicembrino. “Gli altri ? Sono liberi di fare quello che gli pare”.

LE NOMINE I NOMI – Si ricorda che erano state queste le nomine locali di Cera. Manfredonia – Giovanni Caratù, Cerignola – Gino Borracino, Monte Sant’Angelo – Giovanni Bisceglia, Sannicandro G.co – Augello Roberto, San Severo – Matteo Iantoschi e presidente Antonio De Maio, Torremaggiore – Costanzo di Iorio, San Giovanni Rotondo – Merla Giovanni, Lucera – coordinatore Carmine Bilancia vice Ricci Fioravante e Antonaccio Antonio presidente Di Gioia Luigi; San Marco in Lamis – Bonifacio D’Amico e presidente Soccio Ciavarella Angelo, Ortanova – Russo Gerardo detto Dino, Vieste – Domenico Prudenza, Mattinata – Prencipe Francesco Paolo, Zapponeta – De Feo Matteo, Rignano G.co – Matteo Stanco, Apricena – Villani Vincenzo, Carpino – Russi Giuseppe, Lesina – Basile Mario, Poggio Imperiale – De Carolis Giuseppe, Serracapriola – Cacchione Michele, San Paolo di Civitate – Generoso Perna (Sindaco) presidente Delle Vergini Matteo, Carapelle – Parrella Onofrio, Vico del Gargano – Afferrante Domenico, Ascoli Satriano – Russo Carmine, Troia – Tricarico Giulio, Deliceto – D’Onofrio Gerardo, Castelluccio Valmaggiore – Coppolella Savino, Motta Montecorvino – Iuliani Nicola, Chieuti – Cazzanica Franco, Bovino – Lombardi Carlo, Peschici – Tavaglione Camilla presidente Romondia Elio.

DALL’UDC DI MANFREDONIA SOLIDARIETA’ A CERA: ED E’ BAGARRE – L’ennesimo dissidio corrente, tra un vecchio che rimane ed un nuovo che vuole ma non sembra ideologicamente avanzare, è stato originato stamane dalla “solidarietà” espressa dall’Udc di Manfredonia al segretario nazionale Lorenzo Cesa e al coordinatore provinciale Angelo Cera “per gli ingiustiattacchi personali ricevuti nel documento del 14 e del 21 settembre. Ad essi –riporta una nota diffusa a margine dell’assemblea che si è riunita qualche giorno fa- va la vicinanza personale e politica degli amici di Manfredonia che auspicano un confronto rispettoso delle regole e dei comportamenti nell’interesse generale del partito”. Nel corso dello stesso incontro si è deciso di “affiancare al coordinatore comunale due vice, un presidente, un responsabile dell’organizzazione e un responsabile dei rapporti con l’amministrazione, oltre ad un direttivo di consultori di 21 membri che traghetti le varie anime e le nuove adesioni verso il partito della Nazione” (si ricorda che l’organigramma della sezione Udc del centro di Manfredonia risulta così composta: Michele Gallifuoco e Gino Marinaro vicecoordinatori; direttivo comunale, presidente Matteo Vairo, formato da Grazia Amoruso, Annalisa Brigida, Antonio Carulli, Antonio Esposto, Giuseppe Fabiano, Luigi Fabiano, Oreste Fusilli, Antonio del Nobile, Ciro Pio Gramazio, Sandro Marasco, Matteo Mondelli, Matteo Montanaro, Gerardo Palma, Michele Piemontese, Carmela Paloscia, Saverio Prencipe, Roberto Piemontese, Carmine Sacco, Domenico Ricucci, Andrea Latronica). Attualmente al vaglio la richiesta di adesione al partito della Nazione avanzata da tre consiglieri comunali, riservandosi di decidere in merito nella prossima riunione.


COSA AVEVA DETTO “L’UOMO DELLA DISCORDIA”: “CAMPAGNA DIFFAMATORIA NEI MIEI CONFRONTI” – “In nessuna parte d’Italia sono previsti rimborsi elettorali nei confronti dei consiglieri regionali, provinciali e comunali – aveva detto giorni fa Cera riferendosi ad un articolo stampa – questa è la continuazione della campagna diffamatoria nei miei confronti, messa a punto dai soliti personaggi”. “Capisco la rabbia nei miei confronti per la nomina a coordinatore del partito, ma arrivare ad infangare la mia figura è troppo. Ci sono alcune persone che da una situazione di instabilità del partito di Foggia che si è protratta per un po’ di tempo hanno tratto vantaggio ed oggi continuano a volere questa situazione” conclude l’onorevole. “Ora pretendo dal partito nazionale una decisione senza se e senza ma, o con me o con loro”, aveva concluso Cera nel suo comunicato.

CESA SOLIDALE – Il segretario dell`Udc Lorenzo Cesa, “visti i ripetuti attacchi riportati sugli organi di stampa locali nei confronti dell`onorevole Angelo Cera, coordinatore dell`Udc per la provincia di Foggia, esprime piena solidarietà al parlamentare pugliese e gli conferma fiducia e sostegno per la sua opera di riorganizzazione del partito su tutto il territorio provinciale”. Lo afferma una nota della segreteria nazionale dell`Udc di via Due Macelli.

DICEMBRINO: “SOLIDARIETA’ A CERA ? POCO CREDIBILE IN PRIMIS COLUI CHE LA CHIEDE” – “Solidarietà a Cera ? – dice Dicembrino – Poco credibile colui che la chiede, altrettanto per coloro che gliela destinano”. “Ma insomma chi è quest’uomo – dice ancora Dicembrino – forse se riuscisse ad analizzarsi con coscienza (il presidente dell’Ase sembra richiamare in questo Freud quando parla di un auto-analisi cerebrale nel senso di “un procedimento per l’indagine di processi mentali che sono altrimenti inaccessibili per altra via”, ndR) potrebbe comprendere gli errori fatti. Insomma – continua Dicembrino – quest’uomo (facendo attenzione a non nominarlo mai, ndR) dovrebbe solo vergognarsi”. Poi rincara: “Qualsiasi comunicato o nota redatta e diffusa da una sezione che non vede nel sottoscritto il fautore principale è assolutamente fuori luogo ma soprattutto deliberata in forma arbitraria” Dicembrino a questo punto si rimette alle decisioni del consigliere regionale Giannicola De Leonardis : “Anche il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi (che tanto fece leva sugli interessi e forza dei centristi in campagna elettorale per la propria proclamazione, con l’inserimento in seguito di rappresentanti in seno al Consiglio derivanti forse dal sostegno reciproco fra le parti ndR) è stato informato attraverso un comunicato delle volontà di De Leonardis relativamente alla sezione di Manfredonia. Bisogna solo attenersi alle norme”. Per il futuro, quanto i malumori, le tensioni e gli equilibri labili originatesi in seno alla partito potrebbero avere delle ripercussioni nell’avvenire dell’UdC di Manfredonia e della Capitanata ? “La cosa per la quale sono realmente amareggiato – termina Dicembrino – è che il nostro popolo, e la gente che ci ama, possa aver forse perduto anche in minima parte la fiducia riposta nel partito, a seguito delle recenti polemiche. Resta in ogni modo – conclude Dicembrino – un contraccolpo e/o una variazione anche se temporale nelle parvenze stabili del partito, ma continueremo a lavorare per riscuotere quel consenso globale delle comunità a noi circostanti”.

CERA INTANTO SOGNA UN RUOLO DA ADMINISTRATOR NEL CENTRO DI SAN MARCO – Nel comune garganico si voterà nella primavera dell’anno venturo per dare un sostituto all’attuale primo cittadino, il pd Michelangelo Lombardi. La candidatura di Cera, che i centristi del luogo definiscono “autenticamente sammarchese”, è stata annunciata dalla sezione del centro garganico con un comunicato diramato a tutti gli organi di stampa e firmato dal segretario Bonifacio D’Amico. “Angela Cera è il candidato sindaco per l’Udc”, l’annuncio, squillante. Poche parole, ma nette. Che, verosimilmente, apriranno un nuovo fronte all’interno del partito. E che scateneranno anche il gioco delle alleanze. Che, per il momento, sembra già chiuso. A quanto pare, l’Udc correrà da solo. La strategia in atto – dopo Foggia – sembra allinearsi ai discorsi fatti da Ferdy Casini sin dall’inizio della crisi del governo di Berlusconi. Ovvero, “l’Udc non pone pregiudizi ma si riserva di correre a gambe sciolte, fuori dal sacco, per poter saltare con balzi liberi”. La candidatura di Angelo Cera sarà annunciata ufficialmente dal segretario nazionale scudocrociato, Lorenzo Cesa, dato in discesa garganica già nei prossimi giorni.

Dicembrino: “Solidarietà a Cera? Poco credibile colui che la chiede” ultima modifica: 2010-10-02T10:40:22+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi