Manfredonia
"Tornato dalla Germania decise con grande umiltà e passione, di cominciare il lavoro che lui amava di più, commerciante di calzature"

Manfredonia, in omaggio a Matteo Paglione

"Il regalo che ti porgiamo in questo giorno è la promessa di custodirti nel posto più profondo del nostro cuore"


Di:

Manfredonia. ”SI dice che scrutando oltre l’orizzonte, ci sia un non so che di estremamente meravigliso, di mai visto: pare sia una terra sconosciuta, misteriosa, libera dal male e felice, dove hanno sede grandi donne, grandi uomini e bambini, dall’animo speciale.

Mi piace immaginare che avvenga lì una sorta di conversione e mi piace associare queste persone a dei fiori, i quali trasformano le vecchie rugiade non più in lacrime bensì in diamanti, per far più luce a noi quaggiù. Oggi ha intrapreso il viaggio verso questa terra un grande uomo, Matteo Paglione.

In qualità di nipote, parlo a nome di tutti i familiari, figli, nipoti e tutti coloro che gli volevano bene e lo stimavano. “Nonno Matteo” amava raccontare la storia della sua vita a chiunque si fermasse a parlare con lui, lo faceva per orgoglio e anche per tenersi stretto un po’ di compagnia, sopratutto dopo la morte di sua moglie Angela. Raccontava di provenire dall’Abruzzo, da una famiglia di allevatori di bestiame, e che per passione intraprese la strada del commercio delle calzature. Ancor prima di fare ciò emigro’ in Germania, facendo da subito del lavoro un grande valore, da seminare e su cui basare la sua famiglia, cosa che più amava al mondo.

Tornato dalla Germania decise con grande umiltà e passione, di cominciare il lavoro che lui amava di più, commerciante di calzature.

MATTEO PAGLIONE (FOTO CONCESSA DAI FAMILIARI)

MATTEO PAGLIONE (FOTO CONCESSA DAI FAMILIARI)

Cominciò dal nulla, facendo della sua semplice macchina un negozio ambulante, dopo di che con i risparmi compro’ un furgone e giro con questo i mercati di tutto il Gargano. Dietro questi sacrifici c’era un grandissimo amore per sua moglie, Angela, un amore alla base di questi successi, di queste soddisfazioni, in quanto tra di loro correva aiuto e condivisione. Lo dimostra il fatto che anche Angela fece di un magazzino un posto dove vendere le calzature.

Una storia importante questa, costruita mattoncino dopo mattoncino, con grande sacrificio ed immensa passione, divenuta oggi una vera e propria fortezza nel campo delle calzature e della moda, grazie alla passione che continuano a metterci i figli e i nipoti. Tutto questo grazie a nonno Matteo, che ha riversato le sue idee nei suoi figli, forgiandoli secondo il valore che ci rende davvero importanti, prima di tutto a livello umano, parlo del valore dell’umiltà. Come premio, dopo una lunga vita di lavoro e di sofferenza, per la morte precode del suo grande amore, Angela, finamente in questo addio inevitabile avrà sicuramente realizzato quello che era diventato da anni il suo più grande desiderio: riabbracciare sua moglie e aver realizzato che stare solo, senza di lei, sia stato solo un brutto sogno. Un amore esemplare, come esemplare è la storia di questa famiglia, di questo cognome che continuerà a brillare per l’eccellenza nel lavoro, sulla scia di stelle che illumineranno i presenti e i futuri di generazione in generazione, di padre in figlio, di pensiero in pensiero, di passo in passo,finchè amore, passione e vita ci sarà.

MATTEO PAGLIONE (FOTO CONCESSA DAI FAMILIARI)

MATTEO PAGLIONE (FOTO CONCESSA DAI FAMILIARI)

Il regalo che ti porgiamo in questo giorno è la promessa di custodirti nel posto più profondo del nostro cuore”.

(Testo gentilmente concesso a StatoQuotidiano dai figli e dai parenti dell’uomo)

Dalla redazione di StatoQuotidiano condoglianze ai familiari dell’uomo per la scomparsa del loro caro.

Redazione StatoQuotidiano.it

Manfredonia, in omaggio a Matteo Paglione ultima modifica: 2017-10-02T16:22:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Maria

    Le più sentite condoglianze ai parenti per la perdita di una persona umile oltre che un maestro di vita.


  • C. Boni

    Ricordo che ai tempi non girava tanta bamba da quelle parti.
    Condoglianze ai familiari

  • Apprendo con che Matteo Paglione ci ha lasciati. Formulo ai Figli, Nipoti e Parenti le mie Sentite Condoglianze. P.S.: un abbraccio particolare a Gino -mio Amico d’infanzia-.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This