GarganoManfredonia
"L’acquisizione delle immagini forniva agli investigatori un rilevante contributo ai fini identificativi"

Violenza sessuale a Borgo Mezzanone, Questore “Ma non dimentichiamoci delinquenza italiani”

Le indagini svolte, a seguito dei gravi reati consumati il 23 maggio ai danni di una anziana donna ultrasettantenne scippata del proprio borsello e vittima di violenza, hanno consentito di identificare il responsabile

Di:

Foggia, 03 giugno 2017. Nell’ambito di un’attività coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, nella tarda serata del 29 maggio 2017, Agenti della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile della Questura di Foggia, a seguito di complessa attività investigativa, hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica per i reati di violenza sessuale e rapina, nei confronti di Janneh Ceesay, nato in Gambia classe 1994, domiciliato presso il CARA di Borgo Mezzanone (FG).

Le indagini svolte, a seguito dei gravi reati consumati il 23 maggio ai danni di una anziana donna ultrasettantenne scippata del proprio borsello e vittima di violenza, hanno consentito di identificare il responsabile.

L’attività investigativa si è fondata in particolar modo sull’acquisizione delle varie immagini delle telecamere esistenti nei pressi del luogo ove il reato è stato consumato, nonché su una capillare attività di osservazione all’interno del CARA di Borgo Mezzanone, dove si riteneva potesse dimorare l’autore del reato.

Borgo Mezzanone (copyright Stato)

Entrata Borgo Mezzanone (image Stato 2010)

L’acquisizione delle immagini forniva agli investigatori un rilevante contributo ai fini identificativi.

Da qui,iniziava una capillare attività di osservazione all’interno del CARA di Borgo Mezzanone e nella tarda serata del 29 maggio una perquisizione effettuata all’interno di una baracca presente all’interno del CARA consentiva di localizzare Cessay, trovato in possesso del cellulare sottratto alla anziana vittima, e gli stessi capi di abbigliamento indossati il giorno della violenza ai danni della donna.

A seguito di udienza di convalida, tenutasi il 1° giugno 2017, il GIP del Tribunale di Foggia ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Cessay.

Focus Ceesay Janneh. Ceesay Janneh era sbarcato a Crotone ed arrivato a Foggia il 12 maggio, ospite del Cara di Borgo Mezzanone. In conferenza stampa, a proposito della tensione a Borgo Mezzanone dopo il fatto e la convivenza con la popolazione del posto, ha detto il questore Piernicola Silvis: “Sappiamo di questo ma la delinquenza degli stranieri è bassissima rispetto a quella degli italiani, i residenti lamentano altre problematiche soprattutto di carattere igienico perché c’è un transito continuo. Gli stranieri hanno collaborato durante le indagini, tutto anche nel loro interesse e del fatto che la commissione territoriale potrebbe mal disporsi nei loro confronti”. Ha inoltre elogiato per l’attività investigativa l’ispettore superiore Antonio D’amore dell’ufficio reati contro la violenza e le persone.

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Lettore

    Di italiani bastardi ce ne sono in abbondanza ma di quelli che osano stuprare e violentare una signora anziana credo pochissimi.


  • Geny

    La delinquenza straniera qui è bassa perché è forte ancora per poco quella locale, che fa da deterrente e gli concede poco, ma dal centro Nord in su hanno praticamente il monopolio. Il merito del basso numero di reati commessi da stranieri nel sud non è di certo da attribuire allo stato o al senso di legalità loro ma purtroppo alla criminalità locale ancora parecchio forte, comunque quelli commessi da stranieri restano quasi sempre più odiosi, perché non si limitano alla sola rapina ma spesso sfociano in violenza fisica gratuita o sessuale.


  • cittadino

    Appunto siamo già oberatI dalla nostra delinquenza…
    Impacchettatelo e rispeditelo al proprio paese…. a scontare la pena… Se lo mettere in galera qui, e come averlo invitato all’albergo ITALIA.


  • OCCHIO

    ma tutte quelle ragazzini che vediamo sistemate ogni mattina lungo la SS.89 per Manfredonia nessuno vede neanche…badate parliamo di minorenne che siano Italiane o non …ha nessuno interessa…


  • DUX

    si è bassissima, perché per fortuna gli Italiani sono ancora in maggioranza, ma proporzionalmente non è affatto vero che gli immigrati commettono meno reati degli Italiani, e sopratutto non commettono reati come questo: VIOLENZA SESSUALE SU ANZIANA.
    SI VERGOGNI QUESTORE di quello che dice e di come interpreta in modo distorto la pericolosità dell’immigrazione nella provincia di Foggia, sopratutto coi tempi che corrono dove le persone si fanno esplodere in aria! CERCA DI RAPPRESENTARE IL POPOLO ITALIANO,GRAZIE.


  • Adele

    Si avvicinassero a me e che gli taglio l’uccello stranieri e italiani che tenta di farmi violenza lo faccio secco poi vediamo se vado in galera!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi