Sport

Allegri: «In campo per il primo obiettivo della stagione»

Di:

«Una grande prestazione, per regalare ai tifosi e alla società il passaggio del turno anticipato»: l’obiettivo di Massimiliano Allegri è chiaro, in vista del match di Champions League contro il Lione che potrebbe già consegnare ai bianconeri, in caso di vittoria, la qualificazione agli Ottavi di Finale.

«Passare il turno è il primo obiettivo stagionale: iniziamo a raggiungerlo, poi penseremo al secondo, che è quello di avanzare da primi del girone, ed infine al terzo in ordine cronologico, che è la Supercoppa Italiana a Doha»: il tecnico bianconero non nasconde le difficoltà del match di domani: «Sarà una partita difficile, come tutte quelle in Europa. Sabato il Lione ha ottenuto una bella vittoria in trasferta, giocando bene e con una buona fase difensiva. Serve rispetto per un avversario che all’andata ha saputo crearci qualche pericolo: abbiamo il vantaggio della vittoria in trasferta e dovremo essere bravi a non sprecare quanto fatto all’andata».

Juventus prima nel girone e prima in campionato, ma i margini di miglioramento ci sono ancora. Allegri lo sa, ed è consapevole del cammino intrapreso: «E’ normale che si debba migliorare. Siamo solo all’inizio della stagione: il nostro obiettivo è arrivare a marzo competitivi e farci trovare pronti per la volata finale in campionato e in Champions. Prima, però, bisogna passare il turno e pensare un passo alla volta».

A parte l’indisponibile Chiellini, la difesa a disposizione del mister è al completo, con diverse possibilità anche dal punto di vista tattico: «Avere giocatori duttili come Dani Alves e Evra, che possono giocare sia a tre che a quattro, mi consente di muovere la linea difensiva a seconda di come si schiera l’avversario. A parte Giorgio, ho tutti i difensori a disposizione, anche Evra e Benatia stanno bene e domani farò le mie scelte».

Una squadra in salute, con due punti fermi a centrocampo: Khedira – «Domani gioca di sicuro», afferma il mister – e Marchisio: «Claudio sta bene. Sabato contro il Napoli l’ho tenuto a riposo, ha giocato soltanto gli ultimi venti minuti, perché era giusto tenerlo fuori dopo la partita di mercoledì. Claudio ci ha dato esperienza, è un giocatore specifico in quel ruolo, negli ultimi due anni è migliorato molto e può migliorare ancora, senza nulla togliere agli ragazzi che ho a disposizione».

Vigilia di una sfida già decisiva, ma il primo posto del girone rappresenterebbe davvero un traguardo positivo? Massimiliano Allegri sorride: «Bisogna vedere come saranno le classifiche alla fine: al momento, se i gironi finissero così, noi troveremmo squadre come Real, PSG, City o Bayern Monaco. Visti gli abbinamenti dei gironi, di queste quattro quasi sicuramente ne potremmo incontrare una. Pensiamo a domani, poi vedremo l’evolversi della classifica… Una volta passato il turno, sarà la Dea Bendata a dirci il nome del nostro avversario».

fonte juventus.com



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati