Cronaca

Capone e Caroli: arrivano concordato preventivo e Cigs per gruppo Filanto

Di:

La vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico della Puglia Loredana Capone

Bari – Gli assessori al Lavoro, Leo Caroli e allo Sviluppo Economico, Loredana Capone, comunicano che oggi le tre aziende del “cluster” Filanto – gruppo Filograna – non ancora ammesse, sono state ammesse alla procedura di concordato preventivo.

“Dunque – spiega l’assessore al Lavoro Caroli – da oggi tutti i lavoratori del gruppo Filanto hanno 24 mesi di cassa integrazione straordinaria. Già 150 dei 160 dipendenti delle altre due aziende sono stati riassunti, ma la decisione di oggi del tribunale dà protezione agli altri 450 operai”.

“Adesso – conferma l’assessore Capone – si può lavorare più serenamente al piano di reindustrializzazione dell’intero gruppo e intervenire perché altri investitori possano manifestare interesse per il recupero di altri stabilimenti ex Filanto”.

“Filanto” e “Italiana Pellami” erano le aziende del Salento che producevano calzature già ammesse alla Cigs, “Tecnosuole”, “Labor” e “Zodiaco” quelle ammesse oggi al concordato preventivo.

“Già il prossimo 8 gennaio – dichiara Caroli – mi recherò al Ministero del Lavoro affinché con sollecitudine possa essere concessa la nuova Cig dopo l’ammissione al concordato”. “Voglio esprimere – prosegue Caroli – apprezzamento sia per la capacità dei lavoratori di resistere e di lottare, che per la determinazione dell’azienda che ha saputo, con il presidente Filograna, con credibilità aderire al piano transattivo per sanare i debiti vantati dai lavoratori e sviluppare il piano di reindustrializzazione attraverso la nuova azienda Leo Shoes. Anche i sindacati sono riusciti a governare momenti di alta tensione, ripristinando infine relazioni industriali di qualità. E la Regione Puglia è stata collante e motore di tutto ciò”.

“Il Salento – hanno concluso Caroli e la Capone – per questa vertenza ha saputo fare sistema”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi