Manfredonia
Comunicato stampa

Manfredonia, “La nuova gestione del LUC si presenta” (ftgallery)

"Il LUC avrà un carattere multidisciplinare che darà voce a diversi ambiti culturali e a tutte le proposte che arriveranno dalla cittadinanza"


Di:

Manfredonia – Il Consorzio Libero è orgoglioso di presentare le attività che saranno svolte all’interno del LUC “Peppino Impastato“ e vuole descriverle partendo da una breve descrizione di ciò che il bando richiedeva. Il bando pubblicato dal Comune di Manfredonia ha mostrato particolare attenzione verso i giovani, ai quali affida giustamente il futuro della città, ed ha richiesto ai partecipanti di sviluppare attività orientate a ridare fiducia e slancio alla comunità giovanile.

Nelle linee guida del bando veniva richiesto di organizzare attività e servizi culturali dedicati ai giovani, ai giovani a rischio devianza o comunque in particolari situazioni di difficoltà, svantaggio e discriminazione, ai NEET (Not engaged in Education, Employment or Training – ragazzi in età tra i 15 e 29 anni che ne studiano e ne lavorano), servizi rivolti alla sensibilizzazione dell’imprenditoria giovanile e femminile, oltre attività culturali e ludiche in genere.
Per noi un Laboratorio Culturale Urbano (LUC) è un presidio di sviluppo sociale, culturale ed economico per una comunità, un punto nevralgico per lo scambio di idee e conoscenze, un punto di riferimento, un riparo, un’officina dove far germogliare le proprie idee condividendo con gli altri tutte le fasi della loro crescita e sviluppo.

Quindi un luogo di aggregazione giovanile che deve attrarre le idee e le speranze dei ragazzi e aiutarli a credere in se stessi e nelle loro capacità. A tale scopo è stata migliorata l’area bar per creare un punto di incontro tra i giovani, un luogo dove scambiare idee, connettersi a internet, incontrare potenziali clienti o investitori, promuovere le proprie idee, condividere un ufficio nello stile nordeuropeo dei moderni luoghi di coworking, come accade già da diversi anni nelle maggiori capitali europee.

In collaborazione con l’amministrazione e con l’assessorato di riferimento, quello alla cultura ed i servizi sociali, sarà creato uno sportello per l’ascolto dei giovani e delle famiglie per promuovere corsi di educazione alimentare, di educazione stradale, di legalità, di inclusione sociale, ecc.. Il LUC avrà un carattere multidisciplinare che darà voce a diversi ambiti culturali e a tutte le proposte che arriveranno dalla cittadinanza, in particolare dai giovani. Per aiutare i giovani a crescere e migliorare le proprie abilità, ci saranno degli esperti che si occuperanno delle proprie discipline.

L’idea è quella di creare un team di esperti che gestiranno i singoli ambiti disciplinari, collaborando con i giovani, aiutandoli a migliorarsi e promuovere le proprie idee.

Il ruolo dei diversi esperti ed ambiti sarà quello di sviluppare percorsi formativi attraverso corsi, laboratori, workshop, e di organizzare manifestazioni ed eventi quali mostre, esposizioni, premi. Gli esperti sono tutti di Manfredonia : Salvatore Favia (fotografia), Leonardo Taronna (economia), Vittorio Tricarico (teatro), Lucio Mele (cucina e arti culinarie), Psicosomaticamente (associazione di psicologi), Close up engineering ( rivista scientifica e orientamento universitario), Giuseppe Vuovolo (Corsi di Autodifesa), Stefano Simone (Cinema), Michela Cassa (Pittura). Siamo certi che il fervore culturale coinvolgerà altra gente e aumenterà le discipline e ambiti che il LUC potrà offrire alla cittadinanza.

FOTOGALLERY

Manfredonia, “La nuova gestione del LUC si presenta” (ftgallery) ultima modifica: 2015-04-03T09:55:41+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • On-Luc !

    RIPETO LA DOMANDA : I CORSI SARANNO A GRATIS O A PAGAMENTO ? SI ASPETTA RISPOSTA ,GRAZIE.
    PS.GIANNI,NICOLA,ROBERTO…CHE COMPITO HANNO VISTO CHE SONO IN POSA FOTOGRAFICA PER LA STAMPA….CHI SONO I MEMBRI DEL DIRETTIVO ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi