Foggia
Nei giorni scorsi il Movimento è stato presentato a Milano con un'Assemblea Costituente

“Movimento Animalista” sbarca in Puglia. Foggia ha due referenti

"Oggi a Foggia, oltre alle istituzioni preposte, a difesa degli animali ci sono associazioni varie, anche il Nucleo di Guardie EcoZoofile"

Di:

Foggia, venerdì 02 giugno 2017. Anche la Puglia avrà il suo “Movimento Animalista”. Guidato dall’On. Michela Vittoria Brambilla, il movimento sta prendendo piede in tutta l’Italia. La Puglia e in particolare Foggia ha risposto positivamente all’appello della fiduciaria di Berlusconi. Difatti nella squadra vi sono due foggiane, Gloria Pia Capodilupo, Presidente dell’ENPA di San Giovanni Rotondo , Antonia Muscatelli, socia della Lega per la Difesa del Cane – Orta Nova, come vice responsabile.

«Il “Movimento Animalista” – come spiega l’on. Brambilla in una nota stampa – viene dal basso. Nasce dalla presa d’atto della generale insensibilità per la tutela dei diritti degli animali da parte di chi, a tutti i livelli, ci governa. Assistiamo ad un paradosso che mentre la società civile è sempre più attenta ai temi animalisti, politici e amministratori quando va bene li ignorano e quando va male prendono la direzione contraria, in ossequio a lobby contro interessate che si presumono portatrici di voti. Ebbene, noi siamo qui per dare al nostro impegno, finora di natura sociale, un chiaro sbocco politico».

Nei giorni scorsi il Movimento Animalista è stato presentato a Milano con un’Assemblea Costituente, alla quale ha partecipato anche il Presidente Silvio Berlusconi che, a titolo personale, è tra i fondatori del nuovo partito. In Puglia la responsabile regionale è Daniela Fanelli, Architetto e Presidente della sezione provinciale di Bari dell’ENPA.

Tutti sappiamo la battaglia civile che la Brambilla ha intrapreso a difesa degli animali e tutti sappiamo come, dal pulpito montecitorino, sta mettendo in atto azioni che tutelino la vita di chi, non umano, non ha difese. E questo è la prosecuzione del lavoro che Michela Vittoria Brambilla, fondatrice della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, e del direttivo nazionale, ha messo in atto da un po’ di anni, ottenendo consensi e riconoscimenti nazionali. Ormai la legge italiana difende gli animali ma ciò non li tutela a pieno. Il garantire loro il diritto alla vita e all’integrità fisica è solo un tratto del lavoro che la Brambilla, unitamente a chi sosterrà il movimento, porterà avanti. Innanzi a tutto c’è la lotta per l’abolizione in toto della caccia, proseguendo con quella per conferire maggiori diritti agli animali rinchiusi negli allevamenti intensivi. Ma la lotta contro abusi e soprusi agli animali si estende anche a chi li “ospita” nelle quattro mura domestica, dove spesso vivono in condizioni non a loro idonee e confortevoli.

Oggi a Foggia, oltre alle istituzioni preposte, a difesa degli animali ci sono associazioni varie, anche il Nucleo di Guardie EcoZoofile. Ma non basta. Difatti il lavoro svolto da ENPA, dall’OIPA, dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, da oggi con il Movimento Animalista sarà più intensivo e meticoloso poiché la collaborazione tra essi è la chiave di volta per garantire sicurezza, assistenza, vita e dolcezza agli animali, qualunque essi siano.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • pensionato

    altro movimento civetta,facciamo cosi,mandiamo i cani in parlamento, ma questa gente ci crede veramente degli inbecilli?queta e una bella furbata di berlusca,se sono veramente degli animalisti gli mandiamo dei ratti e scarafaggi,anche questi sono animali,che furboni,povera gente che va dietro a questa gente.voglio dirvi anche, che io ciò un bel setter e lo tratto con molta ma molta cura,non ci vuole la brambilla per dirmi cosa devo fare,adesso vedrete che con questa scusa manderemo altra gente al governo come se cene fosse pochi già in parlamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi