Cronaca

Cerignola, “tumori: in aumento incidenza delle patologie”. Nasce osservatorio


Di:

Letti ospedale (ilsole24ore.com)

Personale ospedale (archivio, fonte image: ilsole24ore.com)

Cerignola – CERCARE di comprendere le motivazioni dell’aumento dell’incidenza delle patologie oncologiche nel territorio e muoversi di conseguenza con iniziative ad hoc. E’ lo scopo della costituzione dell’ Osservatorio per la Salute del Territorio, un organismo che si riunirà per la prima volta giovedì 5, alle 17, presso Palazzo di Città. Presieduto dall’assessore alla Sanità, Michele Romano, sarà composto da medici, insegnanti, rappresentanti di movimenti politici e della società civile: il dottor Romualdo Aucello, il dottor Agostino Specchio, il dottor Giuseppe Mancino, il dottor Guido Neri, la dottoressa Lucia Lenoci, la signora Tonia Lorusso (presidente Fidas), l’avvocato Nicola Netti, il signor L. Russo e la giornalista Federica Libertino.

“Il comitato che costituirà l’Osservatorio sarà comunque aperto al contributo di altre persone eventualmente interessate a questi temi – spiega l’assessore Romano – si tratta di capire cosa sta succedendo nella nostra città, dove negli ultimi anni un numero preoccupante di persone si è ammalato di cancro. Il comitato, in sostanza, individuerà aziende specializzate nel monitoraggio dell’acqua, dell’aria e del suolo. Un’indagine dalla quale emergeranno dati che verranno poi confrontati con quelli messi a disposizione dal Registro dei Tumori provinciale e dalla Asl Fg. A quel punto capiremo come muoverci e quali iniziative approntare per tenere alta l’attenzione della cittadinanza su un argomento così delicato come questo”. Il monitoraggio verrà realizzato quartiere per quartiere, per capire se le patologie colpiscono in particolare i residenti in alcune zone contaminate dalla presenza di scorie tossiche o di rifiuti pericolosi.


Redazione Stato

Cerignola, “tumori: in aumento incidenza delle patologie”. Nasce osservatorio ultima modifica: 2011-05-03T22:50:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • condom

    e a manfredonia si dorme, si dorme si dorme…per sempre


  • giuseppe

    ci stiamo ammalando tutti di tumore a cerignola bisogna trovare una soluzione il prima possibile non si può morire per colpa di una malattia di merda, aiutateci a trovare una soluzione….


  • divittorio

    Di tumore si morirà sempre perché non faranno mai uscire la medicina perché c’è troppo interesse delle case farmaceutiche che sono capitalisti assassini quanto vediamo l’esempio sugli staminali


  • giuseppe

    inizierei a monitorare ex aria stabilimento Tamma.


  • ylenia

    Io controllerei diverse zone: innanzitutto la zona industriale,le aziende che smaltiscono rifiuti tossici sotto i nostri nasi e sotto i nostri occhi.bisognerebbe analizzare le falde acquifere ma senza aspettare ancora.e facciamo molta attenzione a chi ci rivolgiamo perché gli interessi in gioco sono troppo alti.


  • matteo

    che il vostro lavoro sia serio,coscenzioso libero da costrizioni e da omertà imbarazzanti


  • Annalisa

    Adesso che finalmente se ne parla di Cerignola, iniziamo ad alzare la voce e ad attirare il più possibile l’attenzione,magari con una lunghissima fiaccolata, per tutti i nostri familiari o amici morti, in maniera tale che qualcosa si muova e che finalmente qualcuno faccia luce sulla causa scatenante di tutti i casi di cancro. Non ci arrendiamo combattiamo per non fare ammalare i nostri figli!!!!!

  • fate al più presto questi controlli ,,,monitorate i quartieri i suoli,tutti abbiamo i figli e dobbiamo pensare alla loro salute ed anche alla nostra.nella mia strada si sono ammalati 3 persone IN UN RAGGIO DI 400METRI ,UNO NON c’è PIùUUUUUUUUUUU


  • fabiana

    Bisogna prendere seri provvedimenti!!! Questo è il male del secolo… bisogna combatterlo! Muoiono troppe persone per questo male e non è possibile che nel 2014 non ci dia una cura! Specialmente a cerignola..ogni giorno si sente parlare di questa malattia Ma 0 provvedimenti!


  • fabiana

    Non possiamo aspettare altre morti! Bastaaaaa!


  • Antonio

    Signori e Signore, bisogna che muoverci noi, non le “alte sfere” perché se aspettiamo a loro non succederà nulla, il problema lo risolve il diretto interessato no chi non ha nulla da preoccuparsi o è corrotto, e in questo paese di persone corrotte c’è n’è sono a bizzeffe! Dobbiamo formare un’associazione noi comuni mortali che sappiamo cosa abbiamo passato, noi che abbiamo la rabbia dentro per quello che è successo, quel fuoco che arde dentro di noi in cerca di una verità per non far dimenticare le morti invane dei nostri cari, per dare un senso a ciò che è successo! Svegliamoci gente loro non affronteranno mai il problema perché tutto il sistema e marcio!


  • enzo

    Non è un problema di suolo il problema è solo nell’alimentazione


  • Carmine

    Io comincerei con un censimento, con successive analisi, delle acque dei pozzi artesiani. In questo modo si potrebbero subito individuare i territori coinvolti dalle discariche abusive che hanno contaminato le falde acquifere.
    YOU SNOOZE, YOU LOSE….


  • marilena

    Finalmente dopo doveva morire un infinita di gente prima di svegliarci lo sa tutto il mondo della monnezza che scaricano sotto i campi coltivati che poi frutti mangiamo o usiamo a tonnellate come l olio.dicono che il fumi fa venire il cancro be mio padre nn ha mai fumato ed e morto per un cancro allo stomaco…..


  • michele

    Tutto il mondo paese! Purtroppo anche a Cerignola aumentano i tumori per colpa della mano dell’uomo che si dà la zappa sui piedi da solo. Lo diceva anche Padre Pio: ” moriremo tutti dello stesso male”.


  • maria anna

    L’ uomo che mangia l’ uomo che tristezza , tanti bambini e ragazzi popolano i reparti oncologici … Sarebbero il nostro futuro !!! Le coscienze devono iniziare ad urlare! La vita non ha prezzo, la sofferenza ha grandi costi … Sarebbe davvero ora di capire e soprattutto di denunciare , provvedere, salvaguardare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This