GarganoManfredonia

Elettrizzante nottata sportiva Rally – calcio, a Rignano Garganico

Di:

Rignano Garganico. Elettrizzante nottata sportiva, a Rignano Garganico. Lo è stata per il calcio e la quattro ruote, svoltesi quasi in contemporanee. Il riferimento è alla partita Germania-Italia, vinta ai calci di rigore dalla prima e alla corsa in salita Villanova – Rignano (11 Km) , ardita prova speciale a cronometro del Rally Città dei Santi, alla sua seconda edizione. Teatro di partenza e di arrivo è stata l’ampia Piazza di San Rocco, dove c’era di tutto, dalle multicolori auto sportive di ogni tipo e cilindrata agli spettatori vocianti davanti ai maxi schermi di questo e di altri luoghi. Il resto era disseminato sulla balconata Est del Giro esterno Belvedere, comprese le autorità.

Alla predetta prova speciale hanno assistito in diretta, tra l’altro: il nuovo sindaco di San Giovanni Rotondo, Costanzo Cascavilla, accompagnato per l’occasione dalla consigliera delegata Nunzia Canistro, non nuova da queste parti; il suo collega di Rignano Vito Di Carlo con il giovane assessore unico Giosuè Del Vecchio. Come previsto sin dalla vigilia ad arrivare con il miglior tempo di 5 minuti e 49 secondi è stato il conduttore garganico Giuseppe Bergantino, su Peugeot 207 S2000, navigato da Michela Di Vincenzo. Lo ha seguito a “ruota” il n. 2, su medesima auto, con a bordo Domenico Erbetta e Valerio Selvaggi, che ha segnato all’arrivo il tempo di 5,56 e poi il n. 4 con 6 minuti e 034, seguito dal n. 3 . C’è stato, quindi, un azzardato sorpasso, dato il tortuoso percorso. Quindi, man mano sono giunti tutti gli altri. Tra i quali i fratelli Pasquale e Teo Stilla di San Marco in Lamis (il primo avvocato e l’altro ottico) con la loro Ford Escort. Distanziata l’altra coppia sammarchese Antonio Bonfitto e Rosario Navarra, debuttanti. In tutto le auto gareggianti sono state 37, tra le quali c’era anche una sola Citroen C3 DS, guidata dal pilota salentino Santantonio. Il destino di questa auto che ha segnato il tempo di 6,49 è stato seguito con vivo interesse dal noto designer di fama mondiale , Donato Coco, che ne ha progettato il prototipo, assieme a tutte le altre auto della casa francese, compresa la Zx, vincitrice più volte della Parigi – Dakar. Conosce anche Sandro Munari, già campione mondiale di Rally nel 1977, testimonial della manifestazione odierna. La gare, che comprende il percorso complessivo di 300 km, si concluderanno con la premiazione della prima arrivata in Piazza Europa, alle ore 18.00. Solo allora si avrà modo di conoscere la classifica generale dell’intera corsa, che oltre a quella di Rignano, comprende anche le prove speciali in salita di San Salvatore (Manfredonia) e Borgo Celano (San Marco in L.).

Nella foto la prima classificata della prova speciale in salita Villanova Rignano.

(A cura di Antonio Del Vecchio, Rignano Garganico 03.07.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati