Sport
Per tenere il ritmo della Spagna, l’Italia affronterà la trasferta a Vaduz con il Liechtenstein

Calcio, la nazionale torna a Milano

Azzurri in netto vantaggio nei precedenti

Di:

Roma. La Nazionale torna in campo per le due sfide di Novembre: prima l’inedito confronto con il Liechtenstein (Stadio “Rheinpark” di Vaduz, 12 Novembre ore 20.45) valido per le EuropeanQualifiers alla Coppa del Mondo FIFA Russia 2018, poi il remake di una delle grandi classiche del calcio mondiale, Italia – Germania (Stadio “Giuseppe Meazza” di Milano, 15 Novembre ore 20.45) per un’amichevole di prestigio a 4 mesi di distanza dall’ultimo confronto di Bordeaux con il successo tedesco ai calci di rigore dopo l’1-1 dei supplementari nell’Europeo 2016.

Gli Azzurri, che si raduneranno il 6 Novembre al Centro Tecnico Federale di Coverciano (le convocazioni attese per sabato alle ore 13.00 ndr), affrontano le ultime gare di un 2016 molto positivo: dopo l’ottimo Europeo chiuso ai quarti di finale, la Nazionale ha iniziato il cammino verso il Mondiale 2018 con due successi (entrambi in trasferta con Israele e FYR Macedonia) e un pareggio contro la Spagna, la rivale principale sulla strada per la Russia, risultati che valgono il primato del girone alla pari degli iberici. Per tenere il ritmo della Spagna, l’Italia affronterà la trasferta a Vaduz con il Liechtenstein fanalino di coda del girone (0 punti in 3 gare), prima di tornare in campo a marzo contro l’Albania.

Prima di salutare il 2016, gli Azzurri hanno in agenda un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di calcio e per tutti i tifosi della Nazionale: Italia – Germania, a Milano come tre anni fa (finì 1-1), una gara che rappresenta la storia del calcio: di fronte due Federazioni che vantano 8 Coppe del Mondo e 4 Campionati Europei, nel ricordo di una partita passata alla storia (la semifinale del Mondiale ’70 in Messico con il 4-3 nei supplementari firmato dal “golden boy” Rivera), ennesimo confronto di una lunga serie che conta 34 precedenti (3 a Milano), tra i quali per noi particolarmente memorabili quelli nella finale Mondiale 1982, nelle semifinali del Mondiale 2006 e dell’Europeo 2012.

Azzurri in netto vantaggio nei precedenti (15/8 con 11 pareggi), anche se non vinciamo un confronto diretto da oltre 4 anni (giugno 2012) e abbiamo raccolto solo 2 punti nelle ultime 3 gare, fino all’eliminazione ai quarti dell’ultimo Europeo.

(fonte figc)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati