Manfredonia

Bolici/Inside, ancora rinvio per Task Force Regione. Concordato: ni

Di:

Inside/Bolici srl: dopo scadenza Cigs il 26 maggio chiusi i cancelli dello stabilimento (STATO@)

Foggia/Manfredonia – BOLICI/Inside: ancora rinvio per la Task Force regionale. E’ quanto comunica a Stato il segretario della Filca/Cisl Urbano Falcone, che segue le vertenze con con Vitantonio Pasqualicchio della Fillea/Cgil e Severino Minischetti della Feneal/UIL di Foggia.

Causa la difficoltà di “riunire” le varie parti interessati, l’incontro è stato fissato ora per il 6 o 10 luglio 2012, alle 11 e 30, negli uffici della Provincia. Le ultime notizie, successive agli incontri in Provincia, parlavano di una possibile CIG in deroga per i lavoratori della Inside – con richiesta di ammissione al concordato preventivo – e della Cigo per la Bolici arl. Così dopo l’incontro in Provincia del 15 giugno – negli uffici dell’Assessorato del lavoro – tra i rappresentanti della Inside e dell’affittuaria Bolici arl, dell’au Mario Bolici, figlio di Paolo (attualmente “introvabile”). Per le due aziende presenti nell’ultimo incontro l’avvocato Bolognesi (Bolici arl) e l’avvocato Caiafa (per la Inside). Alla base del passato rinvio la volontà della Inside (Bolici arl rappresenta l’affittuaria) di adesione al concordato preventivo. Concordato che spesso si ricorda è anticamera del Fallimento (il concordato preventivo è una procedura concorsuale attraverso la quale l’imprenditore ricerca un accordo con i suoi creditori per non essere dichiarato fallito o comunque per cercare di superare la crisi in cui versa l’impresa). “Il legale della Inside ha confermato l’avvio della procedura”, aveva detto a Stato il segretario generale della Filca Cisl Urbano Falcone, nonostante ad oggi 3 luglio “non c’è ancora nulla di ufficiale”, dice ancora Falcone.

“L’avvocato Caiafa – aveva detto Falcone – ha comunicato la volontà dell’azienda Inside di aderire alla Cig in deroga per gli 80 lavoratori. Come sindacati, su volontà dei lavoratori, abbiamo esposto le nostre perplessità derivanti dal fondo messo a disposizione dalla Regione per le aziende. I problemi di copertura del fondo non sono da sottovalutare (al riguardo i confederali avevano attuato una protesta lo scorso 21 maggio 2012 fuori la Prefettura, ndR). Dall’accordo sottoscritto con la Regione sugli ammortizzatori sociali ad aprile, è emerso come il Ministero del Lavoro destinerà alla Puglia una parziale copertura di circa 80 milioni di euro a fronte dei 200 richiesti dal Governo regionale. A fine maggio il 70% dei fondi promessi sono già impegnati – come detto dai sindacati – a causa dell’aumento della Cig e delle mobilità in deroga, “atteso che il cofinanziamento regionale a carico del Fondo Sociale Europeo è stato già interamente utilizzato”.

Si ricorda che la Cigs per le unità della Inside srl è scaduta il 26 maggio 2012. Come da programma che sembra delineato: ingente esposizione bancaria, piano di rientro bloccato, fuga dell’imprenditore, arretrati, decreti ingiuntivi, termine della Cigs, proteste, richiesta di ammissione al Concordato preventivo per calmierare i creditori. Con spettro probabile del fallimento. “La nuova ammissione alla Cigs potrebbe essere attuata fra 8 mesi, ma solo con determinate condizioni”. Oggi improbabili. “Piano di ripresa della società e ripartenza”.

“I lavoratori spingono per la mobilità, non si fidano del fondo a disposizone per la Cig in deroga” e naturalmente non confidano nelle volontà di ripresa dell’imprenditore. Da segnalare in ogni modo che lo stesso Falcone aveva parlato di “avvio della procedura per la mobilità dalla seconda decade di giugno”, ora la discussione sulla mobilità; in ogni modo il destino per i lavoratori sembra delineato. Specie dopo la mancanza di notizie dell’imprenditore Paolo Bolici. “Imprenditore? E lo chiama imprenditore quello? Non ci fate parlare, per favore”.

La nota del Ministero dello Sviluppo Economico (STATO)

REVOCA FINANZIAMENTO DA PARTE DEL MINISTERO ECONOMICO. Come emerge da alcuni atti, il Ministero per lo Sviluppo economico, dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica, ha inviato una nota mesi fa alla Inside srl,e per conoscenza alla banca concessionaria MCC Spa di Roma, alla Guardia di Finanza, nucleo di polizia tributaria, sezione frodi comunitarie di Roma ed altri, relativamente alle agevolazioni finanziarie godute con la legge 488/92 dalla Inside srl (con sede a Lavinio Anzio, Rm e stabilimento a Macchia di Monte Sant’Angelo); Inside azienda beneficiante dei fondi del II^ Protocollo aggiuntivo del Cda. Nell’atto il Ministero trasmette il decreto di revoca del finanziamento in oggetto. In un altro atto – con destinatario per conoscenza Unicret Corporate Banking Spa – si “invia alla società un prospetto di calcolo dell’importo da restituire, e valutato sulla base dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, maggiorato dagli intesse legali calcolati dalla dasta di erogazione a quella della restituzione”. Da qui la richiesta di ricezione di un bonifico pari a 3.012.632,97 euro da versare con valuta fissa. Si ricorda che contro la revoca del finziamento l’Inside ha presentato ricorso al Tar Lazio e al Tar Puglia.

Bolici arl. Come risaputo la Bolici arl di Milano è la società interessata al fitto d’azienda dal febbraio 2012 di 64 lavoratori (“24 subito e 40 assumibili con opzione entro 6 mesi dal febbraio 2012”, ndR) della stessa Inside. “Con la Bolici arl si è discusso del futuro dei lavoratori interessati al fitto (29?, ndR), delle commesse se presenti o meno, delle mensilità arretrate: febbraio, marzo e aprile (vale a dire tutte le mensilità dalla data di partenza del fitto d’azienda, ndr)”, aveva detto Falcone.

Come già ricordato, dal primo febbraio 2012 c´era stato il fitto di ramo d´azienda dalla INSIDE srl di Manfredonia alla Bolici arl di Milano. “Un’operazione che si aggiunge ad altri 2 fitti interni (“dalla Paolo Bolici ditta individuale di Anzio, Rm, 50 lavoratori su 27 dovrebbero passare alla società Servizi Navali arl di Latina, sempre dal primo febbraio 2012 e per 12 anni, altri 33 dalla Inside International sempre alla Servizi Navali”, dicono i sindacati). Per Manfredonia la scadenza del fitto aziendale dovrebbe avere una durata di 12 anni a partire (in base alle disposizioni dell´articolo 47 legge 29.12.1990, n.428, come modificato dal D.lgs.2.2.2011, n.18 e dal d.lgs.10.09.2003, n 276). ll fitto era stato “disposto per assicurare prospettive di continuità produttiva ai reparti trainanti e certamente costituenti un ramo d´azienda”. La Bolici arl è stata costituita con data di iscrizione 01/11/2011 presso la Camera di Commercio di Milano – da fonti Fillea Cgil – con capitale sociale di € 100.000,00 e con soci Mario Bolici 60%, amministratore unico e Fabiana Bolici socia al 40%, entrambi figli del proprietario della INSIDE Srl Paolo Bolici. “Il resto del capannone è a disposizione della Inside srl non della Bolici”.

“L’avvocato della Bolici arl – dice Falcone – ci ha prospettato la possibilità della Cig ordinaria per una durata di 13 settimane (poi rinnovabile, ndR), con pagamento diretto dell’Inps. Come sindacati ci siamo detti disponibili ma con pagamento anticipato dell’azienda. Inoltre abbiamo parlato della possibilità (e la richiesta è sintomatica sul futuro della società affittuaria, ndR) di adesione alla mobilità delle unità della Bolici arl (a loro volta già in transito dalla Inside, ndR). Vedremo dopo i prossimi incontri”.

Il Durc negativo. Come già riferito, depositati i decreti ingiuntivi dei lavoratori per il recupero degli arretrati (“non solo il pagamento delle numerose spettanze arretrate gennaio, febbraio, marzo e tredicesima per 81 dei lavoratori INSIDE Srl, e le mensilità di Marzo e Aprile 2012 per i 29 lavoratori della Bolici Srl”). Nonostante i proposti passati ad oggi nessun esposto è stato presentato dalle parti alla Guardia di Finanza di Foggia o sedi in Provincia.

INTERROGAZIONE ON.BORDO ALLA CAMERA IL 6.06.2012.

BOLICI/INSIDE, LO SPECIALE DI STATO: DAL SEQUESTRO DEL NOE AL PATTEGGIAMENTO DELL’IMPRENDITORE; DAI PRIMI SEGNALI DI CRISI AI FITTI DEI RAMI D’AZIENDA; DAL PIANO BLOCCATO ALL’ARRESTO DEL COMMERCIALISTA ROMANO; DALLE PRESUNTA IRREGOLARITA’ PER IL DURC ALLA PROTESTA DEL 28 MAGGIO 2012

VIDEO (PROTESTA 28 MAGGIO 2012)



VIDEO PROTESTA 17.04.2012



Photogallery




g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • veritas manfredonia

    con il contratto d’aria ci siamo buttati la zappa sui piedi, noi siamo rimasti sempre operai in cerca di lavoro e loro che sono venuti dal nord a fregarsi tutti i finanziamenti europei che spettavano alla nostra citta.


  • Stipulante

    dispiace contraddirti sig. “veritas manfredonia”, i detti antichi non sbagliano mai perché fatti su vita vissuta: L’AMORE SI FA IN DUE!
    con questo cosa voglio dire?
    che a “fregarsi” tutti i soldi dei finanziamenti non sono stati solo loro che sono venuti dal nord ma anche qualcuno venuto dal sud.
    ci rifletta bene, anzi le dirò per riflettere bene sarebbe opportuno farsi una vacanza in uno dei villaggi turistici della GRECIA, dove potrà notare se i soldi del Contratto “D’ARIA” sono stati spesi bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi