Manfredonia

“Tribunale Manfredonia a rischio soppressione. Istituzioni intervengano”


Di:

Esterno Tribunale di Manfredonia (ST)

Manfredonia – “SI esortano il sindaco Angelo Riccardi e il Consigliere Regionale avv. Giandiego Gatta ad attivarsi al più presto onde evitare di privare la collettività di un inalienabile servizio pubblico”. Questa la richiesta del rappresentante di CONFCONSUMATORI, Confederazione Generale dei Consumatori di Manfredonia, avv. Katia Spagnuolo, per “scongiurare il pericolo di soppressione” della sede distaccata della sez. del Tribunale di Manfredonia, alla luce della delega al Governo per la revisione della geografia giudiziaria e facendo seguito alle iniziative intraprese dal Direttivo dell’associazione “Unione degli Avvocati del Tribunale di Manfredonia”, attesa l’importanza della questione trattata.

“Il momento storico che stiamo attraversando e che stiamo subendo con tutte le sfavorevoli congiunture politico-economiche che lo connotano, com’è noto, rischia di compromettere per certi aspetti la stessa esistenza dell’Avvocatura socialmente e costituzionalmente insostituibile, ma soprattutto i diritti dei cittadini-consumatori – dice il legale a Stato – Il fatto stesso che la voce degli avvocati non sia mai stata realmente ascoltata dai diversi Governi succedutisi negli ultimi anni, dovrebbe far riflettere sulla circostanza che, evidentemente, la categoria non rappresenta affatto una casta, né un centro di potere, né tantomeno un monopolio”.

“Del resto, in tema di riforme della Giustizia in generale in chiave di maggiore efficienza e ragionevole durata dei processi civili dall’altro, il Legislatore ha sempre disatteso le istanze dell’Avvocatura e deciso in totale autonomia l’impostazione da seguire, con i risultati evidentemente scadenti che ad oggi si stagliano sotto gli occhi di tutti i cittadini, sempre più delusi dal servizio reso loro nelle aule di giudizio”.


“Una Giustizia resa difficile da attivare per la maggior parte dei cittadini, se si considerano i continui ritocchi agli aumenti dei contributi unificati degli ultimi mesi, l’introduzione di contributi unificati oltre a spese di diritti in materie esenti prima del 6 luglio 2011, l’impossibilità per un cittadino- consumatore di proporre un ricorso avverso una sanzione amministrativa, atteso che solo per depositarlo si parte da €37 di contributo unificato più marca da bollo“. Pertanto , l’eventuale soppressione della sede distaccata della sez. del Tribunale di Manfredonia, avrebbe il “risultato pratico di un ulteriore aumento dei costi per i cittadini-consumatori, in quanto tutte le attività andrebbero svolte a Foggia, comprese le prove testimonianze, oltre ad una perdita di posti di lavoro”.

Avv. Katia Spagnuolo, legale Confconsumatori- delegazione di Manfredonia (ST)

Si ricorda che la sede distaccata del Tribunale di Manfredonia, ha un bacino di utenza notevole servendo i Comuni limitrofi quali Mattinata, Monte S. Angelo e Vieste. “Con la solita vecchia scusa del libero mercato e della crescita economica del Paese, tuttavia, si prevedono due pesi e due misure, a seconda degli interessi particolari messi in gioco. Non bisogna, infatti, dimenticare che il diritto di difesa è costituzionalmente garantito”. “È impensabile, quindi, che il legislatore (delegato o ordinario che sia) possa snaturare questa essenziale funzione sociale, creando una Giustizia di serie A per i ricchi ed una di serie B per i meno abbienti. Si esortano tutte le Autorità Locali in modo da non privare la collettività di un inalienabile servizio pubblico, e di evitare l’ ennesimo scippo alla Città di Manfredonia a danno dei diritti dei cittadini”, conclude il legale di Manfredonia, rappresentante di Confconsumatori.


g.defilippo@statoquotidiano.it

“Tribunale Manfredonia a rischio soppressione. Istituzioni intervengano” ultima modifica: 2011-12-02T18:51:13+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
21

Commenti


  • C'E' BISOGNO DI TUTTI!!!

    L’APPELO AL SINDACO, IN QUANTO PRIMO CITTADINO E CAPO DELL’AMMINISTRAZIONE CITTADINA, CI STA TUTTO, QUELLO CHE NON HO COMPRESO E’ STATO L’AVERLO RIVOLTO ANCHE AL CONSIGLIERE GATTA E SOLTANTO A LUI, NONOSTANTE ABBIAMO ANCHE DUE PARLAMENTARI, UN ALTRO CONSIGLIERE REGIONALE, CINQUE CONSIGLIERI PROVINCIALI E DUE ASSESSORI PROVINCIALI. FORSE L’ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA IN QUESTIONE SI FIDA SOLO DI GATTA?! BEH, COMUNQUE, PER CHI NON LO SAPPIA, L’ASSESSORE PROVINCIALE AVV. PECORELLA HA GIA’ PROVVEDUTO AD INFORMARE, CON UNA INTERROGAZIONE ORALE RIVOLTA AL SINDACO, IL CONSIGLIO COMUNALE DELLA VICENDA IN QUESTIONE, CHIEDENDO DI VALUTARE TUTTE LE POSSIBILI SOLUZIONI E DI ADOTTARE GLI OPPORTUNI PROVVEDIMENTI. TUTTO QUESTO MENTRE, FORSE, QUALCUN ALTRO DORMIVA…


  • Che schifo!

    Forse perchè sono i politici che hanno più a cuore il bene di Manfredonia!
    Gli altri sono buoni soltanto a dire chiacchiere!


  • va bè

    è da vedere questo!
    So solo una cosa che la campagna elettorale è incominciata, quindi avanti con le danze, magna mosc!


  • fiore

    Mi sembra di leggere che si ESORTANO TUTTE LE AUTORITA’ LOCALI, ben vengano gli interventi dell’ avv. Pecorella, del consigliere regionale Ognissanti, gli. on. Bordo e Leone, gli altri nomi non li sò. L’importante è che si faccia il bene di questa Città.


  • va bè

    una cosa è certa, Manfredonia nonostante sia la Cittadina più popolosa della Capitanata, escludendo il capoluogo, è stata solo ed esclusivamente oggetto di attenzioni speculative. sinonimo è lo scippo effettuato negli anni delle diverse perle possedute. adesso forse è arrivato il momento di non fare politica come la intendiamo noi. bisogna avere il coraggio di saper dire no! anche a discapito di rimettere qualche beneficio acquisito.
    ADESSO BASTA RIALZIAMO L’ONORE DI MANFREDONIA!
    SE RE MANFREDI ALZASSE LA TESTA!


  • Sipontino

    Evviva la sincerità ma non vorrei essere nei panni dell’avv. Katia Spagnuolo! Chissà quante telefonate avrà ricevuto dai politici esclusi! Chissà quante minacce! Tutti con la bile densa ed il fegato ingrossato!
    ah ah ah ah ah ah ah ah

    E salviamolo sto Tribunale!!!!!


  • GIUSY

    C’è qualcuno che si è messo in testa di distruggere Manfredonia che assolutamente non merita. Mi riferisco alla deficienza forse “politica” professionista dell’insulto e specialista nella distruzione del nostro paese. svegliamoci Manfredoniani….


  • madòòòòò

    Abbiamo 2 parlamentari, 2 consiglieri regionali, 2 assessori provinciali e 5 consiglieri provinciali????????
    Madòòòòò, salvate Manfredonia, l’ospedale e il tribunale e vi ringraziamo tutti in ordine alfabetico così non si offende nessuno.


  • SALVIAMO MANFREDONIA

    Anche il tribunale devono chiudere adesso? Ma che sta succedendo??????
    Lo so che Riccardi e Gatta sono i politici più amati e quelli che si impegnano di più per la nostra città ma in questo momento C’E’ BISOGNO DI TUTTI! Adesso anche gli altri si devono impegnare!
    Tutti insieme dobbiamo salvare l’ospedale, salvare il tribunale, SALVARE MANFREDONIA!


  • Anonimo

    La chiusura di questo Tribunale, fa seguito ad una politica volta a limitare i casi in cui adire l’autorità giudiziaria e mi riferisco all’istituto della mediazione. Quello era un campanello di allarme, doveva far riflettere. Un tribunale che non è efficiente è meglio chiuderlo. Oggi a Manfredonia, occorrono sei sette anni per avere una sentenza, cambiano i giudici ogni anno ed ogniuno di loro si trova con un carico enorme. Allora o si potenzia il Tribunale oppure non ha senso tenerlo in piedi e ricordiamo che è una seione distaccata di foggia dove è più celere ottenere sentenze. Forse tutto quello che nel passato c’è stato dato non era dovuto, questo è il problema, si è speso facendo debiti su debiti ed ora che i nodi sono arrivati al pettine, hanno capito che bisogna ridimensionare tutto, ospedali, sanità, tribunali, e non pensate che nonostante tutto il rischio default sia stato scongiurato. Ne vedrete delle belle!


  • Pasquale Troiano

    Mi viene da chiedere a:
    On. Antonio Leone, On. Michele Bordo,
    Cons. Reg.le Franco Ognissanti, Cons. Reg.le Avv. Giandiego Gatta, siamo sicuri
    che, fino all’ultimo, ci rimarrà almeno la
    sede municipale o ci toglieranno anche
    quella?


  • compagneros

    Pasquale T. hai escluso Riccardi volontariamente, guarda che se ci portassero via solo la sede del municipio Manfredonia potrebbe riprendere a vivere.
    Chi ha affossato questa città sono stati i residenti del municipio degli ultimi anni.
    All’Avv.Katia c’è profumo di candidatura o cosa;
    vedi che da quando i due su citati fanno coppia fissa Manfredonia è in caduta libera, tocchiamo ferro ma ho la sensazione che portino male alla comunità.
    mario totaro

    gazza non intervieni?


  • La Verità

    Il Tribunale non è efficente perchè mancano i giudici, i tempi della giustizia sono ovunque lunghi. Trasferire tutto a Foggia significherebbe ingolfare anche quel Tribunale, e se è vero, il dubbio è legittimo, che è più celere questo dipende dal numero di magistrati operanti. L’istituto della mediazione non può sostituire la Giustizia dei tribunali, e comunque ricordiamo che da quando è entrato in vigore su circa 8800 procedimenti attivati solo 1100 si sono conclusi con un verbale di conciliazione. Per tutti gli altri casi oltre alla mediazione, non avendo raggiunto un accordo, si dovrà lo stesso adire l’Autorità Giudiziaria. Allora bene, alleggerire il carico delle controversie pendenti ma sempre garantendo i diritti dei cittadini.


  • manfredoniano

    La soppressione del tribunale è stata prevista dal Decreto Sviluppo, almeno in questo la nostra amministrazione non ne ha colpa. Giusto chiedere l’intervento delle istituzioni al fine di difendere un diritto di noi tutti. Polemizzare su i nomi che senso ha, c’è bisogno di tutti.Non si è mai visto che se qualcuno fa qualcosa per la propria città non venga riconosciuto dai suoi cittadini. Allora si mettano da parte conflitti personali o schieramenti politici e si faccia ciò occorre.


  • Anonimo

    Noi tutti non vorremmo la soppressione del Tribunale di Manfredonia, ma la realtà è ben diversa, noi piangiamo il Tribunale, ragazzi tra qualche mese ho paura che piageremo per l’Italia, per i nostri soldi svalutati e per la fame che tornerà come era nel dopo querra.


  • Stipulante

    Non so se dire bene, andiamo avanti cosi tanto anche se…c’è la crisi e quindi non si può far nulla!
    Nel mio discorso c’è un “se” e fin quando ci sarà un “se” io non accetterò mai!!!
    Allora se è vero come è vero che la crisi tocca solo ed esclusivamente chi come la maggior parte della gente ha un comportamento civile, ha senso dello Stato, non accetterò mai che sia dia “giustifica” alla “crisi” per perpetrare nell’immobilismo assoluto.
    L’uomo è fatto per pensare, per trovare soluzioni e allora se per sollevare le sorti di questa cittadina devo far dispiacere a qualcuno sarò ben contento di farlo!
    Manfredonia è una risorsa tutta!
    a Manfredonia ci sono menti eccelse che fanno la fame perché non amico degli amici!
    Volere = Potere!
    Saluti.


  • Lucia C.

    @Stipulante: mi dai fiducia quando scrivi così!

    P.S. La vita è bella!


  • Libero di Manfredonia

    non posso che condividere quanto detto dal Sig. Stipulante.
    Sig. Stipulane ci stanno togliendo anche la speranza!


  • chi si ferma è perduto

    FORZAAAAAA!!!!!! Bisogna credere e lottare per qualcosa!!!!!
    GRAZIE A VOI TUTTI, FORZA MANFREDONIA, QUESTA CITTA’ E’ DEI MANFREDONIANI CHE LA AMANO.
    Chi si ferma è perduto!!!!!!!


  • Amoruso M.

    Mi rincuora vedere la gente esortare per le sorti di questo paese.
    Quando facciamo qualcosa portiamo sempre Manfredonia nel cuore perché solo così facendo penseremo a noi stessi ed ai nostri figli.
    BASTA!.. è quando il gioco si fa duro che i duri incominciano a giocare


  • T. Scirpoli

    Sig. Stipulante lei mi rincuora!
    Salviamo Manfredonia non per noi ma per i nostri figli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi