GarganoManfredonia
Per saperne di più sulla raccolta differenziata guarda tutti nostri post sull'argomento

Differenziata: tutto quello che c’è da sapere per procedere correttamente

Per evitare sprechi e salvaguardare l’ambiente è fondamentale sapere in che modo differenziare correttamente i rifiuti. Ecco una pratica guida per procedere correttamente

Di:

Roma. A volte può succedere che, per fretta o confusione, gettiamo nella differenziata gli scontrini o la carta sporca di cibo. Ancora oggi sono tanti gli errori che si commettono quando si fa la raccolta differenziata. Piccoli errori certo, ma se non si commettessero ne deriverebbe sicuramente un decisivo miglioramento della qualità della raccolta, a tutto vantaggio dell’ambiente. In genere, trovate le regole su come separare i materiali direttamente sui cassonetti adibiti alla raccolta ma non sempre è facile capire se quel determinato rifiuto deve essere riciclato oppure buttato via perché non recuperabile.

ERRORI NELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA: COME EVITARLI.

Vediamo allora, passo per passo, come evitare gli errori più comuni e risparmiare tempo: COME FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DELLA PLASTICA.

Tra tutti i materiali che è possibile riciclare, la plastica è tra quelli che maggiormente si prestano a un riciclo completo. Largo spazio quindi a bottiglie, buste della pasta, flaconi dei prodotti utilizzati per le pulizie, vaschette del gelato, cassette e retine di frutta e verdura, vasetti dello yogurt e ancora incarti trasparenti di brioches e caramelle. Non differenziate invece nella plastica tutti quei rifiuti che presentano residui di materiali organici, ad esempio il cibo che potrebbe fermentare nel cassonetto, o residui di sostanze pericolose come vernici e colle. Ricordate sempre che tutti i contenitori devono essere puliti, svuotati e schiacciati. Togliete le eventuali etichette di carta e nel caso dei vasetti di yogurt lavateli prima di inserirli nel sacchetto della plastica.

COME FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEL VETRO. Le bottiglie, i bicchieri, i barattoli e i vasi di vetro devono essere invece conferiti nel cassonetto del vetro dove non dovete però buttare via anche lampadine, neon, specchi, bicchieri di cristallo e contenitori in pirex, tutti materiali che devono essere riciclati in maniera differente. Anche in questo caso è bene che i contenitori siano puliti e soprattutto vuoti: non inserite nel cassonetto bottiglie di vetro piene o semi-piene anche se si tratta solo di acqua.

COME FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DELLA CARTA. Per quanto riguarda carta e cartone, potete riciclare giornali, scatole, cartoni ben piegati ma anche quaderni, scatole del latte, dei succhi di frutta, dei corn flakes e vaschette porta-uova in cartone. Non buttate nei bidoni della carta quella unta, quella da forno e piatti e bicchieri di carta. Appiattite sempre le scatole e comprimete gli scatoloni in modo da ridurre gli imballaggi di grandi dimensioni in piccoli pezzi.

COME FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DELL’UMIDO. Gli avanzi di cibo, gli alimenti andati a male, le bucce della frutta, i sacchetti del tè e i fondi del caffè, i fiori secchi e i tovaglioli di carta vanno conferiti invece nel contenitore dell’umido, in genere di colore marrone. Non dimenticate di sistemare i materiali in sacchi ben chiusi prima di buttarli via.

COSA BUTTARE NELL’INDIFFERENZIATA. I materiali unti e sporchi, i piatti e le posate che vi abbiamo detto di non riciclare nella carta, cd e dvd, i giocattoli, i fiori finti, i sacchetti dell’aspirapolvere, gli spazzolini e le videocassette devono finire invece direttamente nell’indifferenziata ossia nel cassonetto in cui rientrano tutti quei rifiuti che non possono essere riciclati. Ricordate inoltre che bicchieri, tazze e piatti di ceramica, se si rompono, non devono essere gettati nel vetro ma nell’indifferenziata in quanto si tratta di materiali che non è possibile riciclare.

COME SMALTIRE I RIFIUTI INGOMBRANTI. I rifiuti ingombranti come mobili, materassi ed elettrodomestici vari devono essere portati invece nelle stazioni ecologiche. Stessa cosa per gli apparecchi e i dispositivi elettronici che richiedono un trattamento speciale basato sulla rimozione delle componenti pericolose per l’ambiente prima di essere avviati verso un corretto smaltimento.

In ogni caso, prima di acquistare un prodotto chiedetevi sempre se vi è veramente utile e prima di avviare gli oggetti alla raccolta differenziata domandatevi se possono avere una seconda vita:
Gli indumenti e i tessuti vecchi che non vi servono più, dopo averli accuratamente lavati, li potete riporre nell’apposito cassonetto, in genere di colore giallo;
I medicinali scaduti non devono essere buttati nell’indifferenziata ma in appositi contenitori che trovate presso le farmacie e gli ambulatori Asl. Stesso procedimento per le pile esaurite che devono essere riciclate nei contenitori presenti nei negozi di elettronica;
Per la spesa adoperate una shopper riutilizzabile in cotone, riutilizzate gli scatoloni come contenitori e il retro dei fogli di carta per prendere appunti e se avete un giardino provate a utilizzare i rifiuti organici come fertilizzante;
Per le pulizie di casa o l’igiene personale privilegiate prodotti con le ricariche in modo da ridurre il numero di contenitori oppure provate i detersivi alla spina che costano il 20 per cento in meno rispetto ai prodotti tradizionali.
Non buttate gli scontrini insieme alla carta: sono realizzati con carte termiche i cui componenti reagiscono al calore generando problemi nelle fasi di riciclo. Stessa cosa per la carta chimica dei fax, quella autocopiante e quella carbone. Buttate gli scontrini e questo tipo di carta nel cestino dell’indifferenziata;
Polistirolo: pur non essendo plastica, alcuni comuni lo riciclano nel cassonetto destinato a questo materiale, altri invece lo indirizzano all’indifferenziata. In questo caso, seguite le linee guida del vostro comune di appartenenza;
Tetra Pak: la raccolta differenziata dei contenitori realizzati con questo materiale varia da un comune all’altro. In generale, cercate di sciacquare e schiacciare bene i contenitori prima di gettarli via in modo che al loro interno non rimangano residui;
Alluminio: anche in questo caso seguite le disposizioni del comune in cui vivete e prestate attenzione a eventuali residui di cibo da eliminare.

www.nonsprecare.it



Vota questo articolo:
17

Commenti


  • Nullaosta

    Per praticare la raccolta la raccolta differenziata correttamente come avete spiegato diciamo che con un minimo di sforzo forse riusciremo a portare nel migliore dei modi il servizio..
    Il PROBLEMONE è un altro, l’Azienda ASE o Comune o la Regione o Provincia che sia, nessuno può APPROPIARSI dello spazio abitativo di una persona, mi spiego meglio: i contenitori della raccolta differenziata che state incominciando a distribuire, non possono (per tanti motivi) occupare spazio dentro una abitazione privata.. Cercate di trovare una soluzione decente e legale (pensate quei pianterreni con unica stanza).. altrimenti si sente già odore di FALLIMENTO..!!!!!


  • Pasquale

    D’accordissimo con nullaosta, ma il vero problema e’ quello che come si riuscira’ a farlo capire a tutti quei CAPRONI che tutti noi incontriamo tutti i giorni, che oggi con l’ indifferenziata sono stati abituare a buttare l’ immondizia fuori dai bidoni, o coloro che su strade periferiche lanciano la busta dal finestrino della propria auto?.


  • V

    A manfredonia non siamo buoni a gestire 2 bidoni immagino tra poco che succederà…!purtroppo siamo incivili e arretrati partendo dai cittadini ai gestori(ASE – Comune) .


  • Generale Zulov

    Ho udito una miriade di gente che lascerà i sacchetti per le strade..poveri illusi. Manfredonia non è Stoccolma anzi siamo a livello Tripoli piuttosto che Kabul..si teme una grande invasione di ratti dalla zona del porto nel centro a causa delle migliaia di buste di rifiuti lasciate nelle strade di soppiatto nottetempo.


  • AZ

    praticamente questa raccolta dovrebbe servire per risparmiare qualche soldino giusto? ma se le cose di plastica vanno lavate “accuratamente” quello che dovremmo risparmiare in immondizia lo si spende in acqua….e poi come dice NULLAOSTA, come pensate che faranno quelli con una casetta? i pianterreni che occupano suolo pubblico gratuitamente ora occuperanno interi marciapiedi….ma quindi poi bisognera’ allargare i marciapiedi o spostare i palazzi? non penserete che queste persone terranno immondizia in casa per una settimana….soprattutto l’umido che verra’ raccolto 3 volte a settimana…mentre nei comuni che adottano questo tipo di raccolta l’umido lo raccolgono ogni giorno come intelligentemente dovrebbe essere fatto…


  • LASCIATE AL LORO POSTO I BIDONI DELLA MONNEZZA

    I resti delle ciambotte e i resti delle angurie in casa? Conosco gente che produce 10 chili di umido al giorno! ahahahahahahahah Manfredonia diventerà la capitare dei rifiuti x strada! Prepariamoci al peggio ah ah ah..


  • Carmen

    Certo che state messi proprio male….civiltà questa sconosciuta!


  • Michele

    Senza sconto non faccio la differenziata


  • LA BOLLETTA DELLA TARI COSTA SANGUE!

    DA ANNI PRATICO LA DIFFERENZIATA ED E’ SERVITA SOLO A FAR AUMENTARE PAUROSAMENTE IL COSTO DELLA BOLLETTA!!!
    VORREI SAPERE IL COSTO UNITARIO DI QUEI BIDONI, VISTO CHE SARANNO RAZZIATI E SFASCIATI A RIPETIZIONE!! SARA’ IL VIETNAM DELLA SPAZZATURA! ECHE SCONTI PRATICHERETE? PERRCHE’ NON SI IDEAVA UN SISTEMA CHE PREMIA QUELLI CHE FARANNO LA DIFFERENZIATA SUL SERIO E CON TANTI SACRIFICI A DIFFERENZE DI MOLTI CHE LA FARANNO COME NELLE FAVELAS?


  • Popolo

    Ma scusate, non è più comodo ed altrettanto efficiente fare la raccolta differenziata così come si fa oggi? Tanto chi era disattento prima continuerà ad esserlo anche con il nuovo sistema di raccolta!


  • Popolo

    Ed aggiungo, quanto ci costerà tutto ciò???


  • Ciccillo

    Se siete davvero cosi intelligenti e sapientoni dovreste approvare l’iniziativa, la gente intelligente e sempre aperta alle cose nuove e soprattutto a qualcosa che potrà far vivere meglio i vostrii figli e i vostri portafogli a lungo andare. Una volta che sarà iniziata la raccolta potrete fare dei commenti … adesso dovreste essere felici come tante persone che finalmente vedono qualcosa di civile a manfredonia…


  • Il giullare sipontino

    Peccato non potrò più fare il tiro a segno lanciando la busta dei rifiuti dal balcone nel bidone di fronte casa mia! SIGH SIGH SIGH


  • Elias

    Scusate ma i pannolini dei neonati, i pannolini degli anziani allettanti a causa di diverse patologie dove è come vanno gestiti?
    Se qualcuno gentilmente può dirlo. Grazie


  • peppe

    Ecco la civiltà. …lanciare la spazzatura dalla finestra!!! Puoi solo che vanrartene caro giullare sipontino!….. vivere nell’ignoranza assoluta. .questo Vi e Ci meritiamo


  • Gianpaolo

    Se non c’è un forte sconto sulla tari
    Niente raccolta tutti ai fichi d.India a buttare le buste


  • libe

    guardate altre città come migliori amministrazioni.. peccato che in altre città la differenziata ha raggiunto livelli altissimi.. vedi Parma (5 stelle) dove la differenziata si attesta quasi al 70% ed è quasi tutto regolare.. e parliamo di una città 3 volte più grande della nostra! E’ ora di evolverci! quanti problemi che vi fate!! E comunque a parma ci sono 3 bidoni più dei 2 bustoni per il resto.. e la raccolta avviene UNA VOLTA A SETTIMANA!! APRITE LE VOSTRI MENTI!!!!
    fonte : http://www.24emilia.com/Sezione.jsp?titolo=Parma+centro+al+67%25+di+differenziata%3A+15+giorni+per+centrare+l%27obiettivo+di+legge&idSezione=44449

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This