Foggia
Il Foggia atteso dal primo vero scontro diretto stagionale

Foggia, sfida al Matera: Auteri sulla strada dei Satanelli

Quanto alla probabile formazione, non si dovrebbero segnalare grossi cambiamenti da parte di Stroppa

Di:

Foggia. Il Foggia atteso dal primo vero scontro diretto stagionale. Domani pomeriggio (ore 16:30), i ragazzi di Stroppa affronteranno sul terreno del “XXI Settembre” di Matera i biancazzurri padroni di casa, in un match che vedrà sfidarsi la prima e la terza del girone C.

Nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico dei Satanelli ha parlato a lungo dell’avversario, ponendo l’accento sul folto seguito di pubblico che avranno i suoi in terra lucana (attesi circa 800 supporters ospiti) e sulla figura di Franco Mancini, che accomuna le due compagini: “Gara difficilissima, lo sono state quelle già affrontate, ma domani giochiamo con una squadra dall’identità ben precisa, bene anche in fase difensiva, allenata bene. Sono curioso di vedere come possiamo affrontarli. Dobbiamo fare quello che abbiamo fatto finora, con la stessa determinazione e cattiveria; non ci cambia nulla sfidare una squadra vicina o distante in classifica. Dobbiamo preparare alla stessa maniera la partita, senza snaturarci e giocando consapevoli della nostra forza. Auteri? Non posso che parlarne bene, a parte che abbiamo giocato insieme a Monza in C, però sono passati così tanti anni che forse neanche ricorda. Tolto questo, è un tecnico di categoria, che conosce il girone a menadito e lo dimostra anche il fatto che tornando a Matera ha creato una squadra che rispecchia le sue caratteristiche; gioca bene, con velocità ed una precisa identità, gli faccio i complimenti per ciò che sta facendo. Per quello che ci riguarda, sappiamo come poter lavorare contro una squadra che gioca a due o tre punte; non snatureremo i nostri concetti di palleggio, per poter lavorare per far male, vedremo come si schiereranno, so che il Matera ha usato diversi moduli, cambiando anche in corsa: è una squadra camaleontica.

Sotto l’aspetto della mentalità non posso rimproverare nulla ai ragazzi, chiunque abbiamo affrontato l’abbiamo fatto con la consapevolezza e la preparazione di un lavoro fatto in settimana, queste sono partite che non hanno bisogno di essere neanche motivate. Per noi è stata una settimana ottima, sempre in crescendo, quando abbiamo una settimana piena lavoriamo bene, sotto l’aspetto fisico e psicologico i ragazzi hanno una condizione eccellente. Agazzi non convocato? Potevamo inserirlo già giovedì, ma ha ancora un po’ di fastidio nel calciare, sarà disponibile da martedì. Il fatto che chi non gioca dall’inizio si inserisca bene dà autostima al gruppo, poiché i ragazzi sanno che l’allenatore poi può cambiare la formazione e farli giocare. Franco Mancini? Ci invitava a casa a sentire Bob Marley e suonare la batteria, il fatto che un calciatore avesse passioni come questa dimostrava come fosse uno “atipico”, con una sensibilità eccezionale. Ottocento tifosi ci seguiranno? Il fatto di andare a Matera ed essere non in venti, ma magari in ottocentoventi, può essere un vantaggio”.

Quanto alla probabile formazione, non si dovrebbero segnalare grossi cambiamenti da parte di Stroppa: confermato il 4-3-3, Guarna sarà tra i pali, con Angelo, Coletti, Empereur e Rubin a comporre la linea difensiva; Vacca ed Agnelli sicuri di una maglia da titolare in mediana, ad affiancarli sarà uno tra Gerbo e Riverola. Tridente con Sarno, Chiricò ed uno tra Padovan e Mazzeo (favorito il secondo).

Il Matera di Auteri arriva all’impegno contro la capolista dopo aver letteralmente schiacciato la Virtus Francavilla a domicilio, nella gara vinta per 1-4 sul terreno del “Giovanni Paolo II”. Per quanto riguarda l’undici iniziale, il tecnico che nello scorso anno ha vinto il campionato con il Benevento sembra intenzionato a tornare ad un 3-4-3: Bifulco in porta, i tre della difesa dovrebbero essere Mattera, Ingrosso e De Franco; centrocampo con Di Lorenzo a destra, Casoli a sinistra, mentre i due centrali dovrebbero essere Iannini ed Armellino, in vantaggio su De Rose. Quanto ai tre davanti, pronto a tornare dal 1’ Carretta, che dovrebbe completare il reparto con gli inamovibili Negro ed Infantino.

PROBABILI FORMAZIONI
MATERA: (3-4-3) Bifulco; Mattera, De Franco, Ingrosso; Di Lorenzo, Iannini, Armellino, Casoli; Carretta, Negro, Infantino. All.: Auteri.
FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Angelo, Coletti, Empereur, Rubin; Vacca, Agnelli, Gerbo; Sarno, Chiricò, Mazzeo. All.: Stroppa.
Arbitro: sig. Ranaldi di Tivoli.

(A cura di Salvatore Fratello – Foggia, 02.10.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati