CerignolaStato prima
L’indagine, conclusasi a fine 2015, ha documentato l’importazione di ingenti quantitativi di marijuana dall’Albania

Puglia. Traffico internazionale armi e droga: 20 in carcere

Prima dell’odierno provvedimento, l’inchiesta aveva, inoltre, già consentito, nel tempo, la cattura di ulteriori 15 trafficanti

Di:

Bari. 300 Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, con l’ausilio di numerose unità cinofile e di un elicottero del 6° Elinucleo del capoluogo pugliese, stanno eseguendo decine di perquisizioni ed una ventina di ordinanze di custodia cautelare, emesse dal Tribunale di Bari, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di capi e gregari di tre distinti gruppi criminali, tra loro collegati, radicati nella BAT e in Cerignola (FG) e operanti in tutta la Puglia, responsabili, a vario titolo, di associazione armata finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché alla detenzione e allo smercio di numerosissime armi, anche da guerra.

L’indagine, conclusasi a fine 2015, ha documentato l’importazione di ingenti quantitativi di marijuana dall’Albania, nonché di cocaina da Roma, da Milano e Palermo.

Prima dell’odierno provvedimento, l’inchiesta aveva, inoltre, già consentito, nel tempo, la cattura di ulteriori 15 trafficanti, il sequestro di 15 chilogrammi di cocaina e di oltre 1 tonnellata di marijuana, nonché il rinvenimento, nell’ottobre del 2014, nel noto quartiere Madonnella di Bari, di uno tra i più grandi arsenali di armi mai sequestrati in Italia: 70 pezzi nuovi e perfettamente funzionanti, tra cui kalashnikov, mitragliatrici, fucili, pistole, silenziatori e oltre 3500 munizioni.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso l’Ufficio del Procuratore della Repubblica di Bari – 4° piano, alle ore 10.00 del 3.11.2016 e che sarà presieduta dallo stesso Signor Procuratore, Dott. Giuseppe VOLPE, alla presenza del Sostituto Procuratore -D.D.A.- Dott. Giuseppe Maralfa, che ha coordinato le indagini e del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Vincenzo Molinese.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati