Stato prima
A sparare un uomo, Stephen Paddock, che si è ucciso prima dell'arrivo della polizia

Las Vegas, strage al concerto country: 58 morti

La polizia di Las Vegas aveva detto da subito che sembrava "più un'azione di un lupo solitario''


Di:

(ANSA) Strage ad un concerto country a Las Vegas: almeno 58 morti e 515 feriti, secondo l’ultimo bilancio reso noto dallo sceriffo della citta’ Joe Lombardo. A sparare un uomo, Stephen Paddock, che si è ucciso prima dell’arrivo della polizia: il killer ha aperto il fuoco dal 32mo piano dell’hotel Mandalay Bay verso la folla che assisteva a uno show per il festival “Route 91 Harvest”, nelle immediate adiacenze. Testimoni hanno detto di aver visto i bagliori degli spari. Fra i morti ci sono due agenti di polizia fuori servizio: erano tra il pubblico ad assistere al concerto.

La polizia di Las Vegas aveva detto da subito che sembrava “più un’azione di un lupo solitario” escludendo un atto di terrorismo. Ma l’Isis ha rivendicato con un comunicato sul web la strage, ha reso noto il Site, il sito che monitora le attività jihadiste sul web. “L’esecutore dell’attacco a Las Vegas è un soldato dell’Isis – si legge nella rivendicazione dello Stato islamico -. Ha eseguito l’operazione in risposta all’appello a prendere di mira i Paesi della coalizione”. Fonti dell’amministrazione statunitense hanno detto che “non c’e’ alcun segnale che indichi un legame del killer di Las Vegas con gruppi del terrorismo internazionale”. Fatto questo confermato anche da un dirigente dell’Fbi: nessuna connessione finora con organizzazioni terroristiche internazionali. (ANSA)

Las Vegas, strage al concerto country: 58 morti ultima modifica: 2017-10-02T23:15:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi