Manfredonia

Neo Questore Silvis: oltre Faida Gargano preoccupano estorsioni Manfredonia, Cerignola, San Severo

Di:

Foggia – UN cambio di mentalità sembrerebbe la vera Molotov scagliata sulle coscienze cittadine, proprio quello che permetterebbe una maggior presenza nella società civile attraverso una coerente applicazione delle leggi ed un’attenzione educativa nelle scuole, oltre ad un dispiegamento di forze di polizia, pattuglie e posti di controllo, mezzi meno – diciamo così – preventivi. Si evince il senso delle parole del nuovo questore Piernicola Silvis, presentatosi in occasione della conferenza stampa questa mattina “Le priorità sono la lotta allo spaccio di stupefacenti, alla criminalità organizzata e al racket”.

Si dice alquanto orgoglioso di tornare a Foggia, dopo trentadue anni passati lontano dalla sua città natale, e al contempo gravato dalla responsabilità di sostituire Maria Rosa Maiorino, questore atto a ricoprire la carica ora Palermo, dopo aver visto sfilare solo sembianze maschili. E, a proposito di cambiamento, un travaso da Foggia a Roma è previsto anche per Alfredo Fabbrocini, capo della squadra mobile di Foggia, che senza indugi aveva osteggiato l’emergenza criminalità sul Gargano. “Un territorio, quello del Gargano, da tenere sotto osservazione per le faide sanguinose in esso presenti, ma non va trascurata, la zona di San Severo, Cerignola e Manfredonia e cercare di rendere inoffensive le estorsioni che le contraddistinguono”. Affatto inoffensivo il fenomeno sociale dell’illegalità diffusa – a detta di Maiorino – un fenomeno sociale che presuppone un’azione di prevenzione a partire dalle scuole e dal basilare rispetto delle norme in luoghi sociali. “Non possiamo parlare della mafia foggiana andando per denominazioni, lo stesso Falcone rifuggiva da queste, poiché quella mafia è pur sempre formata da esseri umani”.

(A cura di Maria Pina Panella – mariapinapanella@gmail.com)

FOTOGALLERY MAIZZI



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi