Manfredonia
Fonte "La Gazzetta del Mezzogiorno"

“Ariete”, 19 arresti nel Gargano. L’assalto al portavalori scoperto in un’intercettazione

Nell'ambito delle indagini furono autorizzate intercettazioni telefoniche ed ambientali "dalle quali emerse che Scirpoli e Romito stavano progettando un assalto a un portavalori"

Di:

Foggia/Manfredonia. SONO le intercettazioni “l’elemento principale dell’operazione ‘Ariete’ che, dopo quasi un anno di serrate indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia di Manfredonia e coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia, ha portato all’esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari nei confronti di 19 persone, quasi tutte appartenenti alla malavita garganica.

Come riportato, i 19 soggetti interessati dall’ordinanza di custodia cautelare (11 in carcere, 8 ai domiciliari, altri 3 indagati per reati di minore gravità) sono staticetti accusati a vario titolo di rapina, tentata rapina, detenzione d’armi anche da guerra, furto, ricettazione, violazione di sorveglianza speciale, evasione, corruzione e rivelazione di segreti d’ufficio, come riportato in un articolo odierno della Gazzetta del Mezzogiorno, sezione di Capitanata.

“L’indagine – come dal testo della Gazzetta che riporta parte dell’ordinanza del gip Carmen Corvino – ebbe origine dalle attività successive all’incendio di un casolare la notte tra il 28 e 29 settembre 2015”. Nell’ambito delle indagini furono autorizzate intercettazioni telefoniche ed ambientali “dalle quali emerse che Scirpoli e Romito stavano progettando un assalto a un portavalori”. “Appare subito chiaro – scrive il gip, come riporta la Gazzetta – che lungo la strada (la provinciale Mattinata – Vieste,ndr) i due individuarono i posti utili per effettuare una rapina ai danni di un portavalori (..)”.

L’OPERAZIONE “ARIETE” – I NOMI

redazione stato quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati