Manfredonia
"Il turismo non cresce perchè non stiamo promuovendo il territorio"

“Non credo che il turismo sul Gargano non cresca per l’aeroporto”

"L'aereoporto di Foggia non decolla perchè nessun vettore investirà mai in una struttura senza tessuto industriale tale da giustificare i flussi"

Di:

Manfredonia. Non credo assolutamente che il turismo non cresca per l’aereoporto (clicca qui per le odierne dichiarazioni del sindaco di Manfredonia sul tema,ndr) . Il turismo non cresce perchè non stiamo promuovendo il territorio inoltre non creiamo alternative per il turista. Siamo poco appetibili. Di infrastrutture ne abbiamo pure troppe. La nostra viabilità è tra le migliori d’Italia. Le alternative stradali sono molte, inoltre siamo serviti da 2 autostrade, finite le autostrade abbiamo percorsi a scorrimento veloce sia dal casello di Candela, sia da quello di Foggia.

Certo venendo da Sud abbiamo la pecca Cerignola.

Faccio un esempio di tre regioni ad altissima densità turistica.

Liguria ha due aereoporti come la Puglia. Uno ad Albenga uno a Genova. In Liguria se non viaggi in autostrada devi noleggiare un aliante. Non ci sono alternative. Per giunta una delle autostrade più scomode e pericolose in Italia, dove prendere un autovelox è un eufemismo. La velocità massima che riesci a raggiungere è 100 km orari tra tunnel, viadotti e autostrade che entrano nelle città.

Trentino alto Adige. Un aereoporto civile di medie dimensioni. Con una pista di 200 metri inferiore al Gino Lisa. Quasi chiuso. Altre 2 strutture aereoportuali sono praticamente inservibili ed inutilizzabili tranne forse per il vestusto turboelica ATR 42. La viabilità del Trentino è solo Autobrennero, pericolosissima, trafficatissima, unica Autostrada con poche stazioni di servizio e con uno schifosissimo spartitraffico in acciaio corten che ti fa venire la depressione, inoltre collettore importante da tutta Italia per Austria e Germania. Alternative? I percorsi montani. Esempio. Bressanone- San Candido 60 km un ora e mezza di auto.

Umbria un aeroporto in località Sant’Egidio a Perugia. Transitano pochissimi aerei. Autostrade in Umbria non esistono tranne un pezzo di autostrada del sole. La Viabilità è data da 2 tronchi di strade a scorrimento veloce. Uno verso Sud che va a Terni uno verso Nord verso Perugia che si divide poi in due tronconi uno per Perugia/Bettolle ed una per Ravenna. In alternativa, monti e colline. …..se arrivi da Roma a Perugia alle 16 di pomeriggio, ti fai il segno della croce e per percorrere a volte 5 km resti imbottigliato per 2 ore.

Eppure i flussi turistici di queste regioni sono impressionanti non paragonabili al Gargano in qualsiasi mese dell’anno, malgrado infrastrutture quasi inesistenti ed a volte ostili per percorribilità e viabilità.

Cosa le rende attraenti questi luoghi

Il Turista Sindaco, si reca dove trova arte, una società accogliente, territori in perfetto ordine e città che sanno valorizzare per il tramite di manifestazioni cultura e tradizione il territorio.
Il turista a Manfredonia sa bene che sono tanti in questo periodo, trova i negozi chiusi ad ora di pranzo, gli stessi negozi riaprono alle 18, quando i turisti sono in procinto di andare a cena.
I turisti non sono i nostri conterranei Foggiani che vengono a Manfredonia per godere della movida.
Turismo è una cosa, movida è altra cosa.

Sa meglio di me che l’unica città in Italia dove si cena alle 22 è Manfredonia. In 70 mila km annui che percorro non ne ho mai trovata altra con lo stesso orario di cena.

Si ricorda le navi dei Tedeschi, qualche anno fa, la prima sbarco a Manfredonia alle 14, i turisti riuscirono a limite a trovare un bar aperto e malgrado li avevamo accolti con la banda comunale, la nave successiva non appena attraccò, i turisti partirono in Pulman per Trani. Ci siamo mai chiesti il perché? Certo poco c’entra l’aereoporto.

Noi non abbiamo bisogno di ulteriori infrastrutture. Noi abbiamo bisogno di fermarci tutti e iniziare a programmare il turismo non solo in estate o in occasione del carnevale o festa patronale, sempre, tutto l’anno, possiamo permettercelo.

Viviamo in un posto stupendo che non cambierei con nessuno in Italia. Per renderlo performante non abbiamo necessità di coprirlo ulteriormente di cemento armato, l’aereoporto ben venga se un giorno arriverà, di certo non è colpa della pista corta, perchè Sindaco l’aereoporto di Lugano-Agno ha una pista più corta del Gino Lisa atterrano, decollano aerei da 100 posti.

L’aereoporto di Foggia non decolla perchè nessun vettore investirà mai in una struttura senza tessuto industriale tale da giustificare i flussi. E’ totalmente antieconomico per i vettori le tasse aereoportuali schizzano alle stelle di conseguenza i costi.

Bisogna prolungare la metro Bari sita nell’aereoporto di Bari, già esistente raccordandola con la Stazione di Foggia e magari con la bellissima nuova stazione di Manfredonia.

Ciò è importante fare, è creare filiera per il tramite di persone capaci unitamente a tutti gli stakeholder del settore turistico.

Per far ciò non dobbiamo inventarci cose mastodontiche, convegni internazionali, colletti bianchi incravattati che vengono in città per darci lezioni di vita.

Dobbiamo organizzare cose semplici, dalle sagre, ad attrattive in genere, pulizia e ordine del territorio, pubblicizzare la nostra bella terra su scala internazionale.
Oggi con Internet bastano pochi spiccioli. Ma noi non lo facciamo. Dov’e’ il brand Gargano. Dov’e’ il brand Manfredonia? Per iniziare basterebbe la creazione di una App. Quanto costa farlo? Qualche centinaia di euro. Quanto costa fare una lending page per promuovere i nostri territori? Non credo pesi più di tanto sul bilancio comunale.

La nostra città, le nostre colline, sono splendide. Manfredonia è un cantiere aperto. Diventa ogni giorno più bella. Questo grazie a lei. Ma non basta. Bisogna riorganizzare la città perché diventi attrattiva turistica.

Cosa ce ne facciamo di una Ferrari senza motore. Puoi apprezzarne gli interni la strumentazione ma vuol mettere Sindaco sentire il rombo del motore di una Ferrari, sentirla quando entra in coppia? Herbert Von Karajan, sosteneva che “nessun maestro d’orchestra al mondo riuscirebbe a riprodurre la melodia dei 12 cilindri della Ferrari”.

Noi la Ferrari la possediamo è la nostra Manfredonia, impegniamoci accendiamolo sto motore, sentirà che sinfonia emetterà Manfredonia e territorio circostante.

Ci vogliono però pionieri visionari audaci

.

L’economia non si fa con i numeri, come dice il Presidente Gelsomino, l’economia la dobbiamo costruire con il nostro cervello, con la nostra intelligenza, successivamente si controlla con i numeri l’economia.

(A cura di Antonello Scarlatella, Imprenditore – antonello.scarlatella@gmail.com)

Manfredonia, 03.08.2016

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • VERITA

    PER LA PRIMA VOLTA LEGGO UN COMMENTO COSTRUTTIVO E IN PARTE VERO E SIGNOR SINDACO ..QUESTE OSSERVAZIONI SONO DA RISPETTARE E CONDIVIDERLE INFATTI IL CORSO E TANTI ALTRI NEGOZI DOVREBBERO ESSERE SEMPRE APERTI TRANNE LE ORE NOTTURNE..PER DARE AI VILLEGGIANTI E IN FUTURO ALLE NAVI CROCIERE..DI POTER VISITARE E RICEVERE I SERVIZI A 360 GRADI..RISPETTO PER LE PAROLE DEL SIGNOR SCARLATELLA,,,,

  • Le navi gasiere ootano gas e non croceristi.


  • antonella

    Se permetti Antonello, le strade del Gargano non sono tutte percorribili, hai mai fatto la monte- vico del Gargano,la percorri una volta e mai più, la litorale manfredonia vieste è solo per stomaci forti, poi ogni sera, da luglio a fine agosto il ritorno è una croce, che le strade ci siano siamo d’accordo ma quelle a scorrimento veloce o attrezzate non esistono, sia chiaro la litorale x vieste è una delle più belle panoramiche che esistono, appunto, panoramiche, non a scorrimento veloce. Servono strade fatte bene, con percorsi brevi.
    Per il resto la tua disamina è perfetta, l’aeroporto di Foggia è una scusante per quanti non hanno proposte serie ne hanno cognizione di sorta riguardo a un territorio le cui potenzialità sono enormi, ma messa nelle mani di inesperti o incompetenti in tutto, è come dare da mangiare una bella fetta di pane e pomodoro a chi non ha denti ne palato per degustarne il magnifico sapore delle nostre primizie enogastronomiche, Ogni
    tanto da bari ci fanno eco di fare proposte serie e credibili, si capisce il perché non ci considerano.


  • Manfredonia in Movimento

    Considerazioni sul vero turismo di Scarlatella sono condivisibili e soprattutto realizzabili.
    Ma chi dovrebbe pensare al “come” sviluppare l’industria del turismo a Manfredonia?
    L’agenzia del Turismo è un flop. Manfredonia sporca non attrae alcuno
    Dov’è la cabina di regia del rilancio del Territorio?
    Che fine ha fatto il list? L’ incubatore d’impresa?


  • Maria Guerra

    Antonello, ritirati. Lascia stare chi di queste faccende se ne occupa da una vita. Non ho mai elogiato Angelo Riccardi anche se lo rispetto come si rispetta un bravo Sindaco. Da oggi, dopo aver letto questi articoli, sono sostenitrice di Angelo Riccardi pronta a buttarmi dalla punta del molo di levante con il cappio al collo solo se me lo chiedesse. Ricordo a me stessa che la volpe che non arriva all’uva dice che è acerba.


  • svolta

    Non lo dico io ma il Gargano è stato definito una delle mete più belle e quindi ambita della nostra Puglia. Se a sostenere queste considerazioni ci mettiamo un aeroporto per quanti vi vogliono arrivare velocemente per trascorrere brevi vacanze o periodo di riposo anche autunnali, visto il clima mite che ci caratterizza, perché no. I vettori non hanno l’utilità, Orbene si potrebbe pensare ad un consorzio tra comuni garganici come per il Gal…, la Regione farà qualcosa per il suo bel Gargano….
    Al primo posto ci metto però l’accoglienza, la cortesia, l’efficienza dei servizi alla Città quale specchio di un intero popolo che accoglie i turisti come un proprio congiunto che vi giunge qui dopo tanto tempo….. Una chimera,chissà.


  • Carmen

    In realtà il titolo è sbagliato.
    Mai come quest’anno sul Gargano tanti turisti dell’est europa.
    E’ Manfredonia che langue…


  • VERITA

    UNA CONSIDERAZIONE VEDO AUTOBUS CHE OGNI GIORNO E QUASI A TUTTE LE ORE SI RECA ALL’AERE0PORTO DI BARI MA PERCHE’ NON SI FERMA LUNGO IL TRATTO ZAPPONETA-MARGHERITA DI SAVOIA -BARLETTA-
    VUOTA SONO ALL’ANDATA O QUASI E QUASI VUOTI AL RITORNO-E I PASSEGGERI CHE VOGLIONO RECARSI A BARI
    SEMPRE ALL’AERE0PORTO O NEL GARGANO ..VANNO CON I PROPRI MEZZI.. ..E CHI PAGA????? SONO FONDI REGIONALI MA PER SERVIRE CHI?????


  • Michele

    Antonello Scarlatella tutto quello che ha detto, in qualche modo, rispecchia la verita` tranne il fatto che nel resto d`Italia il Comune supporta le iniziative imprenditoriali e non paga per arricchire gli imprenditori. Cerco di spiegarmi meglio. Lei e` un imprenditore e forse sa che I soldi vanno dove ci sono I soldi, quindi inizi ad investirli per avere un futuro piu` grande. Il Comune, e forse il sindaco, dovra` supportarto burocraticamente e non economicamente. Non so che tipo di imprenditore e` Lei ma l`esempio a tutti I piccoli esercenti che non riescono ad unirsi per sviluppare un evento.
    Se tutti I Lidi di Manfredonia chiudono un accordo con le miriadi di societa` di Autonoleggio esistenti a Manfredonia I turisti (anche se della provincia) se li vanno a prendere gratis nell`interland invece di aspettare che le FS o SITA o FDG si ricordano di aumentare un Autobus soprattutto nei giorni feriali (che sono inesistenti). Saranno anche a scorrimento veloci le strade ma per venire al mare a Manfredonia, ma se vieni da Barletta la domenica ci perdi 4 ore. Fai prima a piedi.
    Forse si sta chiedendo perche` non lo faccio io? Beh lo ha scritto nel suo bel articolo ho dato la possiiblita` al comune di abbellire la societa` con le mie tasse pagate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati