Manfredonia
Le piante erano nascoste fra le montagne di San Giovanni Rotondo

Operazione Commissariato Manfredonia “Dal bosco spunta la piantagione di marijuana” (II)

La scoperta della piantagione è avvenuta a seguito di un servizio predisposto dal Dirigente del Commissariato di Manfredonia

Di:

Manfredonia. I poliziotti del Commissariato P.S. di Manfredonia hanno sequestrato numerose piante di marijuana coltivate in un terreno, occultato in un cratere naturale a forma di cuore, circondato da un fitto bosco situato sulle montagne del Comune foggiano di San Giovanni Rotondo.

La scoperta della piantagione è avvenuta a seguito di un servizio predisposto dal Dirigente del Commissariato di Manfredonia, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati inerenti gli stupefacenti.

Le piante erano nascoste fra le montagne di San Giovanni Rotondo

L’indagine ha consentito alla Polizia sipontina di individuare, nascosta all’interno di una fitta boscaglia, la coltivazione illegale, in un luogo inaccessibile, infatti la mulattiera più vicina era ad oltre un chilometro di distanza. Gli arbusti presentavano sulle parti terminali il classico fiore a pannocchia indicativo della loro completa maturazione, pronte per essere raccolte e per le ulteriori lavorazioni per la preparazione delle sostanze stupefacenti.

img_20161002_065145121

Il successivo “narcotest” eseguito sulle foglie ha confermato che l’intera piantagione era composta da piante di marijuana. Nelle adiacenze sono stati rinvenuti anche alcuni utensili per la coltivazione, recipienti di plastica utilizzati per il trasporto delle piantine da interrare e l’occorrente per l’innaffiamento.

La scoperta della piantagione è avvenuta a seguito di un servizio predisposto dal Dirigente del Commissariato di Manfredonia

Tutte le piante sono state estirpate e, con non poca difficoltà, trasportate negli uffici del Commissariato di Polizia di Manfredonia, in attesa della conclusione dell’iter penale per la successiva distruzione (saranno bruciate in un inceneritore).

Intanto sono in corso le indagini per individuare i responsabili dell’illecita attività.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati