Manfredonia

‘A.Rizzi’, nota lavoratori: scorretto Corsino. Ma ieri in piazza a protestare (VIDEO)

Di:

Il segretario della FP CGIL di Foggia Antonio Corsino in piazza Duomo a Manfredonia ieri 2 luglio 2012 (stato@)

Manfredonia – “SCORRETTO e lesivo dei diritti dei lavoratori il comportamento tenuto dal sig. Michele Corsino, segretario Fp Cgil, e dal sindacalista della Fisascat Cisl , in ordine alla conservazione dei posti di lavoro”. Firmatari della nota le 14 unità della Casa di riposo Anna Rizzi di Manfredonia.

Possibile? Ma se ieri in piazza parte dei lavoratori erano a sostegno della protesta del segretario della FP contro l’azienda e la OSS sanitas di Cerignola. Mistero svelato guardando le date: firme dei 14 lavoratori su nota datata il 30 maggio 2012. Incontro in piazza Duomo, con il segretario FP e unità Casa di riposo Anna Rizzi, nel pomeriggio del 2 luglio 2012.

La vertenza. Come riportato ieri, si fa riferimento alla vertenza lavorativa della Casa di riposo Anna Rizzi di Manfredonia – in seguito ASP “SMAR” dopo la cancellazione, stabilita dalla Regione, delle due ex II.PP.A.B. – con “futuro a rischio per 15 unità della struttura”, dopo la revoca del servizio – il 31 maggio 2012 – del Consorzio Re Manfredi, con attività svolte ora per la cooperativa sociale OSS Sanitas di Cerignola ma con “un precedente contratto a tempo indeterminato sostituito da un determinato in scadenza il 31 luglio 2012″, dice Corsino. “C’è il rischio che i lavoratori vadano via a fine luglio, con dissolvimento della stabilizzazione di cui tanto si parla, considerando che nel caso dell’arrivo di una nuova società i lavoratori non avrebbero la prelazione per poter essere assunti”.

Il testo della nota inviata all’assessore Elena Gentile, al prefetto di Foggia, ai sindacati della Cgil e Cisl; alla cooperativa Oss sanitas di Cerignola, all’Asp Smar Casa di riposo Anna Rizzi di Manfredonia. Data: 30 maggio 2012. Nel proseguimento della nota – ricevuta stamane 3 luglio via fax dalla segreteria di Stato – le 14 unità firmatarie precisano che “l’unico interesse dei lavoratori (e che dovrebbe essere anche l’interesse dei sindacalisti) è quello, nell’ambito di questo affidamento, della conservazione dei posti di lavoro; a tale proposito, infatti, non si spiega il comportamento avuto dalle organizzazioni sindacali in quanto la Cooperativa subentrante (Oss sanitas di Cerignola, ndR) ha già dichiarato formalmente ed ufficialmente, altresì in un’opportuna assemblea tenutasi dalla stessa il 28 maggio 2012, che provvederà, anche nel rispetto di tutto quanto compiutamente esposto nella deliberazione del CdA n.12 del 25 maggio 2012, all’assunzione del personale, “conformandosi ai medesimi standars, minimi organizzativi, tipologici e prestazionali, tutt’oggi offerti presso la struttura, da altri operatori economici acquisendo ed impiegando, in sede di prestazione dei servizi, posti ad oggetto dell’affidamento, le unità di personale effettivamente operanti presso la Casa di riposo “Anna Rizzi” – già utilizzate ed espressamente dichiarate in esubero dal precedente operatore economico affidatario dei servizi disciplinati – garantendo loro le medesime condizioni economiche e contrattuali“.

Entrata della Casa di Riposo Anna Rizzi, ex Ipab, attuale Asp Smar (fusione con Stella Maris)

Interno della Casa di Riposo Anna Rizzi, ex Ipab, attuale Asp Smar (fusione con Stella Maris - image Stato@)

Ci dissociamo con fermezza, inoltre, dalle accuse, assolutamente non condivise e da tutto quanto dichiarato dalle Organizzazioni sindacali nei riguardi del Presidente dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Smar, dott. Paolo Balzamo, il quale svolge da sempre un’opera trasparente, leale e corretta a tutela dei lavoratori e nell’interesse comune dell’Azienda sempre orientata al miglioramento gestionale. Invitiamo pertanto i soggetti destinatari di questa lettera a considerate tutto quanto esposto”, dicono le 14 unità firmatarie della nota, datata 30.05.2012, ma in piazza Duomo ieri 2 luglio di fianco al segretario della FP Cgil di Foggia.


Richiesta nuovo rappresentante sindacale alla segretaria generale De Felici.
Nella stessa nota, ulteriore pagina inviata al segretario generale Confederale Cgil Foggia Mara De Felici, 9 unità firmatarie impiegate nella casa di riposo Anna Rizzi di Manfredonia, unità iscritte alla Cgil “(…) chiedono espressamente” alla segretaria generale De Felici “di conservare e salvaguardare i rapporti con quella che ritengono essere la più rappresentativa delle organizzazioni sindacali, da sempre, contraddistintasi per l’esclusiva difesa dei lavoratori, all’interno dei binari dell’interlocuzione civile” e “di non voler essere più rappresentati dal sig. Michele Corsino nella tutela dei diritti dei lavoratori, la quale deve sempre e comunque essere sinonimo di sintesi, di mitezza e d’incontro, tra le diverse parti e con le organizzazioni datoriali, in un confronto sereno e pacato nel doveroso perseguimento delle rispettive finalità (..)“.

Corsino a Stato: “ci sono pressioni psicologiche”. Come spiegare dunque l’incontro al fianco di Corsino ieri in Piazza Duomo, pomeriggio del 2 luglio 2012, di parte delle 14 unità della Casa di riposo Anna Rizzi e la nota antecedente del 30 maggio 2012 contro lo stesso segretario della FP Cgil? “Il diverso atteggiamento va motivato con la presenza di pressioni psicologiche “, dice l’attuale segretario della Cgil.

g.defilippo@statoquotidiano.it


VIDEO INTERVISTA 02.07.2012



Vota questo articolo:
11

Commenti

  • Io umile lavoratore emigrato al nord per portare il pane a casa…mi chiedo gentile redazione: ma il precedente contratto a tempo indeterminato era a tempo indeterminato?????gentile redazione provate ad indagare sui poveri dipendenti che pur di conservare un posto di lavoro accettano tutto e con tutto racchiudo tutto!Facciamo informazione nella maniera più giusta..questi contratti a tempo indeterminato erano a tempo indeterminato???????
    Io parto dall’assunto che chi vuole faticare fatica…e l’indeterminato non esiste concretamente perché se ti vogliono far fuori ti fanno fuori, vedi il licenziamento in bianco!
    il buonismo non paga anzi è il male dell’Italia

  • Si sta facendo una polemica inutile perchè ci sono interessi di mezzo troppo forti…andate a faticare e siate onesti!


  • Redazione

    Gentile signore,
    abbiamo ascoltato il sindacalista, i lavoratori, abbiamo pubblicato la nota della Casa di riposo, firmata da 14 unità, abbiamo effettuato una video intervista, abbiamo riportato le dichiarazioni del presidente dell’Asp Smar dalla testata che cita; ci sono delle dichiarazioni rese in una nota del 30 maggio 2012, c’è un atteggiamento diverso il 2 luglio 2012; se ha altro da dire siamo a disposizione; grazie; Red.


  • gigio

    Concordo pienamente con umiltaa. Purtroppo chi fa queste messe in scena è colui che pensa a fare solo comunelle inutili, infatti quei dipendenti che sono andati in piazza, non erano tutti ma solo coloro che hanno fatto i lecchini della vecchia cooperativa, frequentando un corso di formazione da lei indetta dove non vi era nessun obbligo di frequenza e facendo avere richiami ingiusti a quei lavoratori che non hanno aderito(qui dov’era il sindacato e cosa ha fatto per tutelare quei lavoratori che non hanno aderito perchè ovviamente non hanno tempo per cazzeggiare in quanto lavorano ed hanno famiglia da accudire), organizzando gite, facendo dispetti durante gli orari di lavoro a discapito soprattutto degli anziani, sugli operatori che non sono dalla loro parte ecc..Sarebbe cosa buona che questa gente venga informata su cosa vuol dire mobbing ed a cosa vanno incontro, perchè prima o poi la gente che lavora onestamente si scoccia di subire e prende provvedimenti e poi altro che posto di lavoro(Rischio Stress Lavoro – Correlato ex D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. (D.Lgs. 106/09).
    Questi lavoratori ci spiegano come mai non protestano per avere lo stipendio di Maggio dalla vecchia cooperativa ed il TFR? Questi lavoratori ci spiegano come mai si sono fatti dimezzare la banca ore dalla vecchia cooperativa senza fare nessuna resistenza? Questi lavoratori ci spiegano come mai non si sono ribellati con chi li gestiva prima nonostante dovevano avere mesi di stipendio arretrati? O fanno beneficenza alla vecchia cooperativa, o non hanno bisogno di soldi o…….Si parla di pressioni psicologiche che ci saranno sicuramente ma bisogna vedere da parte di chi, infatti in piazza si trovava anche chi ha ricevuto richiami ingiusti dalla vecchia gestione(chissà come mai si sono convertiti). Non mi dilungo perchè ci sarebbe da scrivere un libro sul comportamento di questo tipo di lavoratori, se così li vogliamo chiamare.Concludo con la stessa frase di umiltaa:”andate a faticare e siate onesti!”.


  • robin hood

    Signor gigio in parte qualcosa di vero lo dici .Questi lavoratori vengono presi in giro sia dalla casa di riposo che dalle cooperative e forse dico forse anche minacciati. Oss Sanitas e una coop che svolge il suo lavoro alla stella maris di Siponto andate a verificare come sono messi e poi fateci il commento. Poi se lei sa tutte quelle cose che a scritto lo si capisce bene che sono operatori minacciati e stanchi ,concludo dicendo che prima avevano un contratto indeterminato invece oggi liscade a fine mese ……e la casa di riposo per il bene degli anziani gliela permesso…….


  • ZORO

    Signor gigio la gente che a frequentato il corso lo a fatto con piacere gli altri no sono venuti perche avevano da lavorare altrove e altri di stare al bar a bere e dare numeri e fare figure di …..vicino i sindacati perche si presentavano UBRIACHI . POI la vecchia coop a sempre trattato con i guanti d’oro gli operatori invece la nuova li tratta di …….ma stia attenta che siamo nel2012 e gli operatori non dormono vogliono i loro diritti e no chi figli e chi figliastri e poi chi non e operatore alle riunioni non si dovrebbe pressentare pur troppo l’alcool fa brutti scherzi….


  • gigio

    Signor Zoro l’unica cosa che le posso dire è consigliarla un corso di grammatica ed ahimè se lei facesse il suo lavoro come scrive, poveri anziani. Per il resto non so di che parla ed a chi si riferisce e sinceramente non mi interessa neanche niente di tutto ciò in quanto non è mia abitudine fare zingarate che a quanto pare è l’unica dote che lei ha dimostrato di avere.Vada a faticare e sia onesto o onesta.


  • coppola

    Signor Zoro l’unica cosa che le posso dire è consigliarla un corso di grammatica ed ahimè se lei facesse il suo lavoro come scrive, poveri anziani.Per il resto non so di che parla ed a chi si riferisce e sinceramente non mi interessa neanche niente di tutto ciò in quanto non è mia abitudine fare zingarate che a quanto pare è l’unica dote che lei ha dimostrato di avere.Vada a faticare e sia onesto o onesta.


  • vittorio

    Ringrazio vivamente il Signor Gigio per aver detto la sacrosanta verità su tutto. Ora vorrei rispondere io al signor o signora Zoro che sicuramente con il suo commento si riferisce a me. Le faccio presente che il sottoscritto si è presentato dal rappresentante sindacale solo per fargli presente che la mia ragazza non percepiva lo stipendio da mesi e la mia ragazza la spesa la fa con i soldi ed ha tre figli da sfamare, non so il signor o signora Zoro se abbia qualche altro metodo per fare la spesa senza soldi e comunque sono cose che non mi riguardano. Per quanto riguarda la mia presenza in quella stanza non è certo lei a poter dire se potevo o non potevo stare lì a recriminare i diritti della mia ragazza, infatti c’era chi di dovere e cioè il rappresentante sindacale che poteva benissimamente mettermi alla porta cosa che da uomo e da persona seria ed intelligente non ha fatto. Caro signor o signora zoro si riguardi bene a non far trapelare la sua identità, perchè nel momento in cui la saprò, verrà querelato/a sicuramente per diffamazione e si ricordi che le persone serie non esprimono giudizi nei confronti degli altri che nemmeno conosce usando nick name(chiamasi vigliacco colui o colei che si nasconde dietro falsa identità). Mi auguro vivamente che il signor o signora zoro pensi alle cose sue senza pensare a diffamare gli altri e comunque lo devo o la devo ringraziare perchè con il suo commento ha fatto capire ai lettori che elementi stanno a lavorare alla casa di riposo e fortunatamente non sono tutti così.


  • vittorio

    Mi sarei aspettato almeno un minimo di replica dal signor e signora zoro ma a quanto pare sono con la testa sotto la sabbia. Un consiglio spassionato vorrei dare a zoro ed è quello di pensare alle proprie cose in casa propria e di non ledere gli altri anche perchè il signor zoro rischia già di beccare una bella denuncia per ingiurie e minacce nei confronti della mia ragazza ove fortunatamente ci sono già una miriade di testimoni in quanto tali ingiurie sono avvenute in presenza di tanti colleghi tra cui alcuni onesti. Stesso consiglio alla signora zoro, tanto prima o poi le cose che si fanno si sanno ed anche perchè sicuramente ora vi scornerete tra di voi come avete sempre fatto e sicuramente avrò la testimonianza a mio favore. Spero di essere stato chiaro nei vostri confronti e sappiate che ora la pazienza è finita quindi, o almeno una volta per tutte, siate intelligenti a lasciar lavorare in serenità ed onestà chi ha voglia o ci vedremo direttamente in tribunale.


  • robin hood

    Signor gigio (vittorio) gli operatori sono tutte persone onestè e non li puoi infangare cosi, spero che sei un ragazzo che ti diverti a scrivere ……..Altrimenti ai bisogno di aiuto.goditi la tua Vita comunque sia ,smettila che stai diventando un Gelato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi