FoggiaManfredoniaStato news
Nota stampa

Gelsomino “Per rilancio turismo lotta serrata all’abusivismo”

Di:

Foggia. E’ necessario quanto prima riportare piena legalità e trasparenza nel mondo del turismo e per questo siamo favorevoli alla norma prevista nella manovra finanziaria che riguarda Airbnb e gli affitti brevi. Anche Confcommercio Foggia scende in campo a tutela delle imprese dell’ospitalità che vengono sempre più danneggiate da queste forme di locazione online di appartamenti e stanze. Si tratta di una norma che serve a regolamentare meglio la disciplina fiscale relativa agli affitti temporanei di pochi giorni, un settore che in Italia si è espanso notevolmente negli ultimi anni, complice l’assenza di regole chiare sul modo in cui dichiarare i ricavi ottenuti. Per l’organizzazione presieduta da Damiano Gelsomino è necessario che si ponga finalmente un freno ad un abusivismo dilagante che porta ad un sommerso che in alcune zone e periodi dell’anno raggiunge anche il 25%.

Si diffondono sempre più, ormai anche nel nostro territorio, questi affitti brevi di appartamenti e fantomatici B&B, commercializzati attraverso portali internet. Il più famoso è quello della società americana Airbnb. Attraverso questo portale l’affittuario riceve i pagamenti da Airbnb direttamente sul proprio conto corrente, associato all’account con cui si è registrati al servizio, e spetta quindi al singolo utente segnalare i ricavi ottenuti nella sua dichiarazione dei redditi. Nessuna imposta viene invece pagata dalla società americana che trattiene una propria commissione per il servizio prestato. In questo modo si registra una sistematica evasione fiscale, con grave danno per gli operatori del settore che si trovano una concorrenza agguerrita e nascosta contro la quale è difficile competere, tra tasse e costi fissi di gestione. Per Confcommercio Foggia: chi svolge attività d’impresa nel settore turismo deve essere tutelato. Tra l’altro – prosegue l’organizzazione di categoria – tutto questo sommerso rende più complicato il controllo dei flussi turistici nel territorio e la riscossione delle tasse di soggiorno. Oltre potenzialmente a poter incidere su questioni di sicurezza; chi controlla infatti i documenti delle persone ospitate in queste strutture?

Per questo – secondo Confcommercio Foggia – fermo restano la battaglia per la regolamentazione fiscale di queste forme di ospitalità, è necessario che anche i Sindaci del territorio, a cominciare da Foggia e dal Gargano, comincino a farsi carico del problema. Secondo l’organizzazione di categoria è indispensabile che i Comuni mettano in campo una seria e fitta rete di controlli amministrativi, per evitare il dilagare di un fenomeno che incide in modo sempre più pesante sulle aziende del turismo locale.



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • Mister X

    Una norma “fiasco” non colpiranno mai i ricchi che hanno appartamenti e ville da affittare..dovrebbero in primis redigere ed emanare una legge da “stato di polizia” poi ci vorrebbero migliaia di agenti per gli appostamenti, le riprese video e la produzione di prove atte ad inchiodare proprietari furbi e clientela.
    E comunque fatta la legge stia sicuro che si trova l’inganno..conosce il vocabolo
    di “ospite” ci saranno tanti amici ospiti…ci siamo capiti?


  • Vocazioni sipontine

    Dott. Gelsomino lei è che un altissimo rappresentante del turismo sipontino faccia tutto quello che è umanamente possibile affinchè si allontini il grande incubo che attanaglia Manfredonia. Il nostro futuro è il turismo, il mare, i prodotti culinari locali, le chiese antiche, castelli, il clima stupendo..e se può lotta per far mettere un grande depuratore alla foce del Candelaro. Saluti


  • verità vera

    SAPETE CON I SOLDI PUBBLICI..E SPRECO CONTINUO..SI AFFIDA OGNI ANNO PER LA TRATTA GARGANO BARI AEREO PORTO ALLA METARTUR AUTOBUS CHE TRANSITANO 4 VOLTE AL GIORNO VUOTI FINO A BARI E CON QUALCHE PASSEGGERO AL RITORNO..LA MIA DOMANDA IL PERCHE’ NON PRENDE DURANTE LA TRATTO PASSEGGERI CHE DEVONO RECARSI ALL’AEREO PORTO ????? TANTO NON VALE LA PENA INCASSARE DEGLI EURO..TANTO CI PAGA LA REGIONE..


  • Foce Candelaro

    Se non si risolve il Problema della foce Candelaro non si va da nessuna parte.


  • RE MANFREDI

    Figli miei fate qualcosa non è giusto che il Candelaro sia la fogna della Capitanata.


  • Biagio

    Gentilmente il nome del parrucchire e del fotografo. Grazie


  • Alberto

    Rag. Gelsomino non crede che la priorità debba essere la regolarizzazione dei lavoratori “in nero”? e la lotta all’evasione fiscale? attendo risposta grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi