Manfredonia
A cura di Michele Apollonio

Manfredonia. Tonino Prencipe “Lascio perchè deluso”

"Continuerò ad impegnarmi lealmente nell'Amministrazione del sindaco Riccardi nell’intento di contribuire, per quanto è nel ruolo che svolgo, a portare avanti un progetto politico che ho condiviso"


Di:

Manfredonia, 02.11.2017. Fra coloro che non hanno rinnovato la tessera al PD, c’è anche Antonio Prencipe, docente di lettere, attuale presidente del consiglio, con un curriculum di militante “di sinistra” e di incarichi nella pubblica amministrazione, segnalatosi per le sue posizioni moderate che non hanno escluso critiche nei confronti del partito e dell’amministrazione comunale.

Gli chiediamo le ragioni e che valore ha la sua rinuncia alla tessera del PD.
“In molti lasciano il Partito Democratico anche per le tante scelte sbagliate che sta facendo a livello nazionale (legge elettorale, alleanze, scuola ecc.), io ci penso da tempo non avendo rinnovato la tessera 2017 di adesione a quel partito”.

Un PD cambiato nei valori di fondo?
“Come tanti non mi riconosco più in questo PD “autoreferenziale” e non condivido, in particolar modo a Manfredonia, l’unico suo modo d’agire: non compromettere il tradizionale equilibrio politico”.

Un partito senza una sua progettualità?
“Il PD cittadino non ha progetti per la Comunità, è politicamente inconcludente e fuori gioco, non interviene sui temi decisivi per il destino della città, interessato solo a difendere il proprio fortino fatto di postazioni personali”.

Che non ha futuro?
“Il futuro è da riprogettare: c’è da ricostruire un contenitore di progetti da realizzare con tutti quelli che credono in una città finalmente protagonista e mostrano, anche nello stesso PD, capacità di pensiero e autonomia d’azione”.

Un abbandono con rimpianto?
“Lascio questo partito perché, soprattutto nella nostra città, è chiuso a difesa dei propri interessi politici e delle carriere di alcuni, restìo al cambiamento vero, non solo di facciata, incapace di agire in modo libero”.

Lascia anche la politica?
“Continuerò ad impegnarmi lealmente nell’Amministrazione del sindaco Riccardi nell’intento di contribuire, per quanto è nel ruolo che svolgo, a portare avanti un progetto politico che ho condiviso nel quale continuo a credere e che nelle sue impostazioni originarie era volto alla trasformazione sociale ed economica della città”.

L’abbandono di Antonio Prencipe dal Pd non è passato inosservato, così come molta evidenza ha avuto l’altro abbandono eclatante, quello di Dino Imperatore anch’egli con un curriculum di rilievo nella pubblica amministrazione e nell’esecutivo del PD. Sono gli ultimi, in ordine di tempo, che si aggiungono alla sempre più folta schiera di dem veraci che rinunciano al partito, tra essi Franchino Castriotta, Michele Spinelli entrambi ex sindaci della città.

Una crisi conclamata nel PD locale così come in qualche modo tratteggiata nelle dichiarazioni degli ormai ex dem. L’incantesimo si è rotto e si riconoscono i colpevoli.

Nei giorni scorsi è stata rinnovata la dirigenza del PD, la segreteria affidata ad una donna, Michela Quitadamo, nella speranza che il cambio di genere porti anche un cambio nella gestione e dunque nella politica di quel partito. Gli intendimenti sono speranzosi: Michele Apollonio

Manfredonia. Tonino Prencipe “Lascio perchè deluso” ultima modifica: 2017-11-02T12:25:28+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
35

Commenti


  • Elettore Pd (non mi fregate più)!!

    Si dimetta anche da consigliere e da presidente del consiglio, altrimenti le sue sono chiacchere. Lei ha conviso il potere locale per anni, solo adesso si è svegliato il professorino! Siete tutti uguali intanto ti becchi le indennità del Comune! Per rispetto dei tuoi elettori ti devi dimettere dal comune!


  • Onda anomala

    L’onda anomala che vi travolgerà e spazzerà via tutto il vecchiume della politica con la p minuscola tutti sta per arrivare.


  • Crozza Presidente della Repubblica


  • sasa

    te ne sei accorto ancora adesso? sono almeno 15 anni che il PD si comporta cosi. Scommettiamo che i nomi dei prossimi candidati a Roma sono sempre gli stessi? a chi la date a bere, i politici pensano al loro stipendio e basta


  • IL GIULLARE SIPONTINO

    SEMBRATE TANTI CANI BASTONATI!!! CHE SI LECCANO LE FERITE !!AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
    VI STA BENE FA BENE IL PADRONE A BASTONARVI!!!! AH AHA AHA AH


  • Nicola

    Caro pennivendolo a gettoni, come ci sguazzi ottimamente in queste situazioni. Raccontaci piuttosto, di quello che percepivi dal comune di MANFREDONIA negli anni passati, quando si mangiava e si beveva alla faccia di un eventuale dissesto.

  • NON HAI PIÙ’ NIENTE DA CHIEDERE…NON CREDI….ANCHE SENZA TITOLI….CAPISCI A ME!!!ORMAI SEI IL VECCHIO…RASSEGNATI!!!


  • Giuseppe

    Quando non vi accontentano, diventate capricciosi, ma quali ideologie e valori…


  • toroseduto

    Continuerò ad impegnarmi nell’intento a portare avanti un progetto politico che ho condiviso nel quale continuo a credere , interessato solo a difendere il proprio fortino personali”


  • Lecchino

    tutto quello che non gli piace del PD è incarnato dall’attuale sindaco ma lui fa finta di non vedere e non sentire. #TiPiaceVincere facile


  • Peppino

    Bravo Tonino! Tu non sei un ignavo cioe un essere colpevole d’indolenza o di viltà di fronte alle responsabilità del proprio stato o della vita. Dimettiti da presidente del Consiglio e ritirati a fare la vita da pensionato godendoti quel che resta dei tuoi giorni…


  • il giustiziere

    Hahahahaha….
    Ma veramente pensate che questi, anche perdendo le elezioni, si toglieranno dai co.io.ni e vi faranno governare ?
    Siete troppi ingenui…


  • il giustiziere

    Hahahahahaha…
    Ma veramente pensate che questi, anche se perdono le elezioni, si toglieranno poi dai co.io.ni e vi permetteranno di governare ?
    Siete proprio degli ingenui….


  • il giustiziere

    Hahahahahahaha….
    Ma veramente credete che questi, anche se perdono le elezioni, si toglieranno poi dai co.io.ni. per permettervi di governare ?
    Siete solo degli illusi….


  • Boris Spassky

    CHIACCHIERE.
    SFIDUCIA IL SINDACO.

    Dal momento che critichi la politica del PD:
    “Il PD cittadino non ha progetti per la Comunità, è politicamente inconcludente e fuori gioco, non interviene sui temi decisivi per il destino della città, interessato solo a difendere il proprio fortino fatto di postazioni personali”. (cit. testuale)

    non ti sembra un controsenso affermare:
    “Continuerò ad impegnarmi lealmente nell’Amministrazione del sindaco Riccardi …” (cit. testuale).

    Più che altro sembra un voler mantenere la poltrona.


  • Antonello Scarlatella

    Il Partito Democratico agisce ed opera con metodologie vetuste che non hanno nulla a che vedere le esigenze di un movimento, partito politico di un paese globalizzato che deve guardare al futuro.
    Ad oggi io lo chiamo il partito “surrogato” della peggiore ala della democrazia cristiana.
    Questo sia a livello nazionale che a livello locale.
    Ovvio poi se dall alto viene gestito con mediocrità e disonestà intellettuale figuriamoci nelle periferie cosa accade.
    Faccio un solo esempio. A chi poteva venire in mente di affidare il delicato compito di commissario alla ricostruzione per il terremoto ad una donna che non ha alcuna competenza in merito tanto meno titoli di studio a supporto. Oltre al fatto che il suo unico incarico prima della politica fu l amministratrice di una cooperativa di conserve alimentari per giunta fallita.

    Sorrido poi quando i dirigenti del PD continuano a dichiarare che il partito democratico è un partito di sinistra.
    Vorrei veramente sapere una cosa di “sinistra” che questi soggetti hanno fatto per la nostra nazione dalla loro costituzione.
    Il partito democratico a livello nazionale e poi scendendo a livello locale a mio avviso è solo un grande condensatore e contenitore di persone che non hanno ne arte e ne parte e che cercano nella politica la loro collocazione e disposti a qualsiasi compromesso.
    Ovvio chi ottiene il raggiungimento del suo obiettivo poi di default diventa persona gestibile dal vero potere Italiano ed internazionale…le famose lobby.
    Da tener presente però che anche nel PD come nelle peggiori famiglie ci sono anche persone per bene ancorate a principi sani e persone visionarie.
    Vedo però che in quest ‘ultimo periodo tutti i migliori vanno via…iniziando dal Presidente del Senato.
    Renzi tanto amato anni fa a partire da me, è riuscito a rottamare un partito a sfaldarlo a imbottirlo di incapaci gestibili per 4 denari. Incapacità o un progetto politico telecomandato da quel famoso terzo livello di Giovanni Falcone?
    Poniamoci la domanda e diamoci la risposta.


  • Donato

    Bisogna essere propositivi.
    In tutte le cose che fate o che dite.
    Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
    I giovani prima di tutto.
    Il lavoro.
    I politici lo sanno.
    Non è colpa loro.
    Se le cose non si fanno
    Guardate il bicchiere mezzo pieno.
    Grazie


  • Zuzzurellone Sipontino

    Prencipe, Palumbo e dell’ ultim’ ora anche Salvemini …come dire….. dui piit inda na scarp?????????????? Oppure le parallele divergenze???????????????


  • Il dauno

    Quel livello sig. Scarlatella esiste da decenni..anche nelle periferie oltre che a livello centrale.


  • Anonimo

    Come il cane….l’osso non lo molla neanche se viene attaccato dai suoi consimili…..
    Lo vuole sempre e solo per se per dimostrare che è forte ed è il più potente.
    Ma la storia insegna che nessuno è potente senza un esercito al suo fianco….


  • Manfredoniano

    questi faccioni si dimettono perchè si vergognano di vedere i telegiornali con la famiglia..di udire gli strali della gente…ma questi faccioni sono responsabili anche dello sfascio di Manfredonia da anni stanno attaccati alle poltrone. Non la mollano mai sino a 100 anni, Napolitano docet.


  • Titanicdonia

    Bravo! Uno dei musicisti principali che rimane a bordo in attesa dell’inabissamento, da apprezzare il suo estremo coraggio e spirito di sacrificio.


  • Claudio

    Beati coloro che negli anni 70/80 hanno conseguito la laurea all’Università di Urbino. Eccellenza italiana dalla quale sono usciti illustri personaggi politici di Manfredonia e che oggi con coraggio, dopo aver prestato il loro contributo alla crescita fantastica della città di Manfredonia anche ricoprendo cariche assessorili si pongono in contrasto con la stessa amministrazione con la quale hanno immolato la città.


  • Raffaele Vairo

    Se mi è consentito allargare la discussione con qualche riflessione più in generale su quello che sta accadendo nel PD a livello nazionale e che si riverbera, fatalmente, anche a livello locale.
    Il PD da molti elettori non viene più percepito una forza politica di sinistra. Questo spiega l’emorragia di voti perduti (diversi milioni) e la fuoruscita di moltissimi dirigenti nazionali e locali dal partito.
    Certo non tutti coloro che lasciano lo fanno per ragioni ideali…
    Si sa, quando la nave sta affondando è meglio salire sulla scialuppa di salvataggio prima degli altri, nella speranza di …
    La realtà politica del nostro Paese si è sempre distinta, storicamente, per il trasformismo dilagante.
    Sono, com’è noto, tanti i politici voltagabbana senza dignità e onore.
    Ciò premesso, bisogna riconoscere che Matteo Renzi ha preferito, e continua a preferire, ai collaboratori leali quelli fedeli…alla sua linea politica che è e rimane, sostanzialmente, di destra.
    Evito di elencare i suoi provvedimenti, cito soltanto il Jobs act!
    Nel PD è il momento di avere il coraggio di urlare “il re è nudo”, anche se quelli che lo hanno fatto sono stati derisi, insultati, isolati e spesso definiti “gufi”.
    Il PD o ritorna a suoi valori, ovvero alla sua tradizione politica di sinistra democratica (sensibile ai diritti e ai bisogni dei più deboli e dei meno abbienti) o è destinato politicamente ad implodere.
    Renzi mi fa pensare a Francesco Schettino e al naufragio della Costa Concordia nelle acque dell’Isola del Giglio.
    Renzi con le sue manovre azzardate e rischiose (politiche di destra) si è avvicinato in modo esagerato con la propria imbarcazione (il PD) all’Isola del Giglio (il modo delle banche e della finanza) causando un disastro poltitico immane.
    Non sono un elettore del PD ma devo dire, sinceramente, che mi dispiace vedere un partito, con una storia politica così importante per il nostro Paese, ridotto in questo condizioni!


  • miki

    I comunisti ad uno ad uno fuori dal PD! È giusto così! Non c’è spazio per i nostalgici conunisti nel nuovo PD.


  • Donato

    Si è bravi solo ad offendere.
    Ma secondo voi Riccardi non vorrebbe una città pulita?
    Non vorrebbe le strade le fabbriche
    Quanta gente va da Riccardi a chiedere che gli pagano le bollette.
    Quanti un lavoro.
    La coperta è corta.
    Come si fa in 5 anni a mettere tutto in ordine?
    Vedere lontano nel passato.
    Ed ora questa emoraggia di persone che lo lasciano solo.
    Ma fatemi capire.
    Cosa volete a Manfredonia.
    Il pallone, il carnevale, o il lavoro l’ospedale le fabbriche?
    Beh allora non è Riccardi il caronte.
    È lo stato regionale che poi dipende da quello centrale.
    Basta con gli insulti.


  • kalip

    tonino sei rimasto con la bocca asciutta


  • Sven Goran

    Il signor Donato dimentica che il sindaco Riccardi è al suo secondo mandato.


  • Antonello Scarlatella

    Donato, guarda che il Prencipe responsabilmente non ha detto che abbandona Riccardi ma che non vuole più appartenere al PD. Sono due cose diverse.
    Coloro i quali abbandonano Riccardi in questa fase io li inquadro come coloro i quali non hanno ottenuto il loro oggetto del desiderio..oppure gli è stato tolto l oggetto ottenuto. (Magari per mancanza di risultati)
    Altra cosa invece chi non condivide le linee politiche di un partito che va da altra parte.
    Sono certo che Riccardi voglia una città pulita e piena di aziende.
    Ma per fare questo ci vuole una classe dirigente non una combricola di elementi che si atteggiano ad oppositori ma che tutt altro sono oppure una schiera di opportunisti che quando non hanno raggiunto i loro obiettivi personali abbandonano il campo mettendosi dichiaratamente contro.
    La politica dell odio uomo contro uomo.
    La politica dell invidia.
    Questi sono i veri elementi che non hanno fatto crescere la nostra città….e non la faranno mai crescere.


  • Franco

    Ma come si fa a criticare pesantemente il PD e uscirne per poi continuare ad appoggiare l’amministrazione Riccardi?
    Un mistero, visto che Riccardi (insieme agli altri due membri della triade, Campo e Bordo) sono l’espressione più autentica del PD locale.
    Se me lo spieghi, Tonino Prencipe, riuscirò a capirci di più.
    Io per prima cosa mi sare dimesso da presidente del consiglio (carica remunerata) per dimostrare che non è tutto un bluff.

  • SCIAGURATI A DIR POCO!!!!!!!!!!


  • LETTORE

    SI ALCUNE OPERE PUBBLICHE EFFETTUATE MA C’E’ DIRE CHE HANNO TRASFORMATO IL LUNGOMARE DEL SOLE IN UNO DEI PIU’ ORRENDI DEL MONDO, UNA FOGNA PALUSTRE E CHE DIRE DELLA STAZIONE FANTASMA DI MANFREDONIA OVEST E CHE DIRE DEL MERCATO ITTICO E CHE DIRE DELLE STRADE E DELLA MANUTENZIONE DEL VERDE E CHE DIRE DEL PARCO GIUOCO E CHE DI DELLA ILLEGALITA’ DILAGANTE A MANFREDONIA SULLE VENDITE DI CONTRABBANDO DI DERRATE ITTICHE E CHE DIRE DEI VIGILI URBANI CHE PRATICAMENTE SONO SPARITI E SI VEDONO IN GRUPPO SOLO ALLE FESTE DEI MORTI E ALLE FESTE DEL CARNEVALE MENTRE INTERI RIONI LA VILLA COMUNALE LE STRADE PRINCIPALI DI MANFREDONIA SONO PRIVE DI UN CONTROLLO SERIO NON NE PARLIAMO POI DELLA REPRESSIONE DEL BULLISMO INFANTILE E DELL’INFRANGIMENTO DELLE REGOLE ELEMENTARI CIVILI E GIKURDICHE E FINANZIARIE DI NUMEROSI COMMERCIANTI E CHE DIRE DELLE TASSE ALTISSIME CHE DEBBONO PAGARE I CITTADINI DI MANFREDONIA E CHE DIRE DELLO SPLENDIDO SUCCESSO DEI PATTI D’AREA E CHE DIRE DELLE MIGLIAIA DI GIOVANI SIPONTINI CHE EMIGRANO PER LAVORARE…E CHE DIRE DELLA VERGOGNOSA CANCELLAZIONE DELLA SCOGLIERA IN PIENO CENTRO SACRIFICATA IN UN NOME DI UN PORTO TURISTICO INUTILE E SENZA BARCHE?
    SEI COMPLICE CARO PRENCIPE DI TUTTO QUESTO E NON SOLO TU MA TANTI ALTRI, DICI DI AVER CONDIVISO IL PROGETTO DEL PASSATO, MI AUGURO CHE HAI DEI FIGLI E E DEI NIPOTI E DEGLI STUDENTI CHE TI CHIEDANO SPIEGAZIONI IN MERITO. IN POCO MENO DI VENTI ANNI AVETE FATTO DELL’EX PERLA DEL GARGANO, UN CUMULO DI MACERIE.


  • LETTORE

    E NON ANCORA SI SA NULLA DELLA DRAMMACITISSIMA HISTOIRE DELLA SPAVENTOSO DEPOSITO DI GPL!!


  • LETTORE

    DIAMINE! DIMENTICAVO IL VOSTRO ULTIMO CAPOLAVORO: LA RACCOLTA DIFFERENZIATA!!


  • jmbo

    Caro prof., come insegnante i tuoi alunni non ti rimpiangono… non ti rimpiangeremo nemmeno come amministratore dimissionario se avessi le p per farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi