ManfredoniaZapponeta
Attuale Assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura, Salute e Politiche Giovanili

Zapponeta, Francesco Iacoviello “Ho creduto in un cambiamento ma ho preso un abbaglio”

"Resto a disposizione per un confronto pubblico, aperto a tutti i componenti dell'attuale Amministrazione ma anche di quelle passate"

Di:

Zapponeta. ”In merito a quanto da me precisato in sede di Consiglio Comunale del 23 novembre u.s., al momento, non posso che confermarle le mie asserzioni. E’ ovvio che le stesse sono scaturite da fatti annotati durante il breve periodo di lavoro dell’amministrazione in carica, della quale faccio parte in qualità di assessore con deleghe alla P.I. – Cultura – Salute e Politiche giovanili.

Il mio intervento addirittura ha portato a farmi additare quale “passato” alla minoranza, cosa affermata e ribadita più volte proprio per il mio atteggiamento che ritengo al di sopra di parti e fazioni. D’altronde la minoranza a Zapponeta, e’ letteralmente inesistente politicamente ed io non avrei e non potrei mai lasciare cariche di assessore e passare al “nulla” .

In effetti la maggioranza mi accusa di tutto ciò anche per il semplice saluto o l’intrattenimento in piazza, di risaputi elettori ( tenga presente che Zapponeta conta 3000 abitanti e ci conosciamo a fondo tutti e in maggior parte siamo accomunati da vecchie amicizie e parentele estese) che hanno premiato in sede di votazione l’altra lista. Da qui, anche le angherie che subisco dalla stessa maggioranza quotidianamente e delle quali ho accennato nel mio breve intervento rilasciato a verbale e posto agli atti.

Il da me indicato “anello magico” rimane tale pur se io attualmente non posso allargare l’orizzonte su tale definizione. Certo e’ che l’amministrazione, posso affermare, senza tema di essere smentito, perchè a conoscenza di tutti, si serve ogni giorno dell’apporto (!?) di estranei che non sono stati in lista, non eletti ed intralciano in continuazione il mio operato che al contrario, viene, ad oggi, accettato, sottoscritto e dalla maggior parte condiviso dai cittadini, in varie forme. Accettai di far parte di uno schieramento che avevo ritenuto nuovo e capace di scardinare le vecchie abitudini. Lo sottolineai più volte durante i miei brevi comizi pubblici promettendo alla popolazione legalità, trasparenza e soprattutto onestà e lontano da interessi privati e arrivistici . Oggi, invece, mi rivedo sull’orlo dello stesso baratro in cui la cittadina e’ stata fatta cadere ad iniziare dagli ottanta portandola alla fine ad un dissesto non solo finanziario ma incresciosamente ad una decadenza sotto ogni profilo.

Non voglio espormi più di tanto. Le cose solo innumerevoli ma non facilmente trascrivibili se non dopo fatti che devono (m’auguro di no) accadere.

Mi faccio oggi, in chiusura, e, se mi consente, faccio a lei, una sola domanda: in un Comune dissestato perche’ non si riprendono le vecchie cartelle esattoriali e si guarda da quante decine d’anni e per quanti svariati migliaia di €uri di Nettezza Urbana (oggi TaRi) inevasa e di quant’altri €uro di oneri di urbanizzazione non pagati? E mi fermo qui. ( forse potrei anche accennare ad una risposta ma invaderemmo campi molto più concreti e passibili di seri accertamenti)

Son certo che il pagamento, di questi crediti, probabilmente porterebbero al risanamento del dissesto. E’ una domanda che ho posto già agli amici amministratori della maggioranza anche in sede di consigli comunali. Attendo però ancora una risposta.

Molte altre cose potranno, con maggior chiarezza e senza sottintesi, essere portati alla luce ma il momento non e’ propizio. Mi capisca.

Per ora fermiamoci qui.

Ho creduto in un possibile cambiamento ma mi accorgo di aver preso un abbaglio. Oggi mi ravvedo un po’ ma in prima persona non solo continuerò per la mia strada, anzi, raddoppierò le forze per salvaguardare il buon nome di Zapponeta e dei cittadini. La saluto e mi auguro di conoscerla personalmente più da vicino.

(A cura di Francesco Iacoviello, attuale Assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura, Salute e Politiche Giovanili del Comune di Zapponeta, attuale studente universitario – Zapponeta, 02 dicembre 2016)



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • CAMBIAMENTO??!!!!!

    CAMBIAMENTO??!! Ma di quale cambiamento state parlando???
    Ah si quello formato dai vari Mirolla, Paskanid, Fabius, Bombo’, Fuller ecc ecc!!!
    Il VECCHIO COL VESTITO NUOVO! Questo sapevamo che fosse e tale si sta dimostrando.
    Vecchia politica con vecchi modi di fare, inciuci, sotterfugi, clientelismo del quale tu caro Francesco non hai voluto prendere parte ed è per questo che ti hanno fatto fuori!!
    Sei troppo onesto per i loro giochetti, quindi FUORI!!
    Il sindaco ringrazia!


  • bracciante

    Studente universitario???
    Ma non è un bracciante agricolo che percepisce l’indennità di disoccupazione??
    Ci fotografi le mani del duro lavoro delle campagna??


  • andrea la macchia

    per bracciante vai schiacciare i ricci con il cu….Forse non ti interessa sapere che ci sono 17.000.000 E di tasi e oneri urbanistici non pagati?Fracesco vai avanti a testa alta !Sicuramente darai fastidio a chi campa di situazioni torbide ,chiamiamoli Parassiti che vogliono avere sempre le mani nella mortadella e sono abituati a fare gli azzeccagarbugli .
    Mi piacerebbe capire meglio sti evasori chi sono .


  • verità vera

    CARISSIMO ANDREA SEI UN RAGAZZO E VEDO CHE HAI SCRITTO 17000.000,00 MILIONI DI EURO DI BUCO AL COMUNE DI ZAPPONETA DI TASI E ONERI DI URBANIZZAZIONE…TUE PAROLE…MA IL DEBITO NON VA INDIRIZZATO TUTTO SU QUELLA PARTE..MA ..VA ANALIZZATO IL PERCHE’ DI TUTTA LA DEBITORIA..IL COMUNE DI ZAPPONETA HA DEBITO VERSO TANTE DITTE O PERSONE CHE HANNO FATTO LAVORI E FORNITURE E NON SONO STATI PAGATI..MA GLI EURO SONO STATI PRELEVATI ..CHI SI E’ PRESO GLI EURO????? FRANCESCO FA’ BENE AD EVIDENZIARE TALE SITUAZIONE MA DEVE CAPIRE CHE FA’ PARTE DELLA MAGGIORANZA E COLLABORARE..GLI EVASORI IN QUESTO MOMENTO POSSIAMO ESSERE TUTTI..MA..IL NOSTRO COMUNE HA BISOGNO DI CAPIRE CHI HA FATTO TUTTO QUESTO DANNO E DICO CHE IL DEBITO VA OLTRE LA SUINDICATA SOMMA IN QUANTO VI SONO TANTE DITTE NON EVIDENZIATE NELLA DEBITORIA…INOLTRE NESSUNO VUOLE FAR CHIAREZZA SU QUESTA ORRENDA SITUAZIONE E NOI TUTTI CI SCAGLIAMO CONTRO TIZIO E CAIO..E I RESPONSABILI GODONO…TI SALUTO ANDREA…


  • PER VERITA' VERA

    tutto vero quello che dici ma francesco deve spiegare alcune cosine per dimostrare di essere una persona vera
    1) accusa che nell’attuale maggioranza ci sono molti debitori importanti del comune. Verissimo! Ma quando si è candidato questo non lo sapeva? Ha fatto una intera campagna elettorale con queste persone, ci e andato a mangiare insieme e ora se ne esce con queste cose?
    2) oltre a dire quello che dice, perchè non dice chiariamente di chi è la colpa del dissesto? Chi ha provocato tutto questo?

    se spiega bene queste 2 cose allora può dirsi una persona seria, altrimenti mi sa che è uno come tanti…………volpone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi