Foggia
Al “XXI Settembre” di Matera, i rossoneri impattano 1-1 al cospetto dei lucani

Mazzeo-gol, Foggia indenne a Matera: 1-1 e vetta al sicuro

Di:

Foggia. Un guizzo di Mazzeo permette al Foggia di restare in vetta. Al “XXI Settembre” di Matera, i rossoneri impattano 1-1 al cospetto dei lucani, avversari temibili e tra le maggiori candidate alla vittoria del girone; al vantaggio biancazzurro firmato da Armellino risponde dunque il bomber ospite a soli 4’ dal termine.

Sorprende, ma non troppo, mister Auteri, che schiera un 3-5-2 con De Rose a comporre la parte centrale della mediana insieme ad Armellino e Iannini; prosegue con il solito 4-3-3 Stroppa, ma stavolta è Riverola a giocare con Sarno e Mazzeo nel tridente. Pronti, via ed i padroni di casa vedono infortunarsi il proprio bomber Infantino, che esce dal campo dolorante ad un ginocchio ma prova comunque a proseguire il match. Nella fase centrale della prima frazione è Sarno l’uomo più pericoloso in campo: al 20’ l’attaccante rossonero prova la conclusione dalla distanza, mandando però la sfera alta sul fondo; due giri di lancette più tardi, è lo stesso Sarno a scaldare i guantoni di Bifulco, che respinge un’insidiosa punizione del 10 ospite. Doppio infortunio tra le fila dei biancazzurri alla mezz’ora: non ce la fa Infantino, sostituito da Louzada, mentre qualche istante più tardi tocca anche a Mattera lasciare anzitempo il match, con Piccinni a prenderne il posto in campo. A fine primo tempo arriva il vantaggio lucano: al 43’ Negro crossa dalla destra su punizione, prolungaIannini e serve Armellino, che sul secondo palo può battere Guarna con un preciso colpo di testa. Nei 5’ di recupero l’unica opportunità ce l’ha Louzada, che impegna Guarna, la cui deviazione in corner è provvidenziale.

Ripresa con il Matera che prova a colpire con le ripartenze. Al 54’ Louzada fugge in contropiede, supera Rubin e prova a servire il liberissimo Iannini che, a tu per tu con Guarna, perde l’attimo e viene ripreso da due difensori. Bella trama dei lucani al 59’, a ricevere il pallone al limite è ancora capitan Iannini, che con il destro sfiora il palo lontano. Il Foggia alza il baricentro e prova a colpire al 70’, allorquando il neoentrato Letizia pesca a centro-area il liberissimo Agnelli, che calcia addosso a Bifulco, sciupando un’occasione d’oro. Minuto 78, i padroni di casa sfiorano il raddoppio, con Negro che, su punizione dal limite, coglie l’incrocio dei pali, mancando di un nulla il gol che avrebbe chiuso i conti. All’83’ Piccinni stende Sainz-Maza nei pressi del vertice destro dell’area, rimediando anche il giallo e concedendo un calcio di punizione interessante agli ospiti; il successivo tiro di Mazzeo è ben indirizzato, ma viene respinto da Bifulco.Minuto 86, i Satanelli trovano il pesantissimo pari: Mazzeo serve Agnelli, che conclude centrale ma colpisce al volto Bifulco, sulla respinta si avventa come un falco Mazzeo, che batte il portiere lucano e trova l’1-1. Gli ultimi istanti di gara non portano ulteriori sussulti, il Foggia resta anche in dieci, vista l’espulsione per doppio giallo di Loiacono, ma resiste per tutti i 5’ di recupero, portando a casa l’1-1 finale. Stroppa ed i suoi ragazzi conquistano un punto che, oltre a prolungare l’imbattibilità, rappresenta oro colato visto che arriva in uno scontro diretto lontano dallo “Zac”: i rossoneri restano in vetta.

TABELLINO
MATERA: (3-5-2) Bifulco; Mattera (dal 33’ Piccinni), De Franco, Ingrosso; Di Lorenzo, Armellino, De Rose (dall’88’ Strambelli), Iannini, Casoli; Negro, Infantino (dal 30’ Louzada). A disp.: D’Egidio, Scognamillo, Sartore, Meola, Gigli, Carretta. All.: Auteri.
FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Angelo, Loiacono, Empereur, Rubin; Vacca, Agnelli, Gerbo (dall’82’ Sainz-Maza); Riverola (dal 46’ Padovan), Sarno (dal 62’ Letizia), Mazzeo. A disp.: Sanchez, Chiricò, Quinto, Tucci, Martinelli, Sicurella, Dinielli, Coletti. All.: Stroppa.
Arbitro: sig. Ranaldi di Tivoli.
MARCATORI: 43’ Armellino (M), 86’ Mazzeo (F).
AMMONITI: Piccinni (M); Empereur (F). – RECUPERI: 5’ p.t.; 5’ s.t..
NOTE: Espulso al 91’ Loiacono (F) per doppia ammonizione.

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 02.10.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati