Manfredonia
La situazione in ogni modo sarebbe in fase di risoluzione

Manfredonia, morosità genitori per mensa scolastica. “Servizio continua regolarmente”

"Gli insegnanti sono stati obbligati (..) a telefonare ai genitori dei bambini il cui nucleo familiare è risulto in debito con il pagamento del servizio"

Di:

Manfredonia. IL Comune di Manfredonia sta inviando dei solleciti di pagamento, da alcuni mesi, ad utenti risultati morosi relativamente al ‘Servizio di refezione a favore degli alunni di scuola dell’infanzia e di scuola primaria a tempo pieno’. Lo si apprende da raccolta dati. Come risaputo, da anni, l’Ente comunale garantisce il suddetto servizio alle scuole dell’infanzia della Città, statali e private, “sulla base del presupposto che lo stesso è da ritenersi non soltanto importante da un punto di vista nutrizionale ma anche da quello psico-sociale, rientrando a pieno titolo tra gli interventi che assicurano la piena fruizione del diritto allo studio“.

Ma a causa della morosità suddetta, negli ultimi giorni – come riporta una fonte – non sono mancati “momenti di tensione” nelle scuole primarie di Manfredonia. “Gli insegnanti sono stati obbligati” infatti “a telefonare ai genitori dei bambini il cui nucleo familiare è risulto in debito con il pagamento del servizio”. A loro volta, i genitori degli stessi bambini si sarebbero recati in Comune per chiedere spiegazioni.

Come da comunicato stampa del Comune di Manfredonia (09.01.2015), si ricorda come era stata attivata “una piattaforma web” per consentire “ai genitori degli alunni delle scuole dell’infanzia e primarie del Comune di Manfredonia di rimanere aggiornati in tempo reale sulla refezione scolastica”. “La missiva firmata dal sindaco Angelo Riccardi” era arrivata, ai genitori interessati, nel dicembre 2014 “con tutte le indicazioni su come avviene la prenotazione giornaliera del pasto, ma anche su come fare se si ha bisogno di mangiare in bianco o seguire una dieta speciale, quali sono le modalità di pagamento e altre informazioni utili”. “Il nuovo sistema pre-pagato (School-card) permette di gestire, con le tecnologie informatiche, la prenotazione giornaliera – si legge nella lettera – dei pasti nelle scuole, di effettuare i pagamenti e di informare in tempo reale le famiglie”.

Da raccolta dati, al momento l’Ente comunale sta analizzando la situazione delle morosità “caso per caso”. I genitori risultati morosi hanno ricevuto anzitempo il sollecito di pagamento, prima dellA riscossione coatta. La situazione in ogni modo sarebbe in fase di risoluzione. Diversi sarebbero stati gli utenti che avrebbero provveduto ad azzerare la situazione di morosità emersa. Il servizio mensa in ogni modo non sarebbe stato mai sospeso.

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
22

Commenti


  • Gino

    I soldi sono finitI iii iii
    Qui non lavora più nessunoooo oooo.


  • antonio

    fate pagare tutto in anticipo e queste situazioni non accadranno più


  • stufo

    Ma perché dare slle maestre il compito di chiamare a casa??…che lo facessero gli impiegati comunali. .e poi è facile chi è in mora nn usufruisce della mensa…punto…altro che son finiti i soldi…questo sempre a discapito di gente onesta che paga regolarmente…i bambini se li portassero a casa


  • Gino

    Quanto è bello parlare senza avere problemi addirittura pagare anticipato e chi paga avanti i stopd.
    Pagassero il sindaco


  • Antonio Di Rosario

    Il problema è che anche chi ha pagato con tanto di ricevute ha dovuto ricevere la chiamata dalla scuola, se date la possibilità di ricevere i soldi tramite bonifico bancario accertatevi prima dell avvenuto pagamento e poi sollecitate,ci sono mezzi all’avanguardia che solo noi non riusciamo ad utilizzare diversamente dalle altre organizzazioni comunali di altri paesi…. Poi ricevi le scuse successivamente……


  • peppiniello

    Pagamento in ANTICIPO con rilascio di taaloncino da lasciare alla maestra al mattino.In questo modo le povere mamme devono accollarsi quest’altro problema cioe’ il calcolo dei giorni che il bambino deve mangiare in base al pagamento….ma p piacer!


  • Franco

    Come al solito vengono sfavoriti gli onesti e coloro che , magari con sacrifici, pagano puntualmente.
    E poi spiegatemi il senso della refezione scolastica in una città come Manfredonia.i


  • Antoninovergura

    x GINO:

    Alcuni di quelli che dici non hanno soldi, i soldi per la benzina per la passeggiata con l’auto, sigarette e cellulari ci sono, perche’ non partecipare alle spese della mensa?


  • Giuseppe


  • Giuseppe

    Quei centri scommesse sempre pieni da mattino a sera, e già li si gioca responsabilmente e i soldi ci sono sempre, slot, gratta e vinci 10 e lotto suvvia…


  • Giuseppe

    Ogni famiglia ha cani da mantener, 10 cellulari a persona, e poi non si riesce a pagare la retta non fatemi ridere…


  • Dino

    Aboliamo la mensa nelle scuole!
    Io ho chiesto per mio figlio il tempo pieno,quindi anche la mensa,mi è stato negato perchè mia moglie non lavora. Idem per lo scuolabus, mi è stato negato perchè c’è un’altra scuola vicino la mia residenza,senza sapere i motivi del cambio.. Avrei pagato anche il doppio pur di avere la mensa e lo scuolabus,ma evidentemente al comune non interessa chi paga!

  • non funziona il sito x vedere il consumo dei nostri figli … già abbiamo cose importanti a cui pensare mo dobbiamo pensare pure ai soldi della ricarica x far mangiare i nostri bambini… ma andatevene tutti a f…..o compreso il sindaco….


  • zak

    Ma gli insegnanti sono a libro paga del comune che spno stati costretti a telefonare a proprie spese ai genitori? I conti non tornano, che modo di fare è mai questo


  • FALSO

    A MIO FIGLIO NON L’HANNO FATTO MANGIARE


  • luca

    L’insegnante non doveva assolutamente telefonare, non era suo compito.

    Comunque credo da quello che ho sentito che è stata solo una figura di Cacca, perché tutti mi hanno detto che loro erano a posto.

    In merito a chi non paga o paga meno anche per diritto io personalmente prima di dare queste concessioni mi accerterei che non ci siano nemmeno i soldi per cose più superflue, perché se gli risultasse un abbonamento sky o Internet,
    gli farei fare anche le lastre in ospedale per certifirare che non fumano, prima di dargli l’agevolazione, non è giusto che gente che fa sacrifici e si ritrova qualcosa debba pagare per gente che si toglie tutti gli sfizi.


  • Ivans

    Il Comune gestisce la mensa, la dottoressa responsabile del servizio, pretende che le insegnanti o altro personale della scuola , lavorino per loro. E magari i dipendenti comunali al bar a prendere il caffè. L’atteggiamento mussoliniano lo assumesse con i propri dipendenti. Parlo con cognizione di fatto


  • svolta

    Leggendo i commenti su quanto accaduto in merito alal gestione “pagamenti” del servizio mensa alle scuole si può affermare che neanche in tale settore gli uffici comunali mostrano quel minimo di efficienza… dovuta.
    Non è ammissibile che chi anche ha pagato venga telefonato ….
    Qualcuno preposto ai riscontri evidentemente lo fa fa pensando che si sta giocando ai cruciverba…..


  • lucia

    il sito web non funziona…..


  • Cittadino attento

    Il sito della refezione funziona benissimo, e per quanto riguarda le telefonate alle afamiglie erano messaggi intestati e:- suite ovvero l’ufficio comunale di via Maddalena. P.s. io ero moroso di 5 euro. Quindi chi è stato raggiunto dallo stesso comunicato è giusto che paghi. Anche io sono disoccupato e mia moglie non lavora, se non volete pagare fate l’iscrizione per la mezza giornata è alle 12 andate a prendere i vostri figli e no che (pagasse il sindaco,oppure controllare chi paga poco per questioni di reddito ma vergognatevi)


  • Yron

    IL sito web non funziona!
    Esisteva il metodo dei bollini ed è stato abolito.
    La qualità del cibo non è adeguata ai gusti dei bambini, nonostante ci sia una nutrizionista ( che accusa i bambini di essere viziati).
    Dispensatrici che rimproverano i bambini perché chiacchierano durante la pausa pranzo.
    Ma stiamo scherzando??
    Chiedere scusa non serve a nulla, …e per colpa di qualcuno che crede di fare il furbo a discapito degli altri, chi ne ha fatto le spese sono i bambini ,in regola o no coi pagamenti, ai quali è stato detto: TU OGGI NON PUOI MANGIARE !!!!
    Il comune dovrebbe rivedere tutto il sistema” refezione scolastica” e se non in grado di gestirla adeguatamente : ELIMINARLA .


  • antonella

    Leggendo i commenti a testimonianza, resto senza parole, nutrizionisti che parlano di bambini viziati se non gradiscono il cibo servito, bambini che vengono esclusi dalla mensa rei di non essere coperti dal pagamento, piattaforme web che non funzionano, cHe assurdita’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This