Manfredonia

Pino Delle Noci: “I calcass (botti finali dei fuochi d’artificio)”


Di:

L’estate è finita e la festa patronale di Manfredonia ne sancisce la chiusura con gli ultimi botti sparati (i calcass), alla fine di spettacolari fuochi d’artificio. I cittadini, dopo “i calcass”, sono rientrati nelle loro alcove soddisfatti e un pò abbiosciati per le interminabili notti di struscio da un capo all’altro della città, ma ignari di quello che li attende. Purtroppo settembre è il mese dei “calcassacci” che sono più fragorosi e roboanti degli altri: ICI, ISU, IMU, TARI, TASI, TARES, TARSU E TRITATUTTO. Sigle scientemente inventate per creare confusione e mascherare aumenti vessatori per i contribuenti onesti; costretti a pagare fino all’ultimo centesimo per finanziare clientelismi, mercimoni, assistenzialismi e tutto ciò che costituisce l’apparato. Per i contribuenti onesti se si sgarra anche di un solo centesimo sono “cosi” amari.

La primavera 2015 è prossima e le competizioni elettorali pugliesi, per le amministrative e regionali, sono alle porte. La campagna elettorale è in pieno svolgimento, i partiti sono in deficit e le campagne elettorali costano. Quei faccioni che coprono le mura e i tabelloni di tutte le città hanno un costo elevato. A questi si aggiungono i palchi per incantare, gli incontri nelle sale degli Hotel, le feste, le pizze, i panini, le sigarette, la benzina, gli attacchini, i rappresentanti di lista, i protettori, gli oboli per quei voti che potrebbero essere distratti e tutto quanto serve per vincere le elezioni.

La politica ha un costo e qualcuno la deve pur sostenere. Gli evasori, i beneficiari di prebende e di assistenze varie, di appalti truccati e di favore, i corrotti e i corruttori, i concussi e i concussori, i bancarottieri e i falsificatori di bilanci, stipendiati e pensionati d’oro, possono dormire sonni tranquilli; non ci saranno provvedimenti che possano impensierirli. Renzi, nel suo programma di mille giorni, non intende assolutamente toccare gli apparati per non ledere il futuro politico suo e dei suoi compari e veline. Gli apparati vanno salvaguardati.

La tiritera dello scarica barile è ampiamente sperimentata. Lo Stato sostiene che le amministrazioni locali e regionali sono spendaccioni e siccome la verità fa male, le amministrazioni regionali e periferiche, a loro volta, giustificano gli aumenti per il mancato ristorno dallo Stato. Mentre con il rimpiattino continuano a prendere per i fondelli i cittadini, questi non s’accorgono che a governare le amministrazioni periferiche e centrali sono sempre gli stessi partiti e uomini che, considerando anche il fenomeno del nepotismo politico, da oltre sessant’anni, occupano gli scranni del potere. C’è chi è presente, occupando i diversi scranni del potere, dalla nascita della Repubblica.

Quella Repubblica che stanno cercando di demolire a picconate, smantellando la Costituzione con la collaborazione di personaggi che dovrebbero essere proscritti e chiusi in celle inaccessibili ad ogni essere umano.

L’autunno è alle porte e presto, dopo San Martino, quando saremo un po’ ebbri per il vino novello, saranno pronte le “castagne” e, con la pioggia, spunteranno anche i funghi. Purtroppo tra i fungi si nascondono i tossici e i velenosi che spesso si presentano attraenti e variopinti.

(A cura di Pino Delle Noci)

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Pino Delle Noci: “I calcass (botti finali dei fuochi d’artificio)” ultima modifica: 2014-09-03T12:29:21+00:00 da Pino Delle Noci



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • addio tredicesima

    come reaggiranno i manfredoniani a questo mercimonio fiscale? A primaverà sarà tutto dimenticato?


  • Michele

    Ma ke parl a fe!!!


  • Santa Concetta

    Dopo un mese di articoli a firma di Giuseppe Marasco, ora ci aspettiamo un mese di articoli del sig. Giuseppe delle noci.
    A novembre cosa ci dobbiamo aspettare ?


  • Ghigno di Tacco

    ma delle noci è carne o pesce? Certo non è grillo, moh dove vuole andare a bussare per una candidatura?


  • modesto

    comunque sarà un autunno caldo, caldissimo!


  • semprevigile

    3 settembre 2014 alle 20:05
    Ma lasciate parlare chi ha qualcosa da dire e da ridire… i preconcetti sono solo pretesti di chi non ammette alcun tipo di discussione e/o riflessioni di soggetti che vedono dei fatti negli altrui comportamenti….
    Il pensiero è libero e fin quando sarà libero possiamo dire di vivere in libertà….

    Rispondi


  • Antonio schifato dalla politica

    Il messaggio di Delle Noci è forte! Siamo spremuti dai tributi locali, e non vado oltre, per regalerie e sperperi della politica, anzi necessita cambiare il termine politica con un altro termine visto che tutto si fa e niente di ideologico di amor patria o di cittadinanza.
    Ritornando all’autunno caldo e sara caldo, ma non per le condizioni meteo, ma di salasso… mi sono chiesto: come mai la redazione non ha pubblicato le ultime notizie del Comune di Rignano ” Azzeramento aliquota TASI 2014″. Sara che a Rignano Garganico la POLITICA è a caratteri maiuscolo, un comune di 2000 anime che già in passato ha dimostrato le sue virtù di gestire il proprio patrimonio economico, e non è il turismo, non è il mare e non il pellegrinaggio. I nostri politici e i miei concittadini non si sono mai chiesti come fanno? Di sicuro niente di quanto detto da Delle Noci e il termine “Carica o Titolo di Onorificenza” da noi è una parola obsoleta, ma a Rignano ha un senso e valore.


  • Mattesco Venezia

    In alcuni paesi dell’est non tutti vanno a scuola, le donne non devono andare a scuola e non debbono vedere la televisione. Significa che ai padroni conviene tenere il popolo ignorante per dire e fare quello che gli pare.
    Io dico grazie agli attivisti come Pino Delle Noci che, come una sentinella, veglia sulla città.


  • giusy

    per ghigno di tacco:tu sei l ultimo che può parlare considerato che tra un pò andrai a casa come disoccupato assieme ….!!!!!a quel punto che diventerai???……..


  • Dino

    Trovo nelle parole di Pino una grande verità. Ci pagherà tutto ciò? Non si fa niente per niente,e i soliti noti pagheranno la loro campagna elettorale a scapito di cittadini onesti,quelli che pagano fino all’ultimo centesimo. Bravo Pino sei veramente la sentinella di questa città. Un grazie anche alle altre sentinelle che fanno di questa città una speranza di un futuro migliore.


  • ???

    Dino che doppio gioco stai facendo?


  • Dino

    Io non ho cattiveria o rancore dentro di me,le cose che dico le dico con il cuore. Chi non riesce a distinguere la malafede con l’errore,non può capire . Infatti spero che il tuo commento sia dovuto a un tuo rancore contro di Pino e non alla mia presunta malafede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This