ManfredoniaMattinata
Ritenuto "un appartenente al gruppo Romito, attualmente egemone nell’area Manfredonia-Mattinata-Vieste"

CC Manfredonia, aggressione prima del processo: “Baffino junior” in carcere

Al termine delle formalità, i Carabinieri di Mattinata hanno tradotto Quitadamo Andrea presso il carcere di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria


Di:

Quitadamo Andrea

Quitadamo Andrea

Manfredonia, 03 ottobre 2017. I Carabinieri della Compagnia di Manfredonia, nello specifico quelli della Stazione di Mattinata, hanno tratto in arresto Andrea Quitadamo, 26enne pregiudicato di Mattinata, già sottoposto agli arresti domiciliari, traducendolo presso il carcere di Foggia.

L’aggressione

Giovedi scorso, verso le 23.00, una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Manfredonia aveva notato Antonio Pio Prencipe, pregiudicato di Mattinata, che vagava a piedi con il volto tumefatto. Immediatamente i militari lo avevano avvicinato chiedendo spiegazioni sulle sue ferite, tanto evidenti quanto recenti, ma lo stesso aveva riferito di essere stato aggredito a seguito di un banale litigio, e che eventualmente avrebbe fatto denuncia successivamente.

Ieri mattina, invece, nel corso di un’udienza presso il Tribunale di Foggia, e in particolare proprio nel procedimento che lo vede come vittima e testimone per il proprio tentato omicidio, e i cui imputati sono Quitadamo Andrea, La Pomarda Bartolomeo e Di Mauro Fabio Pio, Prencipe Antonio Pio aveva dichiarato di essere stato aggredito proprio a causa di quella testimonianza. Con le posizioni di La Pomarda e Di Mauro ormai definite, l’unico interesse resta quindi quello di Andrea Quitadamo.

CASERMA DEI CARABINIERI - COMANDO COMPAGNIA DI MANFREDONIA (PH STATO QUOTIDIANO)

CASERMA DEI CARABINIERI – COMANDO COMPAGNIA DI MANFREDONIA (PH STATO QUOTIDIANO)

Considerata pertanto la necessità di assicurare le esigenze cautelari a carico di Quitadamo, sia sotto il profilo dell’inquinamento probatorio sia sotto il profilo della persistenza della condotta aggressiva nei confronti di Prencipe, il Giudice ha quindi disposto la traduzione in carcere dello stesso.

Al termine delle formalità, i Carabinieri di Mattinata hanno tradotto Quitadamo Andrea presso il carcere di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ritenuto “un appartenente al gruppo Romito”

Quitadamo Andrea appartiene al gruppo Romito, attualmente egemone nell’area Manfredonia-Mattinata-Vieste, già arrestato per il tentato omicidio nei confronti di Antonio Pio Prencipe, lo scorso anno era rimasto coinvolto anche nell’operazione “Ariete” dei Carabinieri di Manfredonia.

FOCUS – FINE LATITANZA
FINE LATITANZA “BAFFINO”

Redazione StatoQuotidiano.it – Riproduzione riservata

CC Manfredonia, aggressione prima del processo: “Baffino junior” in carcere ultima modifica: 2017-10-03T22:06:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi