Eventi

Incubatore d’impresa, Meridaunia punta sui giovani imprenditori


Di:

Incubatore, cartina (ST)

Bari – E’ stato il ministro per gli Affari regionali, Raffaele Fitto, a tagliare il nastro dell’Incubatore di Impresa di Candela, il Centro Servizi per le imprese dei Monti Dauni e Lucera che nella giornata del 2 maggio è stato inaugurato alla presenza di autorità civili, militari e religiose e di una ricca platea di presenti.

Una partecipazione importante di rappresentanti istituzionali, sindacali, del mondo imprenditoriale ma anche di cittadini che hanno voluto così testimoniare il loro compiacimento per la realizzazione di questo progetto. Un progetto che vede coinvolto il GAL Meridaunia per la gestione e la selezione delle aziende e il Comune di Candela per la parte infrastrutturale e che dopo tre anni di intenso lavoro, presenta in primi risultati: 9 imprese finanziate, tutte impegnate in settori della produzione di beni ed erogazione di servizi. Con le loro attività a regime, verrà realizzata una nuova occupazione pari a 18 unità.
Dopo la benedizione officiata da S.E. mons. Felice di Molfetta, vescovo della Diocesi Cerignola Ascoli-Satriano, il convegno ha visto i contributi di Savino Santarella, sindaco di Candela, Nicola Biscotti, presidente Patto di Foggia, Antonio Pepe, presidente Provincia di Foggia, Alberto Casoria, presidente GAL Meridaunia, Giulio Colecchia, segretario regionale CISL, Giuseppe Di Carlo, presidente Confindustria Foggia. Le conclusioni sono state affidate all’on. Raffaele Fitto, ministro degli Affari Regionali.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Candela: “Un progetto che ha visto una grande governance territoriale – ha dichiarato Savino Santarella – dando prova del ruolo attivo che un’amministrazione deve svolgere: ovvero quello di mettere in moto le strutture al servizio dello sviluppo territorio” – ed ancora: “queste strutture hanno ragion d’essere qui da noi, non nel nord est”. Il presidente del GAL Meridaunia, poi, ha messo in risalto la necessità di sostenere la creazione di posti di lavoro sul territorio, un’esigenza riscontrata dal lavoro che il GAL ormai da 15 anni svolge sull’area dei Monti Dauni: “Il nostro impegno è quello di dare risposte a chi cerca un’opportunità per realizzarsi in questo territorio – spiega Alberto Casoria – l’Incubatore vuole essere questo: dare spazio e sostegno a nuove iniziative imprenditoriali, con uno sguardo attento verso i giovani della nostra terra”.

Ed infine, le conclusioni del ministro Raffaele Fitto: “Progetti come questo rappresentano la vera base di partenza per processi di sviluppo territoriale ed un modo sano di utilizzare risorse pubbliche – ha affermato Fitto. – Nella spesa di fondi comunitari bisogna puntare su settori specifici ed interventi precisi ed importanti: una struttura come questa è un esempio non di spesa frazionata ma di una grande idea di sviluppo concreta”.

Quello di Candela rappresenta uno dei pochi Incubatori finanziati in Italia meridionale, l’unico in tutto il Paese che verrà gestito da un GAL. L’incubatore di Impresa di Candela si sviluppa su una superficie di 4000 mq dove sono presenti 15 locali destinati alle aziende con uffici interni, 4 aule di formazione, alcuni uffici per i soggetti gestori, una sala convegni da 180 posti, un’area espositiva comune di 450 mq. L’investimento totale relativo alle opere strutturali è stato pari € 2.254 mln, fondo amministrato dal Comune di Candela, mentre per la gestione e la selezione delle aziende, Meridaunia ha avuto un finanziamento di € 1.970 mln.


Redazione Stato

Incubatore d’impresa, Meridaunia punta sui giovani imprenditori ultima modifica: 2011-05-03T20:19:50+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This