FoggiaManfredonia
Accusati di "associazione a delinquere a carattere transnazionale finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti"

Manfredonia – Barletta, 13 arresti per droga. Cominciati gli interrogatori

Pm dell'indagine il dr. Giuseppe Galli

Di:

Foggia/Manfredonia. SVOLTISI stamani – 3 febbraio 2017, presso la Casa circondariale di Foggia – gli interrogatori di garanzia a carico di 7 dei 13 uomini interessati dall’esecuzione di una misura cautelare, lo scorso 1° febbraio 2017, per il reato di “associazione a delinquere a carattere transnazionale finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti“. Gli interrogatori saranno svolti dal Gip del Tribunale di Foggia, dr.ssa Annachiara Mastrorilli.

Come anticipato (focus operazione), i 7 indagati – sottoposti alla misura della custodia cautelare in carcere emessa dallo stesso Gip Mastrorilli il 25 gennaio 2017 ed eseguita il successivo 1° febbraio – sono: Gaetano De Vivo, Manfredonia classe 1973 (difeso dall’avv. G.Esposto); Antonio Frattaruolo, Monte Sant’Angelo classe 1960 (difeso dall’avv. I.Starace); Libero Frattaruolo, Monte Sant’Angelo (difeso dall’avv. I.Starace), classe 1963; Giuseppe Grieco, Manfredonia classe 1971 (difeso dall’avv. D.Di Giorgio); Roland Lame, Albania classe 1969 (difeso dall’avv. R.Sfregola); Pasquale Maria, Portici classe 1976 (difeso dall’avv. G.Esposto); Matteo Potenza, San Giovanni Rotondo, classe 1977 (difeso dall’avv. F.sco Le Noci).

Pm dell’indagine il dr. Giuseppe Galli.

L’attività è stata coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Bari e dalla Procura della Repubblica di Foggia; la predetta misura cautelare è stata eseguita dagli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Foggia e del Commissariato di P.S. di Manfredonia.

“L’attività di indagine – come riportato dagli inquirenti ha consentito di ricostruire la tecnica operativa del sodalizio criminale: dopo la contrattazione dell’acquisto della sostanza stupefacente, attraverso propri incaricati accompagnati da emissari dei fornitori albanesi – emissari che raggiungevano all’uopo l’Italia – gli odierni indagati” avrebbe organizzato “il materiale approvvigionamento lungo le coste di quella nazione, l’introduzione nel territorio nazionale a mezzo imbarcazione da diporto precedentemente reperita; quindi provvedevano alle operazioni di scarico una volta certi dell’approdo dell’imbarcazione in luoghi sicuri; quindi il trasporto e l’occultamento dello stupefacente in altrettanti luoghi sicuri per lo stoccaggio e per la successiva immissione nell’illecito ‘mercato’ attraverso la cessione a loro acquirenti”.

Gli interrogatori. Da raccolta dati, Matteo Potenza (difeso dall’avv. F.sco Le Noci), si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il legale dell’uomo ha depositato stamani l’istanza di riesame. Presto la fissazione della data relativa all’udienza al Tribunale della Libertà di Bari.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

Manfredonia – Barletta, 13 arresti per droga. Cominciati gli interrogatori ultima modifica: 2017-02-03T18:51:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi