Manfredonia
Fatti narrati avvenuti sabato 1° aprile 2017

Manfredonia, mamma di una 11enne “In 2 hanno chiesto a mia figlia di salire in auto”

La notizia ha avuto un grande risalto attraverso i social ma senza alcun immediato riscontro ufficiale

Di:

Manfredonia, 03 aprile 2017. “NON condivido le modalità di diffusione dei fatti, attraverso social e gruppi di whatsapp, ma confermo quanto indicato: 2 uomini o ragazzi hanno chiesto a mia figlia di salire in un’autovettura, quando la stessa stava per recarsi da un supermercato a scuola”. Così a Stato Quotidiano, pochi minuti fa, la mamma di una bimba di 11 anni vittima delle presunte “attenzioni” di 2 ignoti. La notizia ha avuto un grande risalto attraverso i social ma senza alcun immediato riscontro ufficiale, tantomeno una denuncia o segnalazione a tutte le forze dell’ordine. Ora arriva la conferma dalla madre della piccola.

I fatti. Come dalla denuncia presentata stamani, 3 aprile 2017, al Commissariato di P.S. dal padre della 11enne, e come riferito a Stato Quotidiano dalla mamma della stessa, con fatti derivanti dal racconto della piccola, non essendoci al momento testimoni: “Sabato 1° Aprile 2017, tra le ore 7.50 e le ore 8 (dalla denuncia: “ore 8.45″ ma si tratterebbe di un errore nel riferimento dell’orario,ndr)” la bambina si stava recando in una scuola quando sarebbe stata avvicinata da un’autovettura, “di piccola cilindrata, di colore verde scuro, della quale non è stato rilevato il numero di targa“. Nell’auto, seconda la descrizione della 11enne, un uomo di circa 40 anni alla guida, con il volto in parte coperto, e nel sedile posteriore dello stesso mezzo un ragazzo di colore. L’auto si sarebbe fermata vicino alla ragazzina e il conducente, dopo aver aperto una portiera del veicolo, avrebbe invitato la 11enne a salire in auto, anche fischiando, “per attirare la sua attenzione“. La ragazza, spaventata, avrebbe camminato velocemente per poi entrare nella scuola. L’autovettura si sarebbe in seguito allontanata.

Indagini in corso per ricostruire l’esatta dinamica e ricostruzione dei fatti.

Appello intanto della mamma della piccola a Stato Quotidiano “Gentilmente chiedo di eliminare messaggi vocali e soprattutto immagini di mia figlia, minorenne, dai gruppi di whatsapp e dai social. Ci siamo già rivolti alle autorità competenti per tutelare la riservatezza della bambina”.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata

Manfredonia, mamma di una 11enne “In 2 hanno chiesto a mia figlia di salire in auto” ultima modifica: 2017-04-03T15:46:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Sto c.

    Analizzate le decine di telecamere installate e si beccano Sti due coglioni. Oppure non funzionano?


  • Geny

    Prima a Manfredonia avevamo 4 delinquenti e 2 cretini, si conosceva bastava tenerli alla larga è spesso il problema era risolto, o comunque rintracciabili e sapevi a chi rivolgerti, ora abbiamo sempre sti 4 delinquenti e 2 cretini + una banda che aumenta ogni giorno di gente di cui non si sa nulla.


  • Manfredoniano

    Se lo stato non garantisce la giustizia per noi e per i nostri più piccoli la giustizia ce la inizieremo a fare per conto nostro !!! Perché non se ne può più !!! Inizialmente pensavo fosse un pesce d’aprile invece poi ho visto quanto avevo sentito sui social…ma io dico nessuno riesce a rintracciare ste bestie ?? Dobbiamo prima aspettare che sia troppo tardi ??? Perché non interviene nessuno ?? È meglio prevenire che curare !


  • Dino

    Penso che la mamma vuole solo che venga tuttelata la privacy del minore, per il resto ci pensano le FF.OO.


  • Francesco

    Con tutte le telecamere che ci sono in paese e in periferia a tutte le uscite di manfredonia non li anno presi .ma queste telecamere funzionano o no se non funzionano vendete almeno il comune fa soldi per aggiustare la città


  • Mario

    Speriamo non c’entri nulla il primo aprile…


  • ilproletario

    L’isola felice di Manfredonia consisteva nel poter mandare a scuola i figli “da soli”, senza la necessità di accompagnarli, felici tra gli altri coetanei.
    Poi abbiamo iniziato ad accompagnarli alle scuole elementari, ora anche alle medie: forse è arrivata “””la civiltà””” anche a
    Manfredonia????

  • LE FORZE DELL ORDINE A TURNO COMPRESI ANCHE I VIGILI POTREBBERO PATTUGLIARE A PIEDI IMPIEGANDO UN UOMO DEL COMANDO VIGILI IN BORGHESE E UN UOMO PER OGNI CORPO DI POLIZIA NON DICO TUTTE LE SCUOLE MA SCEGLIERE A TURO DELLE SCUOLE AL QUALE SORVEGLIARE NON TUTTA LA MATTINATA MA ALL ORARIO DI ENTRATA E POI A QUELLO D USCITA PERCHE LO STATO DEVE GARANTIRE LA SICUREZZA DAVANTI ALLA SCUOLA ALTRIMENTI SE LO STATO NON CI PENSA CI PENSEREMO NOI A FARE GIUSTIZIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi