GarganoManfredonia
La tarantella di Màngano, affascina e sorprende sul palco e nella vita

Forlì applaude il Gargano e il talento di Mangano

Il portabandiera della tarantella nel mondo, porta a Forlì l’orgoglio di Monte Sant’Angelo e del Gargano

Di:

Forlì, 28 maggio 2016. La presentazione ufficiale alla stampa del progetto “Umbra forest folk – L’ambiente eccellenza fra le opere d’arte” ideato dall’associazione La Bella Cumpagnie e dal maestro e direttore artistico Michele Mangano, si è tenuta il 28 maggio scorso a Forlì, città natale dei fotografi Dervis e Tiziana Castellucci che hanno realizzato il film “Il concerto della Foresta” con la partecipazione straordinaria del M° Antonio Piccininno dei Cantori di Carpino. La manifestazione si è svolta presso la sede dell’associazione fotografica Scranna ed ha registrato la presenza di numerosi studiosi e appassionati, fotografi e artisti della world music di fama mondiale tra cui Ady Thioune (spesso al fianco di personaggi del calibro di Youssun D’Ur) Jack Tama (che collabora con Anna Oxa), Giovanni Imparato (divenuto protagonista della world music a livello mondiale).

“L’idea di realizzare un film -hanno spiegato i due fotografi- è nata leggendo ‘Gargano segreto’ di Pascquale Soccio di San Marco in Lamis e si è rafforzata con l’incontro avuto col maestro Mangano dopo aver assistito ad uno dei concerti più belli in assoluto, nel grande polmone verde del Parco nazionale del Gargano ovvero nel cuore della Foresta Umbra”. “L’idea di Derviis e Tiziana si sposava assai bene col nostro obiettivo di valorizzare l’entroterra oltre che il mare. Un film rappresenta un’opportunità straordinaria per mostrare luoghi e tradizioni e raccontare con le immagini posti sconosciuti o screditati da preconcetti perché associati alla mafia garganica. Monte Sant’Angelo e il Gargano -ha dichiarato Mangano- non sono ne’ mafia ne’ lupara, fortunatamente sono ben altro. Monte Sant’Angelo, ad esempio, è fede, è leggenda, è storia, è Unesco, e noi vogliamo far conoscere al mondo un’altra faccia di Monte Sant’Angelo e con essa il Gargano”. Un racconto che utilizza anche lo strumento comunicativo della danza, come ha dimostrato il maestro Michele Mangano e la sua prima ballerina Enza Di bari, travolgenti protagonisti

di “Gargano & Salento Made in Puglia”, un viaggio tra musiche, colori, atmosfere e suggestioni iniziato con la tipica tarantella del Gargano, con un omaggio al patriarca della tarantella garganica, Antonio Piccininno con il brano Faccia di Fata, per poi approdare alla taranta con la sua forza e vitalità musicale. Reduce dal viaggio a New York del novembre scorso dove, in veste di ambasciatore delle danze popolari pugliesi ‘dal Gargano al Salento’, ha tenuto seminari e laboratori che hanno coinvolto le nuove generazioni nate dai nostri corregionali emigrati negli States, il M° Mangano e la Bella Cumpagnie hanno iniziato il 2016 con inviti e partecipazioni a importanti eventi tra cui spicca lo spettacolo “Folle come una taranta”, portato in scena al teatro Giordano in occasione della manifestazione “Dritto al Cuore” dedicata alla disabilità e finalizzata a una raccolta fondi, di cui è stata intensa e appassionata protagonista la diversamente abile Fidelia Clemente.

fotografi di Forlì Dervis e Tiziana Castellucci



Vota questo articolo:
3

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati