FoggiaStato prima
Il gruppo di Foggia è uno dei pochi in Italia dopo Roma e Firenze

Tolkien agli ipogei: una lettura per ricordarlo con lo Smial

Il gruppo di Foggia è composto da fumettisti, artisti, scrittori, un gruppo aperto a tutti


Di:

Foggia. “Sono fiero di annunciare la creazione di un nuovo Smial” della Tolkien society in Italia chiamato ‘Forest of Neldoreth’ e, udite udite, a Foggia! Amici appassionati, vi aspettiamo non esitate a contattarci per unirvi a noi”. Era 5 mesi fa, l’annuncio su facebook di Silvio Siliberti circa la creazione di una pagina social ispirata al mondo dello scrittore. Non solo di vita virtuale si è attrezzato questo gruppo. Una ventina di persone, periodicamente, si riunisce in locali di Foggia sul modello degli incontri letterari che Tolkien organizzava nel pub ‘Eagle and child’ con professori e amici. Lo Smial è un’associazione fondata dalla figlia di Tolkien, il nucleo di Foggia è uno dei pochi autorizzati in Italia, ne esistono altri due a Roma e a Firenze. Insomma, quasi un unicum, una perla per gli appassionati, qualcosa di cui discutere, per altro verso, come si continua a fare oggi con lo scrittore britannico. Amato, denigrato, commentato, recuperato a sinistra e a destra, revisionato, criticato. Siccome le sue opere sono un archivio immenso, l’opera resta al centro del dibattito.

Letture da ‘Beowful’ e ‘Beren e Luthien’


Il gruppo di Foggia è composto da fumettisti, artisti, scrittori, un gruppo aperto a tutti che “vede la partecipazioni di persone di diversa estrazione sociale e politica -dice il presidente dello Smial Siliberti- ma la politica in quanto tale non ci interessa, per noi è una parolaccia”. Il 7 ottobre, presso gli Ipogei, sono previste letture tratte dalle sue opere con Oronzo Cilli, pugliese, uno dei più prestigiosi esperti di Tolkien. Una guida illustrerà gli spazi dei sotterranei di Foggia. “Leggeremo qualcosa tratta da ‘Beren e Luthien’, il libro postumo, e brani tratti dal Beowulf, mitologia nordica”.

tolkien ipogei

“Coltiviamo passione per la letteratura”


Lo scenario scelto, gli ipogei, non è casuale, è un Foggia criptica molto particolare. “Ci sono tre livelli negli ipogei, le letture si svolgeranno in ognuno di essi. Ci ricordano la terra dei nani, mentre un pezzo del palazzo federiciano e la colonna bianca, la terra di Gondor”. Il reading avviene con la collaborazione di Luigi Colapietro presidente dell’associazione Ipogei. “A Foggia vanno forte il calcio e il cibo, se punti su quelli vinci, noi puntiamo sulla cultura, sulla passione per la letteratura, se già è dentro di te o se deve nascere. Tolkien è amato perché ha messo nelle sue opere tutto la sua vita e ognuno può ritrovare nelle sue opere qualcosa di sé. Che fosse molto cattolico è noto, ma quando nel Silmarillion parla dell’origine del mondo cita ‘dei’, niente di religioso nel senso classico”. Siliberti parla anche delle lingue tolkeniane create ad hoc per i suoi libri e dello studio filologico che ne è alla base. Con l’entusiasmo del pasionario tolkeniano.

Siliberti e la passione per Tolkien


Era dal 2005, quando a Foggia si presentò l’anteprima della Trilogia del ‘Signore degli anelli’, con discussione, gadget e occhi stralunati dagli effetti speciali, che non si parlava pubblicamente dello scrittore inglese. Siliberti ha coltivato questa passione negli anni e in Inghilterra, dove ha soggiornato per lavoro. Maestro di arti marziali, esperto di jeet kune do, disciplina di Bruce Lee, personal trainer con qualifica europea, da alcuni mesi è tornato in Italia. Con Tolkien in valigia, come all’andata, e uno Smial per ricominciare.

(A cura di Paola Lucino, Foggia 02.10.2017)

Tolkien agli ipogei: una lettura per ricordarlo con lo Smial ultima modifica: 2017-10-02T09:58:02+00:00 da Paola Lucino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This