GarganoManfredonia

Napoleone Cera: i 60 posti letto restano e come al PTA

Di:

San Marco in Lamis. Sui presunti tagli all’ex-ospedale”Umberto I” infuria la polemica, a San Marco in Lamis. A prendere posizione contro le dichiarazioni fatte nei giorni scorsi dal presidente del Consiglio Comunale, Emanuele Leggieri, insorge su face book Napoleone Cera, presidente del gruppo Udc alla Regione Puglia Lo fa con un ‘post’ intriso da capo a piedi di toni e battute ironiche, quasi sarcastiche. Tanto da tirar fuori addirittura l’antica ed orecchiabile canzone di Renzo Arbore:“s’ammoscia, s’ammoscia, s’ammoscia di giorno…ma di notte no!!!”. E questo per stigmatizzare l’intervento del suo avversario politico, pronto a decidere ‘cose turche’ durante la notte, ma trascurando di approfondire le questioni di giorno ossia di rendersi conto con una semplice telefonata di chiarire il contenuto di una certa determina assunta dalla direzione Asl di Foggia che, per un puro errore di battitura, avrebbe riportato una decurtazione in meno dei posti letto al PTA (Presidio Territoriale Assistenziale), attivo presso il succitato ex-ospedale.

Qualcuno afferma che tutto si può dire su padre e figlio Cera, ma mai che abbiano avversato o trascurato la vita del nosocomio sammarchese. Basta ricordare al riguardo l’accorata difesa che fece il padre ai tempi di Fitto presidente. E ciò nonostante fosse un amico fedele di cordata e titolare di un ben visto ed attivo assessorato. Allora, egli minacciò di buttare tutto alle ortiche se non si fosse salvato fino all’ultimo posto la consistenza occupazionale dei dipendenti del ‘suo’ ospedale (per rendersi conto della verità, basta leggere il verbale agli atti di quella vivace ed indimenticabile seduta!). Invece, nulla si sarebbe fatto durante il lungo regno ‘vendoliano’, evidenzia qualche altro, allorché il nosocomio, nonostante le promesse ed assicurazioni fatte nel corso di un agguerrito comizio tenuto in piazza Oberdan dal sunnominato ex-governatore, andò riducendosi a poco a poco sino a diventare il “lumicino” odierno, ridottosi ad appena 60 posti letto. Posti per di più salvati, grazie alle lotte portate avanti e vinte negli ultimi tempi da Cera figlio, ritenuto da molti un “pupillo” del governatore Emiliano.

Per maggiori dettagli esplicativi, eccovi di seguito il richiamato ‘post’ del Consigliere regionale Cera: «…Ma poi com’è, questa Amministrazione, di notte fa le cose turche e di giorno si scoccia ad alzare la cornetta del telefono?» Una canzone famosissima di Renzo Arbore nelle sue parole diceva: “s’ammoscia, s’ammoscia, s’ammoscia di giorno… ma la notte no”!!! E’ proprio da questa simpatica canzone che voglio fare un appunto al Presidente del Consiglio Comunale di San Marco in Lamis, Emanuele Leggieri, che in ‘suo comunicato’ ha annunciato, con tanto di clamorose iniziative finali, un ridimensionamento dei posti letto del Presidio Territoriale di Assistenza di San Marco in Lamis (l’ex Ospedale!). Ovviamente al taglio dei posti letto fa corrispondere un taglio dei posti di lavoro…Non vi nascondo, però, che qualche giorno fa leggendo la delibera in questione, ho chiamato gli uffici preposti della Asl FG, i quali, spiegatomi che si era trattato di mero errore materiale di battitura del testo, mi tranquillizzavano annunciando una pronta correzione della stessa. Ed è per questo che mostro vivo stupore nel leggere le parole del presidente Leggieri.

Cosa ci voleva a fare il numero della Asl e chiedere di quella delibera? Un errore come questo è inaccettabile da chi ha alle spalle tantissimi anni da amministratore. Ma poi com’è, questa Amministrazione, di notte fa le cose turche e di giorno si scoccia ad alzare la cornetta del telefono? Io lo so che vorreste gioire per una notizia del genere godendo probabilmente degli errori altrui, ma tutto questo non capiterà mai perché oltre a metterci la faccia, voglio far crescere davvero il nostro territorio!!! E se qualcuno vi chiederà a quando le aperture dei nuovi reparti e servizi, rispondete pure che non appena la Regione Puglia darà il proprio assenso, si procederà con il reclutamento del personale”.

N.B. Nella foto, scattata la settimana scorsa al Day Surgery, l’affluenza numerosa giustifica la crescita del nosocomio.

(A cura di Antonio Del Vecchio, Rignano Garganico)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi