ManfredoniaStato news
Gara molto combattuta con l’Adria Bari

Basket, Angel Manfredonia espugna il Palabalestrazzi

Alla fine la spuntano i ragazzi di Coach Ciociola che mettono in cassaforte due preziosi punti in chiave classifica

Di:

Manfredonia, 3 MARZO 2016. Dopo il turno di riposo serviva una vittoria e vittoria in quel del PalaBalestrazzi di Bari è stata, sebbene non sia stato un match facile. La gara si complica per l’atteggiamento iniziale degli ospiti apparsi a tratti svogliati e con poca intensità, complice forse proprio il turno di riposo osservato in precedenza. Bari arriva al match con ben tre sconfitte consecutive (rimediate nei match con Vieste, Cerignola sponda Udas e Foggia) e con tanta voglia di invertire la rotta.

Per la Webbin Manfredonia apre le danze Aliberti con una bomba dall’arco, che fa subito eco alla tripla messa a segno da Delli Carri per l’Adria. In evidenza In evidenza l’ottimo Gramazio, che firma ben 7 dei 16 punti della Webbin nel primo quarto, ben coadiuvato da Bohanon. Il secondo quarto continua sulla falsariga del primo e nessuna delle due squadre riesce a prendere davvero il sopravvento. Match piuttosto equilibrato ma la Webbin Manfredonia sembra aver ritrovato la concentrazione e comincia a sbagliare qualcosa in meno in fase offensiva. Bari con Delli Carri riesce a non far scappare gli ospiti che in questo periodo segnano con regolarità grazie ancora al duo Bohanon-Gramazio e inizia a farsi vedere anche Miller.

Nella terza frazione, al rientro dagli spogliatoi, i ritmi si alzano decisamente. La Webbin Angel Manfredonia subisce i contropiedi della squadra locale che con Albanese e il solito Delli Carri allungano sul +8. La Webbin continua a giocare con le marce ridotte e le realizzazioni di D’Arrissi e Bohanon fanno sì che al suono della sirena il punteggio si fissi sul 58-54. L’ultimo quarto è il più emozionante. L’Adria Bari nella parte iniziale del tempo allunga sul +9 ed è il massimo vantaggio della gara. Miller fino che fino a quel punto autore di una prova sulla soglia dello standard, decide di risolvere la gara alla sua maniera. 13 punti in cinque minuti e primo vantaggio Webbin Manfredonia a qualche manciata di secondi dal termine. A soli sei secondi dal termine l’intramontabile Delli Carri realizza in penetrazione, 83-82 per i suoi. Miller riceve sulla rimessa e, deciso, attacca il canestro. La sua azione è fermata dal fischio, contestatissimo dai locali, del sig. Galluzzo. Dalla lunetta Miller firma il 2/2 che riporta in vantaggio la Webbin Manfredonia di un solo punto: 83-84.

Le veementi proteste del Bari, inducono una coppia arbitrale apparsa per la conduzione della gara non all’altezza, a fischiare fallo tecnico a De Bellis. Negli ultimi secondi Bohanon firma il libero dell’85 a 83 e la Webbin porta a casa una gara non giocata bene per approccio ed intensità e rimane nella scia delle squadre che la precedono in classifica.

Senza indugi si ricomincia subito. Nell’attesa che si concluda l’undicesimo turno (in programma oggi giovedì 3 marzo ben cinque match) si riparte immediatamente per la dodicesima giornata, in programma domenica 6 marzo. La Webbin Manfredonia ospiterà sul parquet del PalaScaloria la Cestistica Ostuni. Palla a due alle ore 19 in punto, come di consueto. Arbitri dell’incontro i sigg. F. Calisi di Monopoli (primo arbitro) e D. Ranieri di Mola di Bari (secondo arbitro).

TABELLINI
ADRIA BARI 83
WEBBIN ANGEL MANFREDONIA 85

Parziali: 21-16; 33-36; 58-54; 83-85.

Adria Bari: Loprieno 5, Delli Carri 27, Chieco (ne), Maietta 2, De Bellis 8, Albanese 27, Persichella 2, Bernardi (ne), Favia 5, Ambruoso 7. Coach: Lo Izzo.
Webbin Angel Manfredonia: Miller 26, Bohanon 30, Vaira, Gramazio 12, Aliberti 5, Ciccone, Castigliego (ne), Alvisi 5, D’Arrissi 7. Coach: G. Ciociola.

Arbitri: D. Galluzzo, M. Mitrugno

STAY TUNED & … ANGEL IS ALWAYS A GOOD IDEA! – Area Comunicazione Basket Giuseppe Angel Manfredonia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi