Manfredonia

Gozi a Manfredonia: l’Italia deve riconoscere le unioni civili (Ft-VIDEO)

Di:

Angelica Murgo, Francesca Brancati, Sandro Gozi (Ph: Francesco Tortora@)

Manfredonia – “TANTO le ultime vicende politiche, quanto la necessità di un focus sulle unioni civili, hanno reso necessaria la presenza dell’onorevole Gozi a Manfredonia. Sandro è un esponente ad honorem di Equality Italia, che da 3 anni si batte con fervore ed è ancora in prima linea nella speranza di ottenere quanto auspicato. Per Manfredonia abbiamo già presentato una proposta di delibera in materia di lotta alla discriminazione per orientamento sessuale ed identità di genere, sottoposta da Equality Italia Capitanata all’attenzione della giunta comunale del sindaco Riccardi con protocollo n.12747 del 13 aprile 2012. Ad oltre un anno e mezzo la stessa proposta non è stata purtroppo calendarizzata in Consiglio comunale. E’ il momento di agire“. Lo dice a Stato, nella fierezza del suo impegno, Francesca Brancati, portavoce di Equality Italia, di Capitanata, prima della presentazione del testo “Playlist Italia – La sinistra e il coraggio di cambiare musica” (Editore Bonanno 2013) dell’onorevole Sandro Gozi del Partito Democratico. L’evento si è svolto questo pomeriggio a Manfredonia presso Auditorium Palazzo dei Celestini.

IL TESTO. “Sandro Gozi propone una nuova politica per la sinistra italiana attraverso la metafora musicale. Soluzioni riformiste e brani di rock indipendente e alternativo si incrociano in una sorta di Manifesto per il cambiamento: dalla cultura alla conoscenza, dai diritti civili alla giustizia, passando attraverso l’ambiente e il turismo. Con un destinatario principale, i giovani, e un filo rosso che lega tutto il racconto, l’Europa politica e federale”, ha detto tra l‘altro a Stato Francesca Brancati di Equality Italia.

“Quanto avvenuto in questi anni – dice a Stato l’onorevole Sandro Gozi – ha dimostrato che la politica si è dimostrata incapace di affrontare le vere richieste dei cittadini; perché nel testo parlo di Europa politica e federale? Perché o la politica supera le frontiere come fatto per l’economia, l’ambiente ed i flussi migratori o c’è il rischio che continuerà a lasciare inespresse le istanze delle comunità italiane”.

Il Pd di Renzi riuscirà dunque ad adempiere a tali esigenze? “Con il suo insediamento, il Pd del neo segretario Renzi ha posto 3 priorità al vertice del proprio programma: le unioni civili, l’abolizione della Bossi-Fini e la riforma della legge elettorale. E’ solo un punto di partenza – dice Gozi – ora bisogna lavorare per conseguire il risultato. Di certo la Corte Costituzionale nel 2012 è stata chiara: I’Italia deve riconoscere le unione civili ed i diritti delle coppie omosessuali; il dato non rappresenterebbe tutta la Storia ma un importante passo in avanti”

Lo stesso dicasi per la riforma elettorale, 3 a riguardo (Mattarellum corretto, doppio turno di coalizione – con sistema di elezione e ripartizione seggi come per i sindaci dei ‘grandi comuni’ – sistema spagnolo, con soglia di sbarramento al 5%) le proposte del segretario Renzi: “se veramente coloro presenti in Parlamento vogliono rispettare il dialogo con i propri elettori è obbligatorio modificare la legge elettorale. Un obbligo ora anche giuridico. Per noi: la sera delle elezioni vogliamo sapere chi sarà il presidente del Consiglio e la maggioranza che lo sostiene e le condizioni che lo garantiscono. Tornare al voto a maggio? Non ho la sfera di cristallo, non faccio profezie ma dico: o riusciamo a far ripartire la macchina delle riforme o ci sarà un accanimento terapeutico per il quale sin d’ora mi dichiaro contrario”, conclude Gozi.

ANSA: ALFANO CHIUDE A RENZI SU UNIONI CIVILI: PENSARE PRIMA ALLA FAMIGLIA

g.defilippo@statoquotidiano.it

VIDEO

FOTOGALLERY BENEDETTO MONACO



Vota questo articolo:
16

Commenti

  • Non sei gay?
    Non sei clandestino?
    Non sei mafioso?
    Non sei corrotto?
    La tua pelle è bianca?
    Beh, lo stato idagliano ha un messaggio per te:
    D E V I M O R I R E


  • Vigoli Dino

    Io personalmente non sono favorevole,non voglio stravolgere gli insegnamenti morali della mia comunità.
    Cosa insegno ai miei figli? Che ci sono due papà o due mamme?
    Non condivido il proliferare liberamente di atteggiamenti affettuosi tra due sessi uguali fuori da spazi domestici di convivenza.
    Dice che non siamo pronti a questi cambiamenti? Forse.
    Ma oramai, i programmi televisivi,che i nostri giovani vedono quotidianamente,proliferano di atteggiamenti non naturali,che entrano nelle nostre case,violentando l’educazione che noi genitori ci preoccupiamo di dare ai nostri figli.
    Questo è dovuto alla troppa libertà di quei “paesi moderni” che la usano troppo liberamente e senza freni.
    Io non sono pronto a questo cambiamento.


  • Vigoli Dino

    Per quanto riguarda la legge elettorale. E’ sempre la stessa storia,disattendete sempre la volontà della gente (referendum contro il porcellum)e in questo caso della Consulta,un Organo Supremo,dove ha stabilito che LA LEGGE ELETTORALE “PORCELLUM” E’ INCOSTITUZIONALE.
    VOI SIETE ABUSIVI,COME LO SONO LE LEGGI ATTUATE IN QUESTO PERIODO(TARES,IUC,CONDONO SLOT MACHINE,FINANZIAMENTI ALLO STUDIO DEI RISTORANTI ALL’ESTERO,ECC:).
    La commedia di Renzi,dove fa proposte a Grillo:facciamo questa legge,piuttosto che quella,aboliamo la Camera dei Senato oggi stesso e se non lo fai sei un pagliaccio.
    Rispondiamo con una semplice risposta: La legge elettorale già c’è ed é la legge “Mattarellum”,quella che gli italiani hanno detto “si” con un referendum,da voi disatteso,che ci permetteva di esprimere la preferenza del candidato,che voi puntualmente avete sostituita con il “Porcellum”.
    Ecco perchè oggi abbiamo in Parlamento gente di tutti i tipi.

    Invece per la Camera dei Senatori,io se ero al posto di Grillo avrei detto: aboliamo oggi stesso la Camera del Senato,senza però,attuare la Camera delle Regioni,come vuole sostituire Renzi.
    Perchè l’obbiettivo è di risparmiare,non di spendere più soldi,dando cariche ai trombati delle provincie o altro.
    I soldi non devono entrare dalla porta e uscire dalla finestra.
    E’ mai possibile che il cittadino vuole una cosa e voi ne fate un’altra?
    CHI E’ IL PAGLIACCIO?


  • Vigoli Dino

    La leggi Bossi Fini Và modificata.

    -Espulsioni con accompagnamento alla frontiera;
    Secondo me,vanno attuate a chi entra in Italia per delinquere.

    -Permesso di soggiorno legato ad un lavoro effettivo;
    Ottima,se il contratto è vero.

    -Inasprimento delle pene per i trafficanti di esseri umani;
    Secondo me, aumentare la pena e certezza della pena nel nostro Paese.

    -Sanatoria per colf, assistenti ad anziani, malati ed handicappati, lavoratori con contratto di lavoro di almeno 1 anno;
    Bisogna controllare di più la posizione delle colf e soprattutto non permettere che una persona anziana,devolve tutto il proprio patrimonio a una colf.

    -Uso delle navi della Marina Militare per contrastare il traffico di clandestini.
    Si.
    Poi andrebbero discussi punto per punto le seguenti tematiche:
    Ingresso
    Il diniego del visto di ingresso

    Permesso di soggiorno
    concesso solo allo straniero che già possiede un contratto di lavoro

    Impronte digitali

    Espulsioni
    Come nella legge Turco – Napolitano lo straniero senza permesso di soggiorno viene espulso per via amministrativa.
    Sportello unico

    Lavoratori in nero

    Ricongiungimenti familiari
    Il cittadino extracomunitario, ovviamente in regola con i permessi, può chiedere di essere raggiunto dal coniuge, dal figlio minore o dai figli maggiorenni.


  • U Bannaiule

    Mi dispiace ma non sono daccordo!!rispetto le scelte,ma i figli devono avere un Padre ed una madre!!!l’alternativa non esiste!!!


  • Corto Maltese

    @vigoli gino: tutti devono avere gli stessi diritti, indipendentemente dalla razza, religione e sesso. mi dispiace ma questa volta hai toppato.


  • Vigoli Dino

    Infatti è un mio pensiero,non sono ancora pronto.


  • Fabian Juan Armero

    Io penso che se una persona ha determinata tendenze non lo fa per una sua libera scelta lo fa perchè è la sua natura quindi chi siamo noi per dire cosa è giusto e cosa è sbagliato noi no siamo in Corea del nord dove vige la morale di stato noi dovremmo essere un paese libero civle e democratico quindi diciamo tutti si alle unioni di fatto.
    Secondo me chi non le vuole ha grossi problemi con la sua personalità poichè ha paura di quella degli altri e mi fermo qui.

    SI ALLE UNIONI CIVILI

    e come disse il grande Dalla ” e si farà l’amore a ognuno come li va”

    il verbo amore ha diverse declinazioni rispettiamole.

    Con Affetto Vostro Fabian Juan Armero


  • Antonio

    ma vi rendete conto che siete la minoranza per le scelte che volete obbligarci ad accettare…..vi rendete conto che non c’era nessuno ad ascoltarvi (moderazione,ndr)


  • Antonio

    Parlate di paese civile…..ma se accetta qualunque schifezza che viene da fuori……vedasi il ministro degli esteri che dopo tante lotte per la dignità della donna va in iran (o afghanistan) e si mette il fazzoletto in testa per rispetto degli usi condannando per sempre le battaglie che le donne musulmane cercano di portare avanti….


  • Roberto Mingirulli

    Ma pensate ai problemi seri, lavoro e famiglia sono le priorità. Diritti civili ed altro possono attendere.


  • Corto Maltese

    @antonio: ma che dici? l’orientamento sessuale non è mica un usanza. su questo argomento l’ignoranza regna sovrana!

    @MIngirulli: perchè parlare di lavoro e famiglia non significa parlare di diritti civili? ripeto, l’ignoranza regna sovrana. ecco perchè vince sempre il PD!


  • amore

    armero con tutto rispetto confondi amore con sesso io posso amare mio figlio. ma il sesso e tutto un’altra cosa. che pensi che potrei fare sesso con mia figlia? tanto ognuno e libero di accoppiarsi con chi vuole


  • Vigoli Dino

    Tutti devono avere i stessi diritti se non ledono la sensibilità di altre persone.
    Purtroppo,come ho già scritto i media,la politica e la società contribuiscono a ledere la sensibilità di altre persone.
    Cosa vuol dire? Vuol dire che se l’amore rimane circoscritto nelle mure domestiche,nessuno può obiettare del loro amore.Non si coinvolge la gente intorno.

    Io però penso, che non potete costringere alla maggioranza degli italiani,che si riconosce nel valore naturale della coppia,intesa come persone che intendono continuare con il loro amore,in una nuova vita da amare,come la natura stessa ci ha imposto.
    Vuol dire andare contro la natura che ci ha creato, e imporre a me di accettare questo cambiamento senza “fine (scopo) per la natura stessa”.
    Questo non vuol dire che non rispetto la coppia gay.


  • Fabian Juna Armero

    x amore
    Impara a leggere se non sei in grado di leggere i miei commenti non lo fare perchè la tua interpretazione è da film horror.
    Intenvo l’amore inteso con una moglie/marito o nel caso specifico un compagno/a cosa diamine centra la figlia???? come disse Sgarbi più volte c…..

    Insisto chi è contro le unioni di fatto ha problemi personali e mi fermo qui,comunque ha paura di ciò che non comprende.

    Con Affetto Vostro Fabian Juna Armero.


  • logico2013

    Nessuno vi dice niente se volete convivere, fatelo, coppie etero e omo grande rispetto anzi massimo rispetto per le vostre scelte ma non rompete la testa che a tutti costi volete essere riconosciuti dal diritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi