Cronaca

Foggia, secondo parcometro divelto


Di:

La protesta di Fn e Uno di NOi prima dell'inaugurazione del piano traffico (St)

Foggia – E SONO due. Dopo quello in Via Mele (strada laterale rispetto al Comune), un secondo parcometro è stato asportato a Foggia. Questa volta, a finire nel mirino dei vandali è stata una macchinetta sita in Corso Giannone, centro pieno del capuologo, arteria frequentatissima di giorno e strada di passaggio.

Al momento, non si conosce ancora l’entità del danno. Con la sottrazione della strumentazione di Via Mele, i malviventi incassarono (ed era l’incasso di una sola giornata) all’incirca un centinaio di euro. Per loro, un ben pauco guadagno. Per la città un grosso smacco.

Foggia, secondo parcometro divelto ultima modifica: 2011-11-02T13:48:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Anonimo

    Spero che qualcuno riesca a rispondermi!
    Nel parcheggio dell’Ospedale Riuniti, ci sono le macchinette, ma ieri un tizio si è avvicinato per dirmi che dovevo pagare a lui e non dovevo mettere i soldi nella macchinetta! ma è regolare questo tizio? ho fatto bene a dare i soldi a lui???


  • Redazione

    Non dovevi dargli nulla anonimo. Sono abusivi Red


  • Anonimo

    ok sarà pure abusivo, ma nessuno lo manda via?????


  • Redazione

    ce saranno una decina a foggia. uno è anche in centro, vicino alla camera di commercio


  • Redazione

    “Piano parcheggi” a Foggia: ancora segnalazioni di “situazioni paradossali” e di “clamorose cantonate”. “Strisce blù” dinanzi alla fermata degli autobus!!!

    A circa un mese dall’entrata in vigore del nuovo piano di “sosta tariffata” nella città di Foggia, si è ancora una volta costretti a “segnalare” molteplici situazioni “poco ortodosse” che riguardano la collocazione delle famigerate strisce blù . Il Comune e l’ATAF si erano, infatti , ripromessi di “porre rimedio” a certi “macroscopici errori” e “marchiane sviste” in cui erano incorsi nel mettere in esecuzione il nuovo piano- parcheggi comunali ma, ad oltre 30 giorni dal suo avvio, poco o nulla è stato fatto in questo senso, tanto che attualmente permangono situazioni che , quasi certamente, saranno oggetto , tra un po’ di derisione nazionale, da parte di programmi televisivi come “Striscia la Notizia” o “Le Iene”!

    In particolare, afferma il giovane legale foggiano – avv. Eugenio Gargiulo -, da numerosi cittadini ed automobilisti mi sono state “evidenziate” due diverse collocazioni di “strisce blù” che appaiono alquanto bizzarre e oggetto di possibili violazioni del codice della strada: la prima , interessa via Galanti , nei pressi della sede ENEL , della Questura di Foggia, nonché della sede dell’Ufficio del Giudice di Pace e del
    Tribunale Sezione Lavoro. Qui è possibile riscontrare una originaria
    collocazione delle strisce blù , addirittura sul marciapiede che costeggia un lato della sede dell’ENEL, ora riposizionate ai margini della carreggiata ( nel rispetto,quindi, del codice della strada) , ma comunque ricollocate in modo inappropriato in quanto andanti a restringere in modo drastico una strada a doppio senso di marcia , caratterizzata dal passaggio di numerose “corse” di autobus della linea urbana . E poiché in zona sorgono, altresì, due importanti istituti scolastici gli “ingorghi stradali” sono ormai diventati una conseguenza inevitabile in quella via che è diventata un vero e proprio
    “imbuto” del traffico!

    Sempre in via Galanti, poi, gli
    automobilisti, spiazzati dal riposizionamento delle strisce blù ai margini della carreggiata, persistono, invece, nel “parcheggiare” i propri autoveicoli sul marciapiede “Enel”, pensando di evitare, così, il pagamento della tariffa di sosta e, nel contempo, di “scansare” una contravvenzione per divieto di sosta….e la confusione della situazione parcheggi in quel punto “nevralgico” stradale aumenta !!!

    Ma, senza dubbio, la situazione più “comica” che , se non modificata entro breve tempo, sarà oggetto di servizi televisivi nazionali ,- continua l’avv.
    Eugenio Gargiulo- è quella è segnalata in viale di Vittorio, nei pressi del Museo di Scienze Naturali (ex Liceo Scientifico “Marconi”) ove, addirittura, in corrispondenza e dinanzi ad una fermata degli autobus urbani sono state collocate delle strisce blù e dei parcheggi a pagamento a “spina di pesce”!!!

    Naturalmente queste ultime due
    segnalazioni “fanno il paio” con tutte quelle pervenute in questi giorni agli organi di stampa ed , in particolar modo, -conclude l’avv. Eugenio Gargiulo – con quelle relative alla collocazione delle strisce blù entro le carreggiate ma in “piena curva” , in probabile violazione dell’art.158 – lettera c – del Codice della Strada!

    Urge, pertanto, porre davvero rimedio a queste , ci si augura “innocenti ed involontarie sviste” onde evitare di “beccarsi un provolone” dagli inviati di “Striscia” Fabio e Mingo!!!

    Foggia, 7 novembre
    2011
    Avv. Eugenio Gargiulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This