GarganoManfredonia
A cura di Antonio Del Vecchio

Claustrophobia di F.Longo candidato per il “Los Angeles Cinefest” in USA

Come per gli Award già conquistati nelle passate stagioni, rischia di nuovo fare “centro” negli Stati Uniti d’America

Di:

Foggia. Ecco una notizia “bomba” per i patiti di cortometraggi in salsa “Horror”! Si tratta, come già CLAUSTROPHOBIA di Francesco Longo, cineasta di origine rignanese, ma stabilmente residente in quel di Bologna per motivi di vita e di lavoro. Come per gli Award già conquistati nelle passate stagioni, rischia di nuovo fare “centro” negli Stati Uniti d’America. Il “corto” in questione a sorpresa è stato, infatti, selezionato a partecipare al “LOS ANGELES CINEFEST”” che si terrà questo weekend. A renderlo noto su face book è lo stesso Longo che scrive: “I giudici stanno già votando i cortometraggi. Adesso il vostro aiuto è fondamentale: potete votare il corto cliccando sul link sottostante ed inserendo il vostro Nome, Cognome, email e titolo del corto! Per correttezza da oggi a domenica sarà disponibile sul mio profilo o sulle pagine del progetto la visione del cortometraggio in modo tale che ognuno di voi che abbia deciso di votare, lo faccia solo dopo averlo visto. Confidiamo nel vostro apprezzamento”. Per chi l’ha già visto, il corto è per davvero interessante non solo per la storia della “claustrophobica” protagonista, che ne interpreta il ruolo di “paziente” in modo assai partecipato sia a livello psichico e corporeo, aiutata in ciò dagli straordinari effetti speciali e soprattutto dalla musica cupa e rimbombante. L’insieme crea una atmosfera di paura e mistero che ti spacca il cuore. Ad Maiora!

(A cura di Antonio Del Vecchio, Rignano Garganico)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!