Manfredonia
"Nessun cambiamento a tutt'oggi"

Adeguamento linea pullman Manfredonia – Bari, lettera aperta a Emiliano

Si potrebbe ad esempio proporre una linea serale

Di:

LETTERA APERTA ALLA REGIONE PUGLIA E AL SUO NUOVO PRESIDENTE EMILIANO PER ADEGUAMENTO LINEA PULLMAN DIRETTO MANFREDONIA-BARI.

EGR. PRESIDENTE REGIONE PUGLIA EMILIANO,
EGR. ASS. GIOVANNI GIANNINI della REGIONE PUGLIA – ASSESS. TRASPORTI E MOBILITA’

mi pregio di porre al vs vaglio una questione ormai annosa, riguardante la tratta autobus SITA Manfredonia-Bari A/R.

Da 40 anni questa tratta è rimasta inalterata, pur se le attuali esigenze scolastiche e lavorative degli utenti dei diversi comunii serviti sono mutatissime.

Lavoratori e studenti che, come il sottoscritto, devono andare a Bari la mattina, spesso dovendo ritornare a casa in serata, magari usando il proprio abbonamento SITA, non possono farlo per mancanza della corsa serale SITA.

Ciò comporta un ulteriore esborso per tutti coloro che dovessero tornare la sera alle proprie case da Bari, valendosi della tratta FS Bari-Foggia e poi di quella SITA Foggia-Manfredonia, con le sue pessime coincidenze. Tutto ciò lasciando pure scoperti al ritorno i comuni intermedi, invece serviti all’andata dalla tratta SITA.
Bene va che si rincasi alle 20,00, male va alle 22,00, per poi magari ripartire alle 5,30 l’indomani.

Le necessità ormai chiare degli utenti dei diversi comuni serviti, Manfredonia, Zapponeta, Margherita di Savoia, Barletta, che di tale tratta SITA affollano entrambe le corse mattutine delle 5,30 e delle 7,00 da Manfredonia, impongono l’attivazione di almeno una linea serale, che raccolga tutti gli utenti impegnati fino a sera.

Si potrebbe ad esempio proporre una linea serale del tipo:
A: Manfred 12,30
R: Bari 18,30

ferma restando la validità dell’abbonamento SITA.

Si tenga in seria considerazione il soddisfacimento di tale richiesta, ormai improrogabile, visto che sono anni già che il sottoscritto e altri prima di lui, hanno subito questi disagi.

A dimostrazione del mio prolungato interessamento a questo problema, che in realtà parte dal 2010, porto la testimonianza diretta dell’assessore ai trasporti di Manfredonia nel 2013, drssa ANTONELLA VARRECCHIA, la quale, interpellata per la prima volta per iscritto da me su tale questione proprio in quell’anno, mi confermò d’aver subito lei stessa più volte questi disagi, allorquando s’era dovuta recare a Bari, in Regione, per esigenze istituzionali. Ella all’epoca, in uno dei nostri tanti colloqui in Municipio, m’assicurò d’aver mandato una nota scritta in Regione con quanto da me richiesto a lei a novembre 2013. Dopo 6 mesi, nè io nè lei avevamo ancora ricevuto risposta alcuna.

Anche in quel tempo c’era l’ass. GIANNINI ai trasporti in Regione, assessore già dalla precedente Giunta Vendola, con la cui segreteria parlai diffusamente di tale questione e riferii d’aver preventivamente contattato il DR SAVINO DELLA SITASUD DI BARI, il quale era ben disposto e gentilmente mi indirizzò ai dirigenti regionali ai trasporti, per l’attivazione di tale corsa serale.

Nessun cambiamento a tutt’oggi.

Non posso non aggiungere che, visti anche i recenti scandali di gennaio 2016 sulle FERROVIE SUDEST, a cui son seguiti commissariamento ministeriale e sequestri della magistratura, con finanziamenti europei di DECINE DI MILIONI DI EURO passati alle FSE dalla REGIONE PUGLIA e praticamente lasciati infruttuosi, questo Presidente e la sua Giunta, anche per il suffragio ricevuto nel foggiano e proprio nel mio comune, potranno considerare con urgenza il soddisfacimento di tale piccola richiesta, da tanti anni in attesa, richiesta che comporterà per la Regione Puglia un esborso calcolato in appena 50000 euro annui.

Concludo dicendo che sarebbe auspicabile anche un interessamento alla questione dei nostri due consiglieri regionali recentemente eletti, ma da decenni in politica entrambi, PAOLO CAMPO e GIANDIEGO GATTA, al fine di vigilare sull’iter attuativo di tale proposta, affinchè il tutto avvenga celermente e nel rispetto di tutti i comuni coinvolti.

Vi saluto tutti e attendiamo fiduciosi i necessari sviluppi.

Grazie
Cordiali saluti

(Giuseppe Ciuffreda, Manfredonia 03.07.2016)



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • cittadino

    negli anni 60/70/80 c’erano i pulman sitontini di “Orest Palomb” che assicuravano il tragitto, poi tanti treni per foggia dalle 4 di mattino all’una di notte ora i servizi sono quelli della Bolivia del 1950 uno schifo però ci dobbiamo confortare con una meravigliosa stazione funzionante e attiva come quella di Manfredonia Ovest!! Ma che vuoi che interessa a quei due e agli altri. Non ho mai visto viaggiare su un mezzo pubblico un politico sipontino!! Loro hanno macchinoni comodi e grandiosi stipendi..


  • Il cammello di Re Menale si è ingroppato il cavallo di Re Manfredi.

    Rivolgetevi al Dott.Menale e il suo giornalista portavoce forse otterreste qualcosa.

  • EMILIANO CHE RISPOSTA VI POTRA DARE. A MANDATO ALLO SFASCIO LA SANITA PUGLIESE FACENDO TAGLI DI QUA E DI LA IL LAVORO CHE MANCA ECCO I NOSTRI POLITI ATTENZIONE NOTA BENE LORO LAVORANO PER IL BENE DELLA NOSTRA REGIONE


  • Pasquale

    Caro Giuseppe, come gia’ commentato dal ” cittadno”, aggiungo che la regione Puglia e maggiormente i POLITICI BARESI, dei problemi dei cittadini manfredoniani, e della Capitanata, non gliene frec. niente da 40 anni.
    Infatti se non abbiamo avuto il decollo del Gino Lisa, di una Università FOGGIANA, la chiusura dell’ ospedale di Manfredonia, pubblicita’ turistica della Capitanata posto all’ ultimo, dopo quella del barese, ………
    questo e’ dovuto ai vari baresi, e di noi si ricordono solo quando devono venirsi a prendere : voti di tutti quei pecoron.. del Partito, che non votano scegliendo il candidato, ma colui che gli viene IMPOSTO da qualche somar.. locale.
    Nulla fanno gli altri Politici locali, che si trovano per pura fortuna alla regione, a difendere i nostri diritti di Manfredoniani, loro sono impegnati a risolvere i propri problemi di famiglia.
    Ormai i mezzi pubblici non tenerli in conto, cerca di organizzarti diversamente, altrimenti rischi di percorrere 110 km di strada, in 6 o 8 ore.

  • E’ uno schifo. Subire tutti questi disagi per percorrere 100 km e raggiungere semplicemente il nostro capoluogo regionale. I collegamenti tra Bari e Manfredonia fanno letteralmente pietà. E’ mai possibile vedere pullman vuoti partire per Foggia la sera e non poter usufruire di servizi che invece i pendolari chiedono da sempre? Migliorare i collegamenti con il resto del Gargano e con Bari è proprio impossibile. Sembra che si pensi solamente al treno, per carità va benissimo, ma se c’è un collegamento che davvero non lascia a desiderare, grazie al gran numero di corse giornaliere, è proprio quello tra Foggia e Manfredonia, collegate benissimo. Pietoso è il collegamento con Bari e con paesi del Gargano che dovrebbero avere la sicurezza di raggiungere la città di Manfredonia tranquillamente nel corso della giornata. La colpa di chi è ? Dei soliti politici manfredoniani che non servono il proprio popolo. Siamo a livelli da età della pietra, cerchiamo di arrivare almeno a collegamenti stile Medioevo, sarebbe già qualcosa


  • LA NAZIONE PIU' CORROTTA DEL MONDO!

    Si spendono milioni di euro per stazioni fantasma e senza utilizzo opere inutili finanziati dalla regione mentre i trasporti da e per Manfredonia sono peggio di quelli del Bangla Desh


  • Ndonio

    25 anni fa’ anche io ero un pendolare per Bari lo’ fatto per 4 anni tutti i giorni. E gia’ allora il collegamento era a metà con l’autobus andata andava bene per le 8 ero a Bari, ma poi dovevo lavorare le mie 8 ore, quindi dovevo prendere un mezzo dalle 17 in poi. Ma haime’ non vi erano corse di autobus nel pomeriggio. Quindi optavo con le ferrovie sveglia alle 5. Primo treno 5.30 da Manfredonia coincidenza a Foggia. Arrivo a Bari intorno alle 8 rientravo a casa per le ore 20,,, RICAPITOLANDO SIAMO RIMASTI A 30 ANNI FA’……. Vergogna Vergogna Vergogna unico mezzo che abbiano oggi e la MATITA mi ricordero’ alle prossime votazioni spero che lo facciano anche gli altri. POLITICI FATEVI SENTIRE!!!!!


  • Gazia Lucia Simone

    Ritengo che la questione posta sia importante anche per il turismo del territorio infatti questo percorso dell’autobus collega il Gargano all’aereoporto e ai porto di Bari. Inoltre al servizio degli abitanti del Gargano, che per lavoro, per turismo, per studio o altro devono utilizzare i due servizi di comunicazione suddetti. Io da Monte Sant’Angelo se devo andare a prendere l’aereo devo utilizzare il taxi altrimenti il tempo che recupero con l’aereo lo perdo grazie al disservizio dei mezzi pubblici in questa tratta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati