Manfredonia

Manfredonia, “Rassegna Stato” (01.10.2016)

Di:

Manfredonia. “Rassegna Stato”, edicola quotidiana a cura della redazione di Stato Quotidiano.it.

A cura di Vincenzo Moccia

https://www.facebook.com/statoquotidiano/?fref=ts
https://www.facebook.com/radiomanfredoniacentro/?fref=ts

Dillo a Stato: partecipa in trasmissione, inviando una mail a segreteria@statoquotidiano.it

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • rassegna stampa comunale

    MAGNO: Non posso che prendere atto del buon lavoro svolto
    dalla commissione in generale dai consiglieri, perché questo
    Referendum completa ed equilibra la democrazia cittadina,
    stimolando la partecipazione dei nostri amministrati e quindi
    perché a noi che siamo rappresentati popolari chiusi in questa
    sala, qualche volta anche aperti fuori di questa sala. Noi abbiamo
    bisogno che i cittadini ci diano il loro contributo per avere
    contezza di quello che facciamo, degli errori che possiamo
    compiere, della giustezza di certe nostre posizioni, senza la
    partecipazione della città della popolazione noi non riusciamo
    veramente, se al di fuori cercano di consentire un normale
    dibattito, forse potrei anche proseguire.

    FIORE: Buonasera al Sindaco, buonasera Assessori, Presidente,
    colleghi Consiglieri, buonasera cittadini. Devo dire che
    effettivamente noi siamo contenti che oggi siamo qui seduti in
    aula ad approvare un provvedimento che effettivamente va a colmare
    una lacuna, ma soprattutto è un ulteriore passo avanti verso
    quella che è la democrazia partecipata, perché con questo
    strumento si darà la possibilità ai cittadini di portare in
    Consiglio una qualche proposta o, quello che sarà, la proposta
    anche di abrogare un qualcosa che questo Consiglio potrebbe aver
    approvato, per cui siamo soddisfatti anche della collaborazione
    che c’è stata per la redazione del referendum, come diceva
    l’Assessore e il Presidente, c’è stata ampia collaborazione, anche
    a dimostrazione del fatto che non siamo così cattivi e che non è
    vero che diciamo sempre e solo no e non proponiamo nulla, per cui
    ribadisco il nostro orgoglio di essere oggi qui per questo
    ulteriore passo verso quella che è la democrazia più partecipata.
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati