Manfredonia

Prospezioni Petroceltic, di Mauro (Giovane Italia) si oppone


Di:

Raffaele Di Mauro, coord. provinciale Giovane Italia (ST)

Foggia – IL coordinamento provinciale di Foggia della Giovane Italia è fermamente contrario alla “esecuzione della prospezione sismica” come decretato dal ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo, di concerto con il ministro per i Beni e le attività culturali, Giancarlo Galan. Il nostro parere è che la “ricerca sismica con la tecnica di air gun” nell’area delle Isole Tremiti non debba avere luogo a procedere. Siamo dell’idea che, quand’anche ci fossero i presupposti per giudicare positivamente “la procedura di valutazione dell’impatto ambientale”, non sarebbe nell’interesse del nostro territorio e del settore turistico che caratterizza la nostra economia dare l’autorizzazione alla “escavazione del pozzo di prova”.

L’arte, l’architettura ed il paesaggio rappresentano le fondamenta del nostro patrimonio culturale. La logica secondo la quale il fabbisogno energetico dell’Italia vada soddisfatto attraverso fonti di energia non rinnovabile come il petrolio ci pone dinanzi ad una scelta, per usare un eufemismo, alquanto démodé: non solo per questioni legate alla salute e alla sicurezza dei nostri concittadini, ma perché un Paese che crede nel proprio futuro e nella sostenibilità di un’economia che garantisca opportunità alle nuove generazioni concentra i propri sforzi economici sulle fonti di energia rinnovabile; in particolare in Puglia dove le energie eolica e solare possono rappresentare un volano per lo sviluppo economico.

Le perplessità del movimento giovanile del Popolo della libertà vengono evidenziate dal coordinatore provinciale della Giovane Italia, Raffaele di Mauro: “Noi diciamo “No alle trivellazioni alle Isole Tremiti!”. Pensiamo che non possano esistere divisioni di sorta o appartenenze politiche che reggano quando si parla di tutela del territorio e salvaguardia delle meraviglie della nostra terra. Per questo motivo il nostro parere sulle decisioni del Governo ed in particolar modo del ministero dell’Ambiente questa volta non può che essere negativo! Oggi, il nostro mare e le nostre coste rappresentano un fiore all’occhiello della nostra provincia e un grande investimento per il turismo: non possiamo permetterci dunque un ulteriore stop per il settore e di conseguenza per lo sviluppo dell’intera area garganica. Siamo fiduciosi però del fatto che il ministro Prestigiacomo ascolterà con ragionevolezza le istanze di un’intera comunità schierata in difesa di una fetta di paradiso ancora incontaminata come le nostre Tremiti”.

Fabio La Macchia (St)

Il candidato sindaco del centrodestra a Zapponeta Fabio La Macchia (St)

Sul decreto 126 del 29 marzo 2011 non si sottrae ad un’analisi critica il candidato al consiglio comunale di Vieste Gaetano Zaffarano: “La notizia dell’autorizzazione a procedere alla trivellazione al largo della costa garganica non può farci rimanere indifferenti. Stiamo attraversando una fase in cui è quotidianamente alimentato il dibattito sull’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili. Appare paradossale, quindi, la continua ricerca di giacimenti petroliferi in Italia in quanto è risaputo che le fonti fossili come il petrolio sono presenti in quantità limitate. Il Gargano è il motore trainante del sistema turistico pugliese. In questi anni si è cercato di mantenere in equilibrio il flusso di turisti e la tutela del territorio. Decisioni del genere rischiano di trasformarsi in un deterrente per i turisti a trascorrere le proprie vacanze qui da noi e di compromettere in maniera ancor più grave il settore ittico”.

A Zaffarano fa eco Fabio La Macchia, candidato sindaco di Zapponeta per la coalizione di centrodestra: “Sono fortemente contrario al decreto varato dal ministro Prestigiacomo. La decisione presa non tiene conto di quanti gravi danni provocherebbe all’ambiente, ma anche all’economia delle Isole Tremiti e, quindi, della Capitanata”.


Redazione Stato

Prospezioni Petroceltic, di Mauro (Giovane Italia) si oppone ultima modifica: 2011-05-03T09:36:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This