Cronaca

Foggia, nasce Centro Antiviolenza. Nuzziello: “Per uscire dagli abusi”


Di:

Contro la violenza sulle donne (ST)

Foggia – “La violenza contro le donne si deve e si può combattere, se l’imperativo è accompagnato da un sistema di welfare rivolto a far emergere la dilagante piaga sociale. La Puglia conta 13 Centri Anti Violenza al servizio delle donne per uscire da ogni genere di abuso e violenza, un’infrastrutturazione sociale integrata che il governo regionale ha realizzato attraverso l’approvazione di una serie di atti fondamentali, quali il “Piano regionale delle politiche sociali 2009 – 2011” e le “Linee Guida regionali per la rete dei servizi di prevenzione e contrasto alla violenza”. Così, la consigliera regionale foggiana, Anna Nuzziello, accoglie la nascita del Centro Anttiviolenza di Foggia, previsto per l’anno venturo.

“Presto, nel 2012, anche la città di Foggia avrà il suo Centro Antiviolenza, insieme al Centro Cittadinanza Donna – ricorda Nuzziello – Una politica innovativa di welfare che il Governo Vendola ha intrapreso, che mette a disposizione delle donne di Puglia gli strumenti necessari per contrastare e prevenire la violenza di genere: equipe sociosanitarie integrate, servizi residenziali, sostegno economico e formativo per l’autonomia e l’indipendenza delle donne”.

“Tramite – si legge nella nota – i Piani sociali di Zona abbiamo realizzato nelle Province e nei Comuni una rete di servizi multidisciplinari e un’infrastrutturazione sociale degna di una Regione civile e democratica che pone al centro della sua crescita economica e culturale l’integrazione sociale e il benessere dei pugliesi meno fortunati. Molto è stato fatto e lo abbiamo realizzato con la scure del governo nazionale sulle risorse agli enti locali, ma il nostro impegno continuerà sempre lungo questo percorso, verso una Puglia più equa e solidale”.

Redazione Stato

Foggia, nasce Centro Antiviolenza. Nuzziello: “Per uscire dagli abusi” ultima modifica: 2011-12-02T18:02:18+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi