Manfredonia

Mercato ittico, gestione diretta Comune fino a 31 dicembre 2012

Di:

Il sindaco Angelo Riccardi con l'assessore alle Attività Produttive del Comune Antonio Angelillis; Mercato Ittico: prosegue la gestione diretta dell'Ente (fonte image: STATO)

Manfredonia – COME anticipato, continua la gestione diretta del Mercato Ittico, da parte del Comune, dopo la messa in liquidazione – causa debitoria milionaria – del Cogeim (Consorzio di Gestione).

Già con atto del del 17/05/2012 la Giunta comunale, “per evitare l’interruzione del servizio di gestione del mercato ittico all’ingrosso”, aveva stabilito “di assumere la gestione provvisoria del servizio” fino alla data di avvio del “fermo biologico” (prevista per il 1° agosto) nonché, entro questa data, di individuare la “migliore soluzione possibile per la gestione del mercato ittico”.

Come noto, per lo svolgimento di alcune specifiche attività durante il periodo indicato, l’Ente dovrebbe avvalersi delle Cooperative di servizi e della Banca Popolare di Milano, tutte già operanti presso il mercato ittico.

Ora “rilevato che la gestione temporanea del servizio, in ragione della complessità e specificità dello stesso, sta impegnando notevolmente la struttura comunale e probabilmente il suo assestamento richiederà tempo, per cui difficilmente potrà concludersi entro la data di inizio del fermo biologico” ed “atteso che, qualora entro la conclusione del periodo di fermo biologico, non dovesse addivenirsi al definitivo assetto della gestione, occorrerà necessariamente proseguire la ge­stione temporanea da parte del Comune di Manfredonia, presumibilmente fino al temine del
corrente anno”.

Sala Asta struttura Mercato Ittico di Manfredonia (CM-MF)

L’ente di Manfredonia precisa inoltre che “per un’efficace gestione degli aspetti contabili non risulta convenien­te, trattandosi di un intervento temporaneo da parte del Comune, impiantare appositi programmi gestionali e per tale ragione è opportuno acquisire il supporto dei servizi aggiuntivi di contabilità già in uso nella precedente gestione del mercato ittico per evitare più dispen­diosi sistemi, non consoni alla limitata durata dell’intervento”.

Dunque l’assunzione dell’atto di indirizzo per la prosecuzione della gestione diretta del mercato ittico all’ingrosso di Manfredonia fino al 31/12/2012, “salvo che prima di tale data non si addivenga alla individuazione dell’assetto definitivo della gestione del mercato”; confermato il contenuto della precedente deliberazione di G.C. n. 131/2012.

Intanto, previste ulteriori somme per la gestione diretta dell’Ente: – somma presunta di € 3.000,00 per l’acquisto di attrezzature necessarie al regolare funzionamento delle operazioni mercatali e – la somma presunta di € 3.500,00 per l’integrazione della gestione contabile.

Inoltre, “sulla base di previsioni effettuate dagli uffici competenti”, per la prosecuzione della gestione diretta del mercato ittico fino al 31 dicembre, “occorrerà prevedere prudenzialmente la somma di € 100.000,00 in entrata, a titolo di aggio sul pescato, ed € 164.381,85 tra le spese per garantire la copertura relativa al pagamento dei corrispettivi per i servizi resi per assicurare il normale funzionamento del mercato ittico, nonché delle utenze e di tutte le altre spese necessarie allo scopo, non escluso il costo sociale determinato tra entrate e spese”.

FOCUS MERCATO ITTICO: DALLA DEBITORIA EMERSA ALLA LIQUIDAZIONE DEL CONSORZIO; DALLA DENUNCIA DI SPRECHI DELLE COOPERATIVE ALL’INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE OGNISSANTI; “POCHI IRRIDUCIBILI CONFERISCONO IL PESCATO AL MERCATO”; LISTA BENI ACQUISITI DAL COMUNE.


g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • gianluca

    fateci il nuova comune nn paghereste corrente ed acqua cosi cm si è fatto fin’ora vergogna amministrazione


  • Santiago Nadar

    grazie a schettino N e a vice schettino D e andato tutto a rotoli indagare sulle responsabilita ecco cosa bisogna fare assicurare i fratelli schettino alla giustizia.


  • Santiago Nadar

    N. schettino D. vice schettino controllate i loro rispettivi tenori di vita e capirete il perche del fallimento del mecato ittico. INDAGATE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi